FUTSAL Redazionali

FUTSAL, SERIE C1: E’ BLACK FRIDAY, SOLO LOSCHIO VINCE AL FOTOSINISH. PRIMI KO PER VALLI E COSMOS

Scritto da Omar Dal Maso

I giallorossi di Albertini ribaltano lo svantaggio nel finale battendeo 3-2 lo Spinea, mentre Valli e Cosmos Nove assaggiano i primi veleni stagionali in trasferte amare. Ko anche lo United Rossano.

Un’azione di gioco con al centro Celebic (SCHIO) a segno venerdì. Foto by Dotsports

Giornata nera e che rischiava di diventare nerissima per il poker vicentino, se lo Schio C5 non avesse tirato fuori due assi dalle maniche nel finale del match casalingo contro i veneziani: nella riedizione dei playout della scorsa stagione ancora futsalplayer altovicentini in festa: 3-2. I tre punti incassati da Carretta e compagni saranno gli unici del black friday della nostra provincia, senza sconti per il Valli (stramazzato per 8-2 a Trebaseleghe), United Rossano (scivolone casalingo per 1-3 contro l’imbattuto Futsal Giorgione) e Cosmo Nove, che tiene testa alla capolista a punteggio pieno Hellas Verona ma si fa staccare nel finale di partita sul 6-3 per i veronesi, ora soli in testa. Il 4° turno, per la seconda volta in questo campionato, non ha dunque riservato alcun derby, una sorta di rincorsa lunga verso lo scontro incrociato tutto giallorosso tra Nove e Schio di venerdì prossimo. Ecco i risultati e i marcatori vicentini del week end.

 

GIFEMA DIAVOLI-VALLI C5 8-2 (Filippin e D. Lambert Sanchez)
HELLAS VERONA-COSMOS NOVE 6-3 (De Mello, Campagnaro su rig. e Guglielmi)
UNITED ROSSANO- FUTSAL GIORGIONE 1-3 (Fraccaro Nelson)
SCHIO C5-A5 CALCIO SPINEA 3-2 (Carretta, Celebic, De Chiara)
ACRAS MURAZZE-ANNIA SERENISSIMA 7-4
PADOVA C5-DIBIESSE MIANE 5-2
TIEMME GRANGIORGIONE-VERONA C5 6-3

Gianluca De Chiara e Diego Albertini

Al Palalanzi seconda puntata sul parquet di casa per lo Schio C5, che per la seconda volta sfrutta a piene mani la volata finale per andare a punti. Se 15 giorni prima con Padova Carretta e compagni avevano racimolato un solo punticino, stavolta è la serata giusta per consegnare ai fedelissimi di casa la prima vittoria made in Schio. Questo dopo un equilibrio allo spasimo, con cui si va al riposo sull’1-1 dopo una gran “sleppa” incrociata di Carretta che vale il vantaggio e la replica veneziana firmata Saviolo. Alla ripresa della contesa un’azione al bacio degli ospiti vale il 2-1 che resiste a lungo (finalizza Hernandez), fino alla zampata di Celebic a tu per tu col portiere a 3′ dal gong al graffio di De Chiara ben “incitato” da Albertini in panchina, doppia esultanza liberatoria a fotografare un successo tanto sudatissimo quanto volutissimo dagli scledensi. Decisiva anche la parata di Keric sul 2-2, prima dell’ultimo assalto. Per loro bottino di punti più che buono finora: 7 punti con due “v”, un pari e un ko accettabile nel primo quadrilatero di match. Venerdì prossimo nuova trasferta… corta per lo Schio, che dopo il derby con il Valli a Carrè sarà ospite a Nove del Cosmos, da pariclassifica.

Nicola Campagnaro (Cosmos), a segno su rigore

A Verona proprio il Cosmos di Dal Santo ha cullato il sogno di realizzare il colpaccio in casa dell’Hellas, raggiunto sul 3-3 a metà ripresa prima di un episodio decisivo ai fini del match spettacolare andato in scena nel capoluogo scaligero. Riavvolgendo il nastro Carone sottomisura porta in vantaggio i locali, De Mello li riacciuffa poco prima della sirena del brak dopo due pali colpiti dagli ospiti. Nella ripresa il Nove sonnecchia: becca il 2-1 dopo una quindicina di secondi e anche il tris un paio di minuti dopo (Dal Carso e Donin a segno), riprendendosi dal black out con tenacia risalendo prima sul 2-3 (penalty ok di Campagnaro dopo il fallo subito da Guglielmi) e poi agguantando il pari con lo stesso pivot giallorosso che appoggia in porta al volo facendo intendere che il trend della partita si rovesciato. Ortega (fin qui a secco nel big match) e compagni sferrano lo schiaffo però poco dopo: contestatissimo il fallo che porta a una punizione dal limite, con in terza battuta lo stesso Ortega a ribadire in rete dopo un salvataggio sulla linea e rimpallo favorevole. Match tiratissimo, poi arriva il 5-3 su botta da fuori di Buonanno che, deviata, finisce alle spalle del portiere, con l’ex Carrè Chiuppano a realizzare la doppietta su tiro libero negli ultimi scampoli di match. Rimane a quota 7 punti il Cosmos Nove, dopo il primo blocco stagionale, ma con una prova da squadra di prima di fascia e una sconfitta che non scoraggia affatto la banda del patron Piccoli, pronta al derby con vagoni di ex da una parte e dall’altra (Baccino e Guglielmi su tutti).

Nicolò Filippin (Valli), 2° gol nel torneo

Risultato a sorpresa della giornata, più per le proporzioni che per la frenata dell’ex capolista Valli dopo un tris di sorrisi, la prova maiuscola del Gifema Diavoli. I padovani sfruttano a dovere il fattore campo di Trebaseleghe contro i biancoblu che annaspano dopo 10′ di equilibrio e di pressione sull’esperto portiere Boin. Una volta sotto, i vicentini non riescono a reagire e peccano in concentrazione sulle palle ferme, da cui provengono ben 4 dei primi 6 gol incassati. Va tutto storto ai ragazzi di Matteo Trentin, che pagano dazio a un Gifema più pronto su ogni pallone e che allunga fino al 6-0, prima della reazione d’orgoglio che porta ai centro dello junior Filippin e di Lambert Sanchez (terzo sigillo personale in campionato). Troppo tardi per abbozzare una rimonta, ma con coraggio il Valli ci prova fino alla fine subendo due reti con il quinto di movimento schierato per ricucire per quanto possibile un gao ormai incolmabile.

Il quinto venerdì della stagione del debutto in serie C1 propone la più stimolante delle occasioni di riscatto: ospite a Carrè il caterpillar Hellas, capolista dopo un entusiasmante en plein iniziale.

Nelson Fraccaro (Rossano), l’unico gol della squadra al 1′ porta la sua firma

United Rossano che dopo l’esordio vincente mastica ancora amaro: un punto in tre gare per i Gaccione-boys, che però vendono cara la pelle nel confronto con il Futsal Giorgione. Avvio sprint per i padroni di casa gialloblu, che passano subito avanti con l’evergreen Nelson Fraccaro e tengono l’urto dei giovanissimi di mister Marani, abili però ad alzare il ritmo e a mettere sotto pressione la muraglia di casa: Brunelli su rigore (fallo su Romanato) impatta e nel giro di un minuto passa avanti con Cesari. Nella ripresa arriva poco dopo l’inizio il tris dei giovani di Castelfranco, bravi poi a rintuzzare i generosi tentativi di risalire dei gialloblu, che si schiantano su Dudu e compagni. Per i rossanesi obiettivo tre punti esterni venerdì prossimo, in casa di un Annia Serenissima ancora fermo al palo.

Sull'Autore

Omar Dal Maso