Prima Categoria

Pedemontana supera il Poleo e vola al comando della classifica

Scritto da Federico Formisano

Ci mette meno di mezzora la Pedemontana a regolare i conti con un Poleo in partita solo nel primo quarto d’ora. In attesa dei confronti che contano la squadra di Remonato si iscrive al club delle squadre che possono vincere il campionato..

Pedemontana – Poleo 3-0

Pedemontana: Dagli Orti, Campese, Passuello (Visentin dal 82′), Zanella, Sartore, Stupiggia, Frigo, Piovan (Apolloni dal 70′), Chemello (Tecchio dal 60′), Broccardo (Zordan dal 78′), Battaglin (Zanella dal 57′). A disposizione: Zanconato, Genero, Dal Zotto;  Allenatore Remonato.

Poleo: Refosco, Sella, Petrera, Berlato, Carlassara, Trentin, Rossi A. Lotto, Rossi D. ( Martini dal 64′), Marcolin (Gaspari dal 53), Bonesso (Campana). A disposizione: Bernardi, Sartori, Chadid, Rigoni, Khotbi

Arbitro: Iacopo Longato di Treviso

l’arbitro Longato

Ammoniti: Passuello(Pe) , Petrera (Po), Chemello(Pe) , Zordan (Pe)

Servizio e foto di Federico Formisano

La giornata è inclemente ma il campo di Chiuppano è la classica dimostrazione che se è un campo è stato realizzato con intelligenza può reggere anche a venti giorni di precipitazioni continue: chi entra in campo non si sporca nemmeno le scarpe e i giocatori possono impostare al meglio il loro gioco senza essere condizionati dal fondo, come oggi succede quasi ovunque.

Mister Remonato deve fare i conti con alcuni infortuni pesanti che bloccano sopratutto i suoi difensori (Ballardin, Rinfieri, Tretto, Dal Zotto) ma la qualità del gruppo di cui dispone è tale da consentirgli varie soluzioni : schiera Davide Zanella al centro della difesa  a fianco di Sartore affidandogli in particolar modo la regia arretrata e i giovani Campese e Passuello sulle corsie. Ma Remonato può comunque contare su un team collaudato con un centrocampo di piedi buoni (Stupiggia e Piovan) su due esterni come Frigo e Broccardo e su due bocche di fuoco come Battaglin e Chemello.

Sulla panchina del Poleo siede mister Maino alla prima uscita dopo l’esonero di Herik e anche lui non dispone di tutti i titolari: in particolare gli manca davanti Il suo bomber Radivojevic.

La gara inizia meglio per il Poleo: gli ospiti sono abbastanza manovrieri e disinvolti e tra il 5′ e il 6′ prima Daniel Rossi ben servito sul limite dell’area impegna Dagli Orti ad una deviazione in angolo, poi Lotto tira alto da fuori.

Ma la Pedemontana lascia sfogare gli avversari e alla prima occasione colpisce: su un traversone in area Broccardo si avvita in una plastica rovesciata e Refosco non può nemmeno accennare all’intervento.

Il Poleo reagisce subito e Alessandro Rossi ha una buona palla ma con Dagli Orti in uscita gli consegna praticamente il pallone anzichè provare a superarlo.

La squadra di Remonato, però,  ha un gioco avvolgente che mette in difficoltà gli avversari sopratutto adesso che sono obbligati a scoprirsi: Frigo e Broccardo sulle fasce sono quasi imprendibili ed in area arrivano palloni che Battaglin e Chemello sfruttano spesso al meglio: al 20′ Il colpo di testa di Battaglin è parato ma un minuto dopo arriva il gol del raddoppio con lo stesso bomber della Pedemontana abile a controllare e a realizzare.

Il Poleo subisce anche psicologicamente il raddoppio e non riesce a reagire. Al 30′ Battaglin calcia da buona posizione con la palla che esce a lato senza che Chemello riesca ad arrivarci. E dopo pochi minuti arriva il terzo gol con un rigore concesso per fallo su Chemello e trasformato con freddezza da Battaglin

La gara può dirsi praticamente finita anche perchè gli attacchi del Poleo appaiono abbastanza vellitari.

Maino prova a scuotere la sua squadra con alcuni cambi nei primi minuti della ripresa. Ma senza successo anche se Dagli Orti è decisivo in almeno due interventi. Remonato a sua volta toglie dal campo i suoi giocatori più rappresentativi per non rischiare infortuni e il neo entrato Tecchio cerca gloria ma la sua conclusione finisce sul palo.

La sconfitta del Monteviale con il Le Torri consegna alla Pedemontana la prima piazza in coabitazione proprio con la squadra di Lelj  assieme alla sensazione di un team veramente pronto alle grandi imprese. Certo la gara di oggi non è detto che rappresenti un test probante visto che la resistenza del Poleo è durata solo nella prima parte di gara, ma a noi la squadra di Remonato ha dato una grande impressione di forza, di esperienza e ci è sembrata ben messa in campo da un allenatore che è alla ricerca del riscatto dopo annate non fortunate.

La galleria fotografica della gara

 

Sull'Autore

Federico Formisano