Seconda Categoria

Montecchio San Pietro non demorde, piega l’Alta Valle e insegue le prime

Scritto da Federico Formisano

Montecchio San Pietro – Alta Valle del Chiampo 2-0

Pegoraro al 38′, Trevisan al 88′

Montecchio San Pietro: Meggiolaro, Querci, Zamperetti, Agosti, Schiavo, Urbani, Faccin M.  (Peruffo dal 70) Bedin, Trevisan (Danuso dal 89′), Maccà (Dambi dal 91′), Pegoraro. (Corbetti dal 78′) A disposizione: Zampieri  Dal Lago, Cocco, Cavallon, Faccin L.  Allenatore Rutzittu

Alta Valle del Chiampo: De Seta, Repele, Corato, Fracasso F., Fracasso L.,  Stecco (Fracasso M dal 51′), Piana (Savkovic dal 77′), Melis (Singh dal 46′), Nori, Brunialti , Ferraro (Diba dal 46′),   A disposizione: De Marchi, Allegramente, Zecchin, Sfishta, Cavallaro.  Allenatore Gianesello

Arbitro: Annerino Franzan di Schio

Cronaca e foto di Federico Formisano

L’Alta valle del Chiampo è reduce dal successo sulla capolista Lonigo e cerca di riportarsi in zona play-off anche se il gap nei confronti delle prime è molto elevato; il Montecchio San Pietro punta alla vittoria per continuare a rimanere in alto.

Mister Rutzittu non dispone di Chiarello infortunato e del portiere Dalla Pozza. Schiera Trevisan e Pegoraro di punta con Marco Faccin esterno a destra e Maccà rifinitore avanzato. Dal Lago, Peruffo e Corbetti partono dalla panchina.

Gianesello si affida ai giovani con Nori, Brunialti e Ferraro in campo dal primo minuto e Savkovic e Singh in panchina. Proprio i due ex Real Ferraro e Nori sono le punte avanzate con Piana tornante a destra. La squadra si schiera con la difesa a tre (Corato, Fracasso L e Stecco) il centrocampo a 5 e i due attaccanti.

La partenza del San Pietro è fulminante: dopo un solo minuto Pegoraro effettua una rovesciata che De Seta devia in angolo: sul cross dalla bandierina è Zamperetti a raccogliere di testa mandando però a lato.

L’Alta Valle gradatamente prende le misure anche perchè il gioco del Montecchio San Pietro è condizionato dal campo molto pesante. E’ bastata la pioggia di sabato sul fondo già martoriato e gelato nelle prime nottate di freddo intenso per creare una situazione non ideale per un impianto che generalmente si presenta in buone condizioni: il fraseggio elegante dei vari Bedin, Urbani e Maccà viene spesso bloccato prima dal campo e poi dagli avversari.

Il San Pietro riesce tuttavia ad affacciarsi dalle parti di De Seta con Faccin la cui conclusione termina a lato e con Zamperetti il cui cross al centro viene ribattuto dalla difesa.

Si fa vedere dalle parti di Meggiolaro anche l’Alta Valle al 32′ con un bel contropiede di Ferraro sul cui traversone Nori manda fuori.

Maccà

Due Minuti dopo Pegoraro calcia fuori di poco dopo un liscio della difesa ospite ed è questo il segnale del gol che comunque avviene in maniera abbastanza imprevedibile con un lancio lungo che sorprende la difesa dell’Alta Valle: Pegoraro è una scheggia, supera Fracasso e insacca con un bel tiro ad incrociare sull’uscita del portiere.

La reazione degli ospiti è tiepida e il Montecchio San Pietro potrebbe raddoppiare con Maccà che però manda fuori.

Mister Gianesello prova subito a cambiare passo ai suoi inserendo Diba e Singh. E dopo 5′ è proprio Singh a rendersi pericoloso con un incursione sulla corsia di sinistra, ma Meggiolaro è bravo ed attento e devia in angolo.

La difesa del Montecchio San Pietro è attenta, ben orchestrata da Agosti con Schiavo ben disposto al suo fianco e contiene bene gli avversari.

La rete della sicurezza arriva però solo al 88′ con Trevisan  che raccoglie un ottimo servizio di Peruffo entrato a sostituire Faccin.

Dopo 7′ di recupero l’arbitro fischia la conclusione della gara. con questa vittoria il San Pietro vola a quota 35 ma guadagna solo nei confronti del Lonigo visto che Brendola, Locara e Provese hanno tutte vinto. L’Alta Valle  con questa sconfitta si allontana dalla zona play-off con 15 punti da recuperare sul secondo posto, troppi anche se le 12 gare che mancano alla fine permettono di tenere accesa la speranza di un disperato aggancio

 

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano