Eccellenza

Montecchio: come si gestisce l’emergenza… e inoltre statistiche, presenze e Almanacco !

Scritto da Federico Formisano

Prosegue la nostra inchiesta sul futuro del nostro calcio:   Poniamo agli allenatori delle domande sul momento particolare che stiamo vivendo, ma in attesa e nella speranza di disputare l’ultima parte  di campionato, facciamo anche il punto della sua squadra, con le statistiche delle prime 22 gare, le presenze e le reti realizzate, la rosa della squadra e l’Almanacco  aggiornato.

Archiviamo almeno per il momento la  prima categoria dopo aver sentito i mister di Monteviale, Le Torri, Pedemontana, Azzurra Sandrigo , Grisignano, Zanè, Marola,  Berton Bolzano, San Lazzaro, Summania, Arcugnano e Due Monti.  In precedenza  avevamo fatto lo stesso con gli allenatori delle squadre del girone F di seconda categoria ( Valli, Thiene, Lugo,  7 Comuni, Molina, Orsiana ) e  con quelli delle squadre del girone E (Bp 93, Grumolo,  Junior Monticello,  Union Campo San Martino, Telemar, Grumolo,  Maddalene e Union Olmo Creazzo ) . Oggi è arrivato il momento dell’Eccellenza con Matteo Girlanda mister del Montecchio.

Matteo Girlanda  mister del Montecchio

Come sta vivendo nella quotidianità e nel privato, questo  periodo di allarme Corona Virus?  

Sono abbastanza fortunato perché riesco a lavorare ancora perlomeno per la mezza giornata. Ho approfittato del tempo libero per aggiornare on line il mio patentino di allenatore. Poi abbiamo trascorso qualche tempo con tutti i 14 allenatori del Montecchio per capire come lavorare per la crescita dei ragazzi che ci sono affidati.

Il gol di Pegoraro per l’1-0 del Montecchio (Foto di Sandro Scalabrin)

Come sta organizzando, in collaborazione con la propria Societa’, queste settimane di riposo “forzato”? Come vede la squadra?   

Ho concesso carta bianca al preparatore atletico Alberto Stefani: mi fido di lui e dunque gli affido la cura della preparazione dei giocatori. Avevamo impostato una prima fase con allenamenti misti anche in esterno, ma poi con l’ulteriori restrizioni abbiamo dovuto impostare programmi lavorando in casa con un programma di potenziamento della forza.  Nei ragazzi c’è un po’ di scoramento anche se rimane la speranza di poter riprendere: se il campionato si concludesse così non avrebbero la possibilità di  dimostrare di poter raggiungere i nostri avversari. Anche perché stavamo attraversando un momento  formidabile soprattutto sul piano mentale.

Avrebbe agito diversamente, rispetto alle Direttive emanate?

Non mi permetto di giudicare le decisioni assunte anche perché la materia non è alla mia portata, ritengo comunque che abbiamo deciso per il meglio.

Secondo te quale sarebbe la soluzione giusta per superare la emergenza ?

Se ci fossero i margini sarebbe auspicabile concludere la stagione facendo almeno i playoff, ovviamente dandoci il tempo per arrivare ad una condizione decente per non causare infortuni con una ripresa troppo accelerata. Credo che sarebbe possibile concludere la stagione giocando in ore serali o comunque del tardo pomeriggio. Piuttosto che rinviare la stagione meglio iniziare la prossima più avanti rispetto al solito. Se proprio non si dovesse concludere il campionato accetterei il verdetto del campo e quindi la promozione del Sona attualmente primo, ma credo che sarebbe giusto prevedere una classifica di ripescaggi per le formazioni che sono al secondo posto come noi. Nel caso del Montecchio si è lavorato molto bene a livello di settore giovanile (Gli Juniores sono in testa al campionato Elite, Gli Allievi idem ed i giovanissimi sono secondi nel loro raggruppamento) Quindi si dovrebbe prendere quanto di buono è stato fatto e premiare il lavoro a livello giovanile: in caso di vacanza di posti in serie D credo che il Montecchio potrebbe aspirare ad essere ripescato.

I dati

Il Montecchio  è secondo in classifica. Ha finora raccolto 45 punti ( 25 in casa, e 20 in trasferta) 4 in  meno della capolista Sona; Ha 4 punti di vantaggio sul Castelbaldo terzo, otto punti sul Giorgione quarto e 13 punti su un terzetto formato da Camisano, Borgoricco e San Martino Speme. La squadra ha vinto  14 partite,  ne ha pareggiato 3 , perdendo  in 5 occasioni.   Ha realizzato 37 reti (secondo attacco del girone dopo quello del Sona)  e ne ha subite  23

Montecchio: ecco presenze e reti dopo 22 giornate: Casarotto 22 (11), Santacaterina 22 (1)Equizi 21 (2), Guccione 21 (10), Pegoraro 20 (3), Benetti 18, Dimas 18 (3), Nikolic 18 (1), Mantiero 16, Saggioro 12,  Vanzo 12 (1), Tozzo 12, Caregnato 11, Dani 10, Gashi 9 (1),  Trivunovic 9 (1), Carollo 9, Cecco 8 (1) , Zuddas 8, Stefanello 5, Castagna 2, Raschietti 1, Lucato 1; ceduti a dicembre: Corazza 10, Rigodanzo 8, Mosele, Mucenj 4.

La rosa

portieri Filippo Dani (99 dall’Ambrosiana)  Nicola  Saggioro (2000) , difensori Matteo Benetti  (97),Tommaso Massimo Caregnato (2000), Equizi  (97 dal Levico), Milos Nikolic (90), Marco Raschietti (2000), Lorenzo Stefanello (2000), Lorenzo Tozzo (2002 dal Verona),  Mattia Vanzo (86) centrocampisti Enrico Carollo (2001), Andrea Mantiero (2000), Tommaso Pegoraro (98) Giulio Santacaterina (96), Nicola Zuddas (99),   attaccanti Matteo Casarotto (98), Concalves Dimas (84 dal Chions), Shaban Gashi (99 dal Garda),  Giovanni Guccione (89 dal Caldiero), Victor Trivunovic (2002) .

L’Almanacco 2019/20

Sull'Autore

Federico Formisano