Promozione

Montebello, il racconto di Francesco Lissandrini, con i dati sulla squadra

Scritto da Federico Formisano

Per la Promozione abbiamo già sentito Sandonà del Bassano, Benvegnù dello Schio,  Umberto Lovato della Virtus Cornedo, Contro della Marosticense, Battaglia del Rosà, Borotto del La Rocca Altavilla,  Vallarsa del Tezze

Oggi abbiamo intervistato il difensore del  Montebello  Francesco Lissandrini  che da 3 anni gioca nella squadra  del suo paese dove vive e studia Economia e Commercio in quel di Verona.
Cresciuto nel vivaio del Montebello classe 1996,  ancora bambino a  11 anni passa al Montecchio dove gioca per 10 anni consecutivi tra settore giovanile e prima squadra, dove debutta giovanissimo a 16 anni con mister Farinello in coppa Italia serie D, per poi rimanere 6 campionati sempre titolare tra eccellenza e promozione. Nel 2017- 18 passa al Montebello dove l’anno scorso vince il campionato di prima categoria ai play – off  portando insieme alla squadra e mister Bognin per la prima volta i bianco- rossi in promozione dopo quasi mezzo secolo.

Come stai vivendo questo delicato momento ?

Personalmente questo momento lo passo quasi esclusivamente al computer per seguire le lezioni dell’università di Verona, dopo la laurea in Economia dell’anno scorso sto per finire la specializzazione, poi qualche calcio tennis con mio fratello in giardino, e poi la tv. Questo è un momento unico nella storia recente, per noi giovani quasi incomprensibile, essere privati della libertà è una lezione di vita, difficile ma inevitabile.”

Lissandrini, Rebass, Spadetto e Pertile gioiscono per una vittoria

Da ieri sembra assodata la sospensione del campionato, secondo te quale e’ la soluzione piu’ giusta.

“ Ricominciare sarebbe molto bello,la cosa che più desidero, da una vita sono al campo 4 sere alla settimana più la domenica, ma capisco anche che è molto rischioso ancora per molto tempo. Se ci daranno il via abbiamo bisogno di un periodo di preparazione per poi finire il tutto anche a fine giugno. Vedo il tutto difficile, assembramenti sociali, allenamenti, partite anche fuori provincia , per ora rimane un sogno…questo virus ci cambierà la vita per molto tempo.”

Lissandrini Francesco

Con i tuoi compagni vi sentite spesso ?

“ Certo, anche con lo staff di mister Venturini attraverso i social è facile scambiarsi idee, mi sento spesso anche con i compagni di 2 anni fa con i quali avevamo creato un grande spogliatoio in fatto di amicizia e risultati sportivi. Sono sempre in contatto anche con i compagni di tante battaglie a Montecchio dove ho vissuto grandi campionati, contro squadre importanti.”

Dai un giudizio seppur parziale sul campionato in generale,  e nello specifico della tua squadra

“ Il livello in generale è molto buono,con squadre veramente attrezzate e un livello tecnico molto alto. Penso che nonostante manchino 8 partite il quadro in alto della classifica era già delineato con Bassano, Schio un passo avanti rispetto alle altre. La sola zona play – out è ancora tutta  da scoprire, con molte squadre in pochi punti.  Per il mio Montebello sono molto orgoglioso di quello che abbiamo fatto, anche perchè molti ad inizio stagione ci davano per spacciati. Fino a dicembre eravamo la miglior difesa del campionato e gennaio ci aveva proiettati in zona quasi play – off…..poi febbraio alcune sconfitte ci hanno fatto tornare con i piedi per terra, ma va benissimo così.


Per concludere chi ti ha impressionato come giocatore, in particolare qualche attaccante visto che gli hai osservati da vicino.

Senza ombra di dubbio dico il mio ex compagno a Montecchio  Francesco Pilan dello Schio, passo di altra categoria, fisico importante, giocatore difficile da marcare. Dico anche Miloradovic del Cornedo,attaccante imprevedibile, dotato di grande talento calcistico, lui può risolvere le partite da solo. Per ultimo ti dico Pieropan delle Tezze, i gol parlano per lui, sempre in doppia cifra ogni campionato,un vincente.

 

I dati

Il Montebello  è  appaiato al La Rocca  con 29 punti ( 17 in casa, e 12 in trasferta)  ed è staccato di quattro punti dal terzetto delle squadre quinte in classifica (Tezze, Rosà  e Marosticense).   Ha vinto  7 partite,  ne ha pareggiate 8, e ha perso 7 volte. Ha realizzato 24 reti  e ne ha subite  23 (quarta difesa del campionato per numero di gol subiti).

Montebello: Baraldo Andrea 22a, Lissandrini Francesco 22 (1 ), Pertile Nicolas 22, Rebbass Fouad 21 (1),  Veneroso Valentino 20 (1), Dal Lago Alessandro  20  (4), Dal Lago Elia 20 (1), De Toni Davide 19, Diquigiovanni Nicolo 20, Doria Yao Kevin 18 (2),  Spadetto Luis 18  (10), Confente Gabriele 16, Nastellis Manuel  16 (1), Met Hasani Igli 9,  Dal Lago Alessio 9,  Di Cristo Mario  9, Miloradovic Alexander  8, Nessuna presenza: Fossa Stefano, Bon Daniele , Rebellin Dario Ceduti a dicembre: Meneghetti Mauro ( 9) Rovetti Francesco ( 8 ) Cunico Andrea ( 2 ) Dall’Omo Marco ( 2) Marzari Lorenzo ( 1 )

 La rosa

La rosa: portieri: Andrea Baraldo (92 dal Tregnago),  Paolo Bruzzo (2004 dal vivaio),  Stefano Fossà (93 dal Grancona),  difensori:  Daniele  Bon (2002 dal vivaio), Alessio  Dal Lago (87)  Nicolò Diquigiovanni (2000 dal Montecchio)  Francesco Lissandrini (96), Nicolas Pertile (93),  centrocampisti: Gabriele Confente (89), Davide De Toni (93 dal Trissino), Alexsander Miloradovic (2001 dal Montecchio), Manuel Nastellis (2002 dal Vicenza), Dario Rebellin (2000 dalla Seraticense), Fouad Rebass (93),  Valentino Veneroso (93); attaccanti:  Alessandro Dal Lago (2000 dalla Belfiorese) Yaoi Kevin Doria (96 dallo Schio), Igli Met Hasani (2001 dal Montecchio), Luis Spadetto (89, di ritorno dal Portogallo)

 

L’Almanacco 2019/20

 

La nostra inchiesta corredata dai dati aggiornati (presenze e reti, statistiche, rosa e staff delle squadre) ci ha  portato finora a sentire gli allenatori di queste squadre:
Eccellenza:  Matteo Girlanda mister del Montecchio e Federico Molinari del Camisano
Promozione girone B (Giocatori): Sandonà del Bassano, Benvegnù dello Schio, Lovato del Cornedo, Contro della Marosticense, Battaglia del Rosà, Borotto del La Rocca, Vallarsa del Tezze
Prima categoria girone C: Lazzaron del Monteviale, Lelj del Le Torri,  Remonato della Pedemontana, Nicolè dell’Azzurra Sandrigo , Rosin del Grisignano, Bozzetto dello Zanè, Zuccon del Berton Bolzano, Motterle del San Lazzaro, Fontana del Summania, Cogno dell’Arcugnano e Zordan del Due Monti.
Seconda Categoria girone F : Lorenzi del Valli, Colombo del  Thiene, Dal Bianco del Lugo,  Baù del  7 Comuni, Poletto del Molina, Scarpinato dell’ Orsiana
Seconda Categoria girone E : Mariga del Bp 93, De Franceschi del Grumolo, Cesarano della Junior Monticello,  Masiero dell’ Union Campo San Martino, Maggi del  Telemar, Dal Lago del Maddalene e Rizzotto dell’ Union Olmo Creazzo

 

Sull'Autore

Federico Formisano