Edicola EVIDENZA

L’edicola del martedì: Ruzza possibilista e fase due in arrivo

Scritto da Federico Formisano

Calano del 90% i ricoveri di nuovi malati e si comincia a parlare di fase due. Intanto Ruzza parla a Lunedi in campo (ne riferiamo ampiamente) e nega di aver mai parlato di sospensione dei tornei. Adesso dice dobbiamo aspettare…

Le notizie pubblicate ieri sul nostro sito:

http://www.calciovicentino.it/2020/04/06/ledicola-del-lunedi-due-buone-notizie/  Le interviste, i vostri commenti, e il consueto bollettino sul Covid.

http://www.calciovicentino.it/2020/04/05/emergenza-coronavirus-voi-come-la-pensate/ dopo i primi pareri pubblicati sabato, altri 14 dirigenti, ci dicono la loro sulla situazione del nostro calcio.

http://www.calciovicentino.it/2020/04/06/longare-il-punto-di-vista-di-riccardo-zanin-e-i-dati-sulla-squadra/Riccardo Zanin fa il punto della situazione in casa  Longare ed inoltre le presenze e le reti realizzate finora , la rosa e le statistiche della squadra.

A

Almanacco: Continuiamo la pubblicazio ne delle pagine dell’Almanacco come immagini ridotte.  Queste sono le pagine dedicate al Longare

B     

Bollettino Coronavirus :   I ricoveri dei nuovi malati per coronavirus calano del 90% in una settimana e il governo comincia ad affrontare concretamente il nodo di come ripartire dopo un mese di lockdown: quali attività produttive riaprire e con che modalità, test sierologici su larga scala, differenziazione delle misure di contenimento per fasce d’età e per aree geografiche, utilizzo di mascherine laddove non è possibile il distanziamento sociale. Il primo passo verso la Fase 2 è il vertice convocato nelle prossime ore dal premier Giuseppe Conte con alcuni ministri e il Comitato tecnico scientifico. Un appuntamento cruciale per avere quelle indicazioni che poi la politica dovrà tradurre in misure concrete. I numeri – se si manterranno nel trend attuale – dicono infatti due cose: la prima è che il contenimento tiene, con la diffusione del virus che sembra anzi rallentare. I dati positivi sono da rintracciare nel calo, per il terzo giorno consecutivo, dei malati ricoverati in terapia intensiva – oggi sono 79 in meno – e nel drastico calo dei nuovi ricoveri nell’ultima settimana. Il presidente del Consiglio Superiore di Sanità Franco Locatelli ha già fatto sapere che serviranno ancora «pochi giorni» per validare i test sierologici da utilizzare su larga scala, uno strumento che consentirà di mappare gli immunizzati, dunque chi in teoria può tornare ad uscire senza essere un pericolo per sé e per gli altri. Ed è verosimile che le prime riaperture avverranno per aree geografiche, privilegiando le meno colpite (dal Giornale di Vicenza)

Sono 132.547 i  contagiati in Italia (attualmente positivi 93.187). Le  guarigioni sono 22.833 con un incremento di 1022  in un giorno.   Purtroppo anche 16.523  decessi con la minor crescita di morti dalla metà di marzo ( 9202,  dei quali in Lombardia, la regione che da sola ha il 60% dei decessi ).  Sono 11.698 i malati nel Veneto, 110 in più rispetto a ieri mattina.  Sono 684  le persone decedute: 7 più di ieri. Inizia ad essere significativo i dati dei dimessi 1225 Le persone attualmente ricoverate in terapia intensiva sono 316, in calo di 6 rispetto ad ieri. 1715  invece i casi della provincia di Vicenza con  90 persone ricoverate al San Bortolo, 20 delle quali in terapia intensiva. E in provincia finora ci sono stati 91 decessi.

Vicenza  è sempre al quarto posto dopo Padova che ha 2794 casi, Verona con 2792 casi,  Treviso con  1731, e davanti a Venezia che ha 1508 casi.   A Vo non si registrano casi nuovi (e sono solo 17 gli attuali positivi con 67 persone negativizzate).  La dinamica in Veneto dice che c’erano 25 casi lunedì 24 febbraio, 45 martedì, 71  mercoledì, 98 giovedì,  116 venerdi e 151 Sabato, 223 domenica.  265 lunedì 2 marzo , 291 martedì, 333 mercoledì, 386 giovedì, 459 venerdì,  511 sabato, 598  domenica, 744 lunedì 9 marzo, 771 martedì, 913 mercoledì, 1023  giovedì, 1673 venerdì, 1994 sabato, 2246 domenica,  2451 lunedi 16 marzo,  2670 martedì,    2923 mercoledì, 3384 giovedì , 3751 venerdi, 4237 sabato, 4809 domenica, 5272 lunedì, 5638 martedi, 6069 mercoledì, 6583 giovedì, 7200 venerdì, 7735  Sabato, 8100  domenica scorsa.

C’è anche un nuovo sito per seguire gli aggiornamenti regione per regione: www.italiatuttobene.it

C

Calciatori e sportivi colpiti dal Corona Virus :  Vacca del Venezia positivo! Venezia FC informa che il calciatore Antonio Junior Vacca è risultato positivo al test per l’identificazione del Coronavirus-COVID-19. Attualmente Antonio Junior Vacca si trova in isolamento presso la sua abitazione. Le sue condizioni di salute sono migliorate poiché ad oggi il giocatore ha superato la fase sintomatica. La società nei prossimi giorni si adopererà per far porre in essere le misure necessarie di verifica sullo stato di salute degli altri tesserati e dipendenti.La Fiorentina ha reso noto che in seguito agli esami e ai test clinici effettuati in questi ultimi giorni, i giocatori Patrick Cutrone, German Pezzella e Dusan Vlahovic sono risultati negativi al virus dopo essere rimasti contagiati. Nel comunicato ufficiale la Viola scrive: “Ringraziamo ancora una volta medici, infermieri e strutture ospedaliere che continuano a prestare la propria assistenza a tutti coloro che ne hanno bisogno in un momento così critico e delicato per il Paese e il mondo intero”.

Il mondo dello Sport ha pagato una pedaggio al Corona Virus: è morta anche la mamma dell’allenatore del Manchester,  Pep Guardiola.  Il medico sociale dello Stade Reims Bernard Gonzalez, di 61 anni, si è suicidato dopo essere stato trovato positivo al coronavirus. Nei giorni scorsi sono morti l’ex  presidente della Federazione Italiana Cicilistica, Giancarlo Ceruti, 67 anni, l’ex presidente del Real Madrid, Lorenzo Sanz e gli anziani ex  ciclisti De Zan e Barozzi, oltre all’ ex pugile, campione europeo Angelo Rottoli.  Sta guarendo, invece il portiere Pepe Reina, ex Napoli e Milan, attualmente all’Aston Villa,  mentre è grave l’ex portiere del Barcellona, Rustu Recber. 46 anni. Dalla Turchia, oltre a Recber arriva anche la notizia della guarigione di Fatih Terim ex allenatore del Milan e della Fiorentina.  Finora i giocatori colpiti sono Marco Sportiello dell’Atalanta  Zaccagni del Verona, Fabio Depaoli, Bartosz Bereszynsky, Manolo Gabbiadini, Omar Colley, Albin Ekdal, Antonino La Gumina  e  Morten Thorsby della Sampdoria.    Patrick Cutrone, German Pezzella e Dusan Vlahovic, della Fiorentina, Matuidi, DybalaRugani della Juventus, Daniel Maldini del Milan.   Inoltre ci sono alcuni giocatori di C (Reggiana, Vis Pesaro, Pianese) oltre a Saraniti del Vicenza.. In premier league inglese sono risultati positivi tre giocatori del Leichster mentre sono stati colpiti dal Corona l’allenatore dell’Arsenal e un giocatore del Chelsea. Dopo  il primo positivo in Germania, Luca Kilian, del Paderborn sono arrivati anche Hubers e Horn del Hannover e un giocatore dell’Hertha Berlino.  Inoltre sono stati contagiati tre giocatori del Valencia, tre giocatori dell’Alaves, sei dell’Espanyol.

Castelgomberto: http://www.comune.castelgomberto.vi.it/2020/04/donazioni-per-emergenza-coronavirus/ In momenti di difficoltà ci sentiamo tutti partecipi della stessa partita  C’è’ la faremo perché siamo un grande paese

Commenti: ecco gli ultimi commenti pubblicati ieri sul nostro sito: Moreno Maino (allenatore) : Secondo me i campionati li concluderanno.Non ha senso concludere questo ed iniziarne uno dopo. Si tratterà di slittare magari più in là con i tempi, anzichè iniziare la nuova stagione, si inizia ad Ottobre;  sarebbe una cosa più logica. Capisco sospendere ma allora non inizi neppure il nuovo campionato. Ma concludere per iniziare subito dopo un campionato nuovo mi dite che senso ha?

Fabio Maimone (allenatore) : Penso che se i segnali di miglioramento degli ultimi giorni dovessero proseguire allora potrebbe essere pensabile ultimare la stagione fra fine maggio e giugno, ovviamente a porte chiuse. Credo che comunque si debba in ogni caso tenere in considerazione la classifica di questa stagione e assegnare promozioni e retrocessioni. Non vedo positivamente la soluzione del colpo di spugna che cancella la fatica e i risultati di 7 mesi di lavoro.

Fabio Bagnara (direttore sportivo Trissino): I campionati si devono considerare finiti. Spero tengano conto della classifica attuale: la prima sale l’ultima retrocede.  Non troverei corretto congelare tutto come se non fosse esistita l’annata calcistica.

Questi gli ultimi commenti di oggi:

Paolo Dalla Zuanna (ex presidente e dirigente del Valbrenta):  Ognuno avrà i suoi buoni motivi per pensarla a modo suo: ma io non sono d’accordo sulla ripresa dei campionati.

Paolo Dalla Zuanna

Riccardo Lorenzetto (allenatore): I campionati devono considerarsi terminati; io non congelerei tutto ma terrei conto della classifica attuale: la prima sale e l’ultima retrocede. Nessuno deve essere messo nelle condizioni di rischiare nulla a livello di salute.

Lorenzetto Riccardo

Lorenzo Mariga (allenatore del Bp 93): Quale presidente,  quale società,  che si prenderà la responsabilità di far entrare in un campo di gioco con tutto quello che è successo,  sta succedendo,  e succederà ‘, perché non abbiamo “date certe” di scomparsa del virus! Io stesso che alleno “ho paura ” che vengano prese decisioni di ripartenza, ma chissà fino a quando!! E poi ritorniamo “sulla terra” i problemi al giorno d’oggi sono altri,  per tutti!  E non mi dilungo ad elencarvi quali,  solo per dirvi il mio che lavoro 12 ore al giorno adesso essendo io un lavoratore “essenziale ” , e di tornare a casa alla sera ed esser sicuro di “star bene “, per  la mia famiglia,il mio bambino!!  Scusate lo sfogo ma era un po’ che avevo volontà di scrivere questo mio pensiero!! PS,  Sottinteso e ben inteso che delle decisioni della federazione non ho nessun interesse!!  (su questo Lorenzo permetterci di non essere del tutto d’accordo, visto che la tua squadra è prima con tre punti sulla seconda, e che le decisioni della Federazione potrebbero proiettarvi nella categoria superiore oppure lasciarvi in seconda categoria oppure ancora farvi disputare le otto gare che mancano rischiando di farvi raggiungere e superare dalle squadre che stanno dietro, e noi crediamo che passi qualche differenza)

Mariga

G

Gol al Corona Virus !!!!   Ieri ha versato un importante contributo anche il Valbrenta, mentre ha iniziato a raccogliere fondi per la comunità il Castelgomberto.  Queste le società che hanno finora provveduto a destinare somme per gli ospedali di Bassano, Padova, Vicenza, Santorso e per la Croce Rossa di Verona est.

7 Comuni,  7 Mulini, Academy Plateola,  Aia Vicenza, Altavilla, Alte, Altivolese,  AltoAstico Cogollo,  Azzurra Maglio, Azzurra Sandrigo,  Bassan Team Motta,  Bassano,  Belvedere, Berton Bolzano, Bissarese, Breganze, Brendola,  Calcio Vicentino,  Calidonense, Camisano,  Castelgomberto,  Chiampo, Due Monti, Eurocalcio, Futsal Cornedo, Grantorto, Grisignano, Junior Monticello, La Contea,  Lampo, Le Torri,  Longare,  Lugo, Malo, Molina, Montebello, Novoledo, Pedezzi,  Poleo, Pozzetto,  Real San Zeno,  Real Valdagno, Sambonifacese, San Giovanni Ilarione, San Vitale, San Vito Bassano,  San Vito Cà Trenta, Sarcedo, Schio, Silva, Solagna, Sovizzo,  Spes Pojana, Telemar, Thiene, Transvector, Treschè Conca,   Trissino, Unione La Rocca, Union Olmo Creazzo, Valbrenta Valdalpone, Zanè  Sono pervenute anche offerte di singoli giocatori, allenatori o dirigenti.

Gran Gala del CalcioVa in archivio per quest’anno il Gran Gala del Calcio. La decisione è stata assunta concordemente dal nostro sito e dall’Aiac e quindi non ci sarà la votazione per il miglior allenatore a cui negli anni passati veniva consegnata la panchina d’oro.  Come sito abbiamo però deciso che premieremo comunque i migliori cannonieri dei nostri campionati e lo faremo in maniera itinerante. Ad inizio stagione i nostri inviati andranno nei campi e prima della gara consegnaranno al migliori cannonieri di tutti i gironi vicentini il Trofeo. Verrà premiato anche il giocatore che acquisirà il miglior punteggio secondo un confronto fra tutti i gironi.

M

Monte di Malo: Il presidente Pozzer chiarisce quanto riportato nell’articolo sportivo di ieri Calcio Vicentino.

L’ultima partita risale al 16 Febbraio 2020, in un gara interna vinta contro il New Team, poi una settimana di allenamento e il blocco totale come comunicato nei nostri canali ufficiali. I giocatori blues si sono allentati a casa, con costanza fino ad un paio di settimane prima del blocco totale.
Ora, se si pensasse ad una ripresa delle attività servirebbero come minimo un paio di settimane per riuscire a tornare in una discreta condizione fisica. Il rischio principale infatti è quello degli infortuni. Chi è del settore capisce bene la differenza tra correre nelle vicinanze della casa ed allenarsi con i compagni in un campo da calcio: l’intensità, i cambi di direzione e la stessa muscolatura è sottoposta a stress totalmente diversi.
Non è nemmeno sicura la posizione del governo in merito alla riapertura delle attività sportive dopo il 13 Aprile. Sebbene i numeri del contagio sono confortanti, almeno negli ultimi giorni, c’è sempre il rischio di contrarre il virus.
Il campionato di terza categoria doveva terminare entro il 10 Maggio e forse nelle ipotesi più ottimistiche si potrebbe riprenderlo proprio in tale data.
Dalle parole del presidente risulta però difficile concludere il campionato: “In un ambiente dilettantistico i mesi estivi sono di assoluto relax e il tempo disponibile viene dedicato alle rispettive famiglie” e aggiunge “qualora si volesse comprimere il campionato giocando anche in turni infrasettimanali sarebbe comunque di difficile attuazione perché molti giocatori lavorano fino alle 19”.
Dalle dichiarazioni del presidente traspare quindi la volontà di terminare il campionato; per quanto riguarda le eventuali promozioni il Presidente è molto chiaro: “Nel nostro girone ci sono 2 squadre che hanno dimostrato di avere una marcia in più sarebbe davvero un peccato per l’Azzurra Maglio e il Breganze vanificare gli sforzi che hanno fatto annullando il campionato.”
Al gruppo di testa mancano però gli scontri diretti che possono confermare o ribaltare la classifica.
Infine conclude: “Accetteremo e ci adegueremo come abbiamo sempre fatto alle decisioni della LND”.

il presidente Pozzer (ultimo a destra in alto) con la sua squadra

 

P

Penzo: a 98 anni è deceduto Gino Penzo, ex calciatore del Thiene ed ex allenatore delle giovanili rossonere. Nel libro di Saugo e Benedetti Vallenari,  “Glorioso Thiene” si ricorda la formazione del 1949/50 con alcune glorie  del calcio rossonero come Toni Moro, Vasco Padrin, Sandro Puppo (allenatore giocatore ed ex della Nazionale Italiana) ed altri nomi noti.  Penzo aveva giocato anche con lo Schio e con altre formazioni thienesi.

R

Rossi: Il Covid 19 si è portato via anche Corrado Rossi, di Arsiero, 74 anni, conosciuto in provincia per essere stato allenatore del Summania e dell’Alto Astico Cogollo. Lascia la moglie Nedda e i figli Carlo, Paolo e Matteo. Oltre ad un bel ricordo dei colleghi e degli avversari. Piergiorgio Bonato del Lakota ne ricorda le doti umane e il carattere. Chiara Diletta Rizzato segretaria dell’Alto Astico Cogollo, rammenta la sua umanità “Mi portava sempre cuscino e copertina perché diceva che ero delicata”

Il giornale di Vicenza lo ricorda così: Per 60 anni ha calcato i campi da calcio, dapprima come portiere del leggendario Cimone. Poi, per mezzo secolo, come allenatore in molte società, quasi sempre nei settori giovanili. Si era messo in luce nei primi anni ’80 con la squadra esordienti dell’Ac Velo, arrivando secondo in campionato alle spalle del Piovene, sciorinando pressing, raddoppi, fuorigioco, ritmo, possesso palla, uniti a regole di comportamento. Fu tra i fondatori della società “Alto Astico Posina”. Il ds Giancarlo Gaspani: «Credeva nella possibilità di fare buon calcio in questa valle».

Ruzza:  Ieri sera il presidente Ruzza ha partecipato alla trasmissione Lunedi in campo; dopo una premessa in cui ha fatto presente le decisioni assunte proprio ieri dalla Lega di A (che pubblichiamo sotto), la decisione del governo sulla Scuola, le dichiarazioni del Presidente Gravina sulla conclusione quasi scontata dei campionati giovanili, la comunicazione dei medici sportivi, le decisioni della Lega di serie C, il rinvio degli Europei e delle Olimpiadi, ha detto “Noi comunque non abbiamo mai detto che sospendiamo i campionati. Sarebbe un arbitrio e dobbiamo aspettare. Ricominciare è un desiderio di tutti. Ma la razionalità ci impone di valutare gli elementi che ho menzionato in premessa. E d’altra parte dobbiamo evitare i contenziosi e i ricorsi. Assumere una decisione che non scontenti sarà molto ma molto difficile”. Alla domanda su quali sono le ipotesi allo studio Ruzza ha preferito glissare evitando una risposta diretta. “E’ una domanda da un miliardo. Non mi sento di anticipare nulla– ha detto il presidente regionale del CRV . E all’altra questione su quale sia la dead line, ha replicato dicendo che al momento sia impotenti a stabilire una data; bisogna valutare la situazione sanitaria. Dopo Pasqua ed in base alle ordinanze che verranno fatte. “Spetterà all’Autorità politica decidere”.   Infine Ruzza ha risposto anche ad altre due domande sul format dei campionati ( “Potrebbe anche cambiare, abbiamo ricevuto tante proposte e tante idee e le valuteremo assieme tutti”)  e sulla possibilità di continuare l’attività anche dopo il 30 giugno (“Ribadisco la mia posizione al riguardo sulla necessità di garantire prima di ogni altro cosa la salute e il lavoro, ma valuteremo con le altre regioni e rimarremo all’interno di un quadro nazionale”).

Ruzza

S

Serie A: Si è tenuta ieri alle 12 l’assemblea di Lega di Serie A con all’ordine del giorno l’impatto del Coronavirus sul sistema calcio, il taglio degli stipendi di calciatori, allenatori e tesserati e sull’eventuale ripresa del campionato. Questa la nota emanata dalla Lega:

Linee guida Lega Serie A su riduzione compensi a calciatori, allenatori e tesserati federali della prima squadra

Il contesto sopra descritto richiama tutti ad un atto di forte responsabilità, con i Club pronti a fare la propria parte sostenendo ingenti perdite per garantire il futuro del calcio italiano. Perdite che necessariamente dovranno essere contenute incidendo sulla riduzione dei costi, la cui principale voce per le Società è rappresentata dal monte salari. In linea con le azioni volte a diminuire il costo lavoro adottate a livello nazionale e internazionale, la Lega Serie A ha deliberato oggi, all’unanimità con esclusione della Juventus che ha già raggiunto un accordo coi propri giocatori, una comune linea di indirizzo per contenere l’importo rappresentato dagli emolumenti di calciatori, allenatori e tesserati delle prime squadre. Questo intervento, necessario per salvaguardare il futuro dell’intero sistema calcistico italiano, prevede una riduzione pari a 1/3 della retribuzione totale annua lorda (ovvero 4 mensilità medie onnicomprensive) nel caso non si possa riprendere l’attività sportiva, e una riduzione di 1/6 della retribuzione totale annua lorda (ovvero 2 mensilità medie onnicomprensive) qualora si possano disputare nei prossimi mesi le restanti partite della stagione 2019/2020. Resta inteso che i Club definiranno direttamente gli accordi con i propri tesserati.

Termine della stagione sportiva 2019/2020

La Lega Serie A sta seguendo l’evoluzione dello scenario in stretto coordinamento con la Uefa, la FIGC e l’ECA. È stata confermata la volontà di portare a termine la stagione e di tornare a giocare, senza correre rischi, solo quando le condizioni sanitarie e le decisioni governative lo consentiranno.

L’Assemblea riunita oggi ha inoltre analizzato le raccomandazioni per la ripresa di gare e allenamenti delle varie discipline sportive prescritte dalla Federazione Medico Sportiva Italiana, alla luce dell’attuale situazione di emergenza sanitaria. A tal proposito entro fine settimana la Federcalcio emanerà le relative norme medico sanitarie.

V

Valbrenta: Il Valbrenta ha effettuato un bonifico di 2000 euro a favore di Elios Onlus per il Corona Virus. Circa la metà di questa somma è stata messa a disposizone dai giocatori della prima squadra, dalla cassa multe. La società ringrazia tutti coloro i quali hanno contribuito alla raccolta ed in particolare i ragazzi della prima squadra che hanno dimostrato una grande sensibilità.

Vicenza:  E’ nato Leo figlio secondogenito di Daniel Cappelletti, giocatore del Vicenza. A Daniel e alla mamma Chiara le congratulazioni della nostra redazione.

Domani sera, alle 20.30, in diretta YouTube il primo webinar organizzato dal nostro settore giovanile! Prosegue così, anche a distanza, il progetto di formazione pensato per gli allenatori delle società del territorio.  In questa particolare occasione il webinar sarà aperto a tutti e basterà andare sul canale YouTube della nostra società (www.youtube.com/lrvicenza) per poter seguire la diretta. Relatore per l’occasione sarà mister Tommy Dal Santo, tecnico dell’Under 13, che affronterà il tema: “Il ciclo del gioco”. L’argomento (trasversale a tutte le categorie, dai più piccoli, fino agli adulti) sarà trattato mettendo in evidenza i principi e gli aspetti tattico-tecnici che caratterizzano le varie fasi di gioco (possesso, non possesso, transizioni). Partendo dalla costruzione del gioco, si arriverà alla fase di finalizzazione, passando per le situazioni di perdita e  riconquista della palla, il tutto completato con proposte pratiche di allenamento per il raggiungimento degli obiettivi.

La Berretti del Vicenza

W

Weteam app: Con il momento del tutto peculiare che il calcio sta vivendo le società potrebbero attraversare,  nel prossimo futuro un periodo di crisi economica che toccherà inevitabilmente anche il settore dilettantistico e WeTeamApp potrebbe essere uno strumento utile per poter aiutare le società ad allestire le migliori squadre possibili in funzione delle proprie possibilità, ottimizzando i costi. Calciovicentino prosegue quindi la collaborazione con WeTeamApp l’innovativa web app che innova il calciomercato dei dilettanti.
Abbiamo deciso di intraprendere questa partnership perché riteniamo che il servizio offerto da WeTeamApp sia unico nel suo genere facilitando l’interazione tra i vari soggetti del calcio dilettantistico: Società, direttori sportivi, giocatori e staff tecnico, e permetta Loro di trovare tutte le informazioni ed i contatti per facilitare i trasferimenti e la ricerca di nuove squadre.

Con questo sito le Società ed i direttori sportivi avranno molte più possibilità di trovare e contattare i profili di proprio interesse usufruendo di un database innovativo che permetterà di trovare profili specifici in funzione dei propri dati (indirizzo, ruolo ricercato ecc) in modo da visualizzare i profili in ordine di distanza dalla propria Società, dando la possibilità di ottimizzare i rimborsi spese per ogni ruolo ricercato.

I direttori sportivi potranno essere iscritti solo dalle proprie Società in modo da poter garantire la veridicità dei profili.
In alternativa i direttori sportivi potranno richiedere l’iscrizione direttamente a WeTeamApp inviando una mail a l’indirizzo info@weteamap.com inserendo: nome, cognome, squadra, email, foto personale.

Qui sotto trovate il video tutorial molto utile per scoprire tutte le funzionalità di WeTeamApp
https://youtu.be/taGO9chuo3s

Entrate in www.weteamapp.com ed iniziate ad ottimizzare le vostre ricerche e contatti

Per maggiori informazioni contattate: info@weteamapp.com

 

 

info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

Sull'Autore

Federico Formisano