Serie D

Cartigliano: cosa ne pensano i giocatori, e inoltre statistiche

Scritto da Federico Formisano

Abbiamo chiesto ad alcuni giocatori del Cartigliano il loro parere su questa situazione.

Come  ti stai adeguando a questa nuova vita, lavori, riesci a svolgere una minima attività sportiva?

Alex Pellizzer: Dopo un paio di settimane di fermo forzato per la febbre ho ripreso a lavorare.. mi sto allenando un paio di volte a settimana con altri ragazzi tramite videochat

Pellizzer

Jurgen Murataj: ho trascorso e continuo a trascorrere molto tempo con mio figlio e mia moglie

Murataj

Edoardo Di Gennaro: In questo periodo sto lavorando tanto quanto prima visto che svolgo la professione in uno studio di commercialisti.. il tempo per allenarsi quindi non è moltissimo però sto seguendo un programma personalizzato che mi ha fornito il fisioterapista per il recupero del ginocchio post operazione del legamento crociato anteriore..

 

Di Gennaro

Paolo Camparmò: Lavoro in Smart working sempre 8 ore giornaliere. Mi sto allenando praticamente ogni giorno nella speranza di ricominciare e portare a termine la bella esperienza cominciata a dicembre
 

Tu come pensi che finirà questa fase? Il campionato riprenderà, verrà sospeso e si ripartirà con le stesse squadre? Ne avete parlato tra di voi ?

Alex Pellizzer: Credo che la cosa principale è importante sia quella di raggiungere il prima possibile il contagio 0 e poi ripartire.. a mio parere il campionato non può riprendere si rischierebbe di ricominciare a far girare il virus e ci troveremo al punto di prima.. per quanto riguarda promozioni e retrocessioni sarebbe giusto che ci siano perché chi si trova primo in classifica vuol dire che qualche merito ce l’ha ed è giusto che salga di categoria

Edoardo Di Gennaro: Io credo che in questo momento sia più importante la salute rispetto al campionato.. bisogna valutare giorno dopo giorno come evolve la situazione.. se più avanti le cose si sistemeranno allora si potrà riprendere il campionato altrimenti finirà così com’è adesso..

Jurgen Murataj: Penso che la priorità in questo momento sia la salute delle persone quindi se dovessero decidere di sospendere il campionato approvo…in questo momento credo che non ci siano le condizioni per ripartire e sinceramente non so dirti cosa succederà è una situazione difficile da gestire

Paolo Camparmò: Sinceramente penso sia impossibile fare previsioni!al momento ci sono troppe variabili e non c’è ancora un punto di fine! Ho paura che la ripresa non sarà vicina e ripartire è dura…Si valuterà giorno per giorno come migliora la situazione! L’importante sarà avere le idee chiare…sicuramente si accontenterà qualcuno e qualcuno meno…

La stagione del Cartigliano è stata caratterizzata da due fasi, una esaltante all’inizio, una seconda in cui i risultati hanno tardato a venire. Vi siete dati una spiegazione delle cause ?

Alex Pellizzer: Sinceramente è una cosa che facciamo fatica a spiegarci anche noi.. nella seconda parte del campionato non riuscivamo più a trovare gioco facilmente come all’inizio dove creavamo tante occasioni e tanti gol..

Edoardo Di Gennaro: Sinceramente non credo ci sia una spiegazione vera e propria.. all’inizio la squadra aveva tanto entusiasmo e forse gli avversari ci sottovalutavano.. poi complice i parecchi infortuni, il fatto di allenarsi alla sera perché tanti ragazzi lavorano e le fatiche cumulate all’inizio della stagione hanno fatto si che i risultati arrivassero meno.. ma comunque credo che la stagione del Cartigliano sia stata più che positiva..

Jurgen Murataj:All’inizio della stagione ci eravamo prefissati un obbiettivo che era quella di raggiungere il prima possibile la salvezza…abbiamo fatto un girone d’andata importante ritrovandoci nelle prime posizione a competere con squadre che sulla carta non c’entravano niente con noi ,poi abbiamo avuto un piccolo calo dove in una stagione può capitare trovare dei momenti di difficoltà però tutto sommato trovarsi con 43 punti a 9/10 giornate dalla fine vuol dire che abbiamo fatto qualcosa di straordinario.

Facciamo un grande in bocca al lupo a Leonardo Mattioli che domani si laurea e che ovviamente ha declinato al momento di rispondere alle stesse domande. Con lui siamo d’accordo di risentirci a fine settimana.

Mattioli

 

I dati

Il Cartigliano è ottavo in classifica con 42 punti, a soli tre punti dal quinto posto del Mestre e dalla zona play-off . Ha vinto 11 gare e ne ha pareggiate 9 perdendo 8 volte. Ha segnato 46 reti e ne ha subite 37 (ha il quarto miglior attacco del girone dopo l’Adriese, la Luparense e l’Ambrosiana). Nel girone d’andata ha ottenuto 32 punti rimanendo anche a lungo in testa alla classifica. Nel girone di ritorno invece ha rallentato il passo

Cartigliano: Murataj 28 (3), Mattioli 28 (8), Rossi 27 (1),  Michelotto 26 (12), Pregnolato 25, Appiah 25 (1), Michelon 25 (3),  Girardi 24 (1),  Marcolin 23 (6), Pellizzer 22, Zanella 22 (1), Ronzani 22, Romagna 21, Pozzato 18, Moretto 12, Pellanda  10, Minuzzo 9 (1),   Cacciotti 11,  Camparmò 10 (3) Benucci 6, Di Gennaro 5 (4),  Mc Cutchen 5,  Nichele 1.  Ceduti a gennaio: Cecconello 9, Zacchia 1

La rosa:

Portieri:Morgan Pellanda (2001), Nicolas Pozzato (2000, dal Belluno),  difensori: Giacomo Bagnara (2002) Andrea Girardi (99 dalla Luparense), Leonardo Lunardon (2002 dal vivaio), Michele Minuzzo (2001 dal vivaio), Alex Pellizzer (95), Andrea Pregnolato (95 dal Levico), Illide Romagna (99 dal Trento),  Enrico Zanella (92 dal San Donà),  centrocampisti: Kevin Appiah (93), Nandor Benucci (95 dal Tombolo), Gianluca Cacciotti (89 dal Bassano),  Leonardo Mattioli (93), Stefano Michelon (2000),  Jurgen Murataj (94) Riccardo Ronzani (2000),  attaccanti ed esterni: Paolo Camparmò (90 dal Longare), Edoardo Di Gennaro (93)   Antony McCutchen (2000 dal Cittadella)  Agostino Marcolin (96 dal Union San Giorgio), Andrea Michelotto (1993 dal Campodarsego), Simone  Moretto (98);

 

L’Almanacco 2019/20

 

La nostra inchiesta corredata dai dati aggiornati (presenze e reti, statistiche, rosa e staff delle squadre) ci ha  portato finora a sentire gli allenatori e i giocatori di queste squadre:
Serie C : Vicenza
Serie D: Cartigliano
Eccellenza: 
Matteo Girlanda mister del Montecchio e Federico Molinari del Camisano
Promozione girone B (Giocatori): Sandonà del Bassano, Benvegnù dello Schio, Lovato del Cornedo, Contro della Marosticense, Battaglia del Rosà, Borotto del La Rocca, Vallarsa del Tezze, Lissandrini del Montebello, Mietto della Calidonense, Zanin del Longare.
Prima categoria girone C: Lazzaron del Monteviale, Lelj del Le Torri,  Remonato della Pedemontana, Nicolè dell’Azzurra Sandrigo , Rosin del Grisignano, Bozzetto dello Zanè, Zuccon del Berton Bolzano, Motterle del San Lazzaro, Fontana del Summania, Cogno dell’Arcugnano e Zordan del Due Monti.
Seconda Categoria girone F : Lorenzi del Valli, Colombo del  Thiene, Dal Bianco del Lugo,  Baù del  7 Comuni, Poletto del Molina, Scarpinato dell’ Orsiana
Seconda Categoria girone E : Mariga del Bp 93, De Franceschi del Grumolo, Cesarano della Junior Monticello,  Masiero dell’ Union Campo San Martino, Maggi del  Telemar, Dal Lago del Maddalene e Rizzotto dell’ Union Olmo Creazzo

 

Sull'Autore

Federico Formisano