Prima Categoria

Marco Pasqualon ci parla del Mottinello. E inoltre i dati e l’Almanacco

Scritto da Federico Formisano

Da qualche giorno abbiamo iniziato ad analizzare la situazione nel girone G di  seconda categoria: finora abbiamo interpellato   Loris Santini del Tezze sul Brenta, Jaier Campagnolo della Virtus Romano, Ivan Venturin del Nove, Francesco Miotti della Stella Azzurra Sant’Anna e  Mirko Vialetto del Santa Croce di Bassano, Oggi abbiamo rivolto le nostre domande a Marco Pasqualon attaccante del Mottinello

 

Marco Pasqualon  attaccante  del Mottinello

Pasqualon Marco

Pasqualon quando giocava con il Carmenta

 

Come giudichi la stagione della tua squadra e quella tua personale

La nostra stagione è partita molto bene, grazie anche al fatto che i nuovi arrivati si sono integrati subito benissimo all’interno del gruppo. Si è creato infatti subito un bel clima all’interno dello spogliatoio ed è sempre stata la nostra forza. La nostra stagione, a parte un periodo di calo di risultati ma non di prestazione, la giudico abbastanza positiva anche se sicuramente potevamo fare di più. Sono stato contento della mia stagione, 14 gol sono un buon bottino personale ma gran merito va dato alla società, al mister e ai compagni che mi hanno sempre aiutato e dato fiducia fin da subito.

Foto inedita di Tezze Mottinello

Pensi che questo campionato sua concluso e che impressione ti lascia questo esito.  Quale pensi possa essere la decisione della Federazione per la conclusione della stagione?

Penso che ripartire sia difficile in questo momento per le società, per questo la stagione la considero terminata. La cosa importante ormai non è pensare a come terminare questo campionato ma pensare a come ripartire al meglio la prossima stagione. Certamente sarà impossibile accontentare le idee di tutti. Spetterà a chi di dovere decidere se annullare il campionato azzerando la classifica, promuovere le prime in classifica di ogni girone o assumere altre decisioni.  Siamo in un clima di incertezza e questo non fa bene, credo che chi di dovere debba prendersi la responsabilità di decidere.

Foto inedita di Tezze Mottinello con Pasqualon in azione

  Ritieni che il calcio saprà adeguarsi alla mutata situazione: i giocatori sapranno accontentarsi di rimborsi spese più contenuti?

Spero che il calcio saprà adeguarsi e spero soprattutto che le società vengano aiutate a ripartire da chi ha il compito di farlo. Ci saranno sicuramente molte società in difficoltà e ogni calciatore saprà come comportarsi quando si siederà al tavolo per accordarsi con la società, questo per chi ha la passione di giocare a calcio penso sia l’ultimo dei problemi .

Se ti chiedessero di rimanere al Mottinello anche l’anno prossimo accetteresti di rimanere?

 Se mi chiedessero di rimanere sarei felice perché significa che ho fatto bene in questi due anni sia a livello di prestazioni sia a livello comportamentale e per me questo è importante. Ora come ora non sto pensando al mio futuro calcistico, il mio cartellino è del Carmenta e a fine stagione rientrerò dal prestito. Questo non vuol dire che giocherò li l’anno prossimo, dovrò parlare con la società e vedere quale sarà la scelta giusta da fare per il mio futuro. A Mottinello mi trovo benissimo e ho ritrovato la fiducia che per un giocatore è fondamentale.

Marco Pasqualon è cresciuto nel Rossano.  successivamente ha giocato con il Carmenta.  E’ al Mottinello da due stagioni nelle quali ha realizzato 24 reti.

I dati

Il Mottinello  è sesto in classifica con 33 punti, a 19 punti dalla  capolista Tezze sul Brenta, e con 11 punti di svantaggio dalla Virtus Romano.  E’ staccato di 5 punti dal terzetto formato dalla Stella Azzurra, dal Santa Croce e dal Nove. La squadra di  mister Favrin ha realizzato 43 reti  (secondo attacco del girone dopo quello del Tezze sul Brenta) e ne ha incassati 36.

Il Mottinello in occasione della presentazione

Ecco le presenze e le reti realizzate dal Mottinello: Torresan 19, Sartore 19 (7), Pierato 18 (3), Marchiorello 18 (1), Piotto 17 (1), Baggio Federico 16 (2), Pellanda 16 (3), Pasqualon 16 (14), M’Barek 15, Soldo 15 (2),  Brotto 15 (1),  Kofi 14,  Gazzola 13, Bertoncello 12, Trentin 12 (4), Sandri 12,  Baggio N. 11,  Feltrin 10, Gasparotto 10 (1),  Pivato 8, Lucietto 5, Zurlo 1, Zardo 1.

L’Almanacco 2019/20

La nostra inchiesta corredata dai dati aggiornati (presenze e reti, statistiche, rosa e staff delle squadre) ci ha  portato finora a sentire gli allenatori e i giocatori di queste squadre:
Serie C : Vicenza e Arzignano (Colombo e Chilese)
Serie D (1 su 1):
Cartigliano (Camparmò, Di Natale, Murataj e  Pellizzer)
Eccellenza (2 su 2):  Matteo Girlanda mister del Montecchio e Federico Molinari del Camisano
Promozione gironi A e B  (14 su 14)  Dalla Benetta del Rivereel, Sandonà del Bassano, Benvegnù dello Schio, Lovato del Cornedo, Contro della Marosticense, Battaglia del Rosà, Borotto del La Rocca, Vallarsa del Tezze, Lissandrini del Montebello, Mietto della Calidonense, Zanin del Longare, Davide Dalla Bona del Valbrenta, Marchetti del Marola, Azzolini e Spanevello del Sarcedo (giocatori)
Prima categoria girone B (3 su 3) , C (11 su 16), F (1 su 3): Lazzaron del Monteviale, Lelj del Le Torri,  Remonato della Pedemontana, Nicolè dell’Azzurra Sandrigo , Rosin del Grisignano, Bozzetto dello Zanè, Zuccon del Berton Bolzano, Motterle del San Lazzaro, Fontana del Summania, Cogno dell’Arcugnano e Zordan del Due Monti. Panarotto, Bajramaj e Diquigiovanni del Chiampo, Tugnoli del Sovizzo, Nicola Dalla Bona del Real San Zeno, Marco Carniel e  Luca Bertollo dell’Eurocalcio, Michael Scalco per l’Academy Plateola.
Seconda Categoria gironi C (10 su 11) gironi E (7 su 12) , F (6 su 16)  G (6 su 14): Matteo Camerra del Brendola, Lele Agosti del Montecchio San Pietro,  Christian Jeraci delle Alte, Loris Fedrigo del Lonigo, Fabio Fracasso dell’Alta Valle del Chiampo, Daniele Corato del Castelgomberto, Marco Trimigliozzi dell’Altavilla, Dario Lucatello del Sossano, Francesco Federico del Grancona, Lorenzo Mariga del Bp 93, Cristian De Franceschi del Grumolo, Stefano Cesarano della Junior Monticello,  Masiero dell’ Union Campo San Martino,  Gabriele Maggi del  Telemar, Roberto Dal Lago del Maddalene, Ivan Rizzotto dell’ Union Olmo Creazzo, Giacomo Lorenzi del Valli, Colombo del  Thiene, Ennio Dal Bianco del Lugo,  Domenico Baù del  7 Comuni,  Loris Poletto del Molina, Giampietro Scarpinato dell’ Orsiana, Loris Santini del Tezze sul Brenta, Jaier Campagnolo della Virtus Romano, Ivan Venturin del Nove, Francesco Miotti della Stella Azzurra, Mirko Vialetto del Santa Croce di Bassano, Marco Pasqualon del Mottinello.

Sull'Autore

Federico Formisano