Seconda Categoria

Danilo Guarino, 47 e non sentirli. I dati della Pedezzi e l’Almanacco !!

Scritto da Federico Formisano

Proseguiamo il nostro tour nella seconda categoria e parliamo della Pedezzi con Danilo Guarino

Danilo Guarino attaccante della Pedezzi

Rigore di Guarino

Puoi  esprimere  un  giudizio sulla tua stagione e su quella della Pedezzi ?

Per quanto mi riguarda mi ritengo abbastanza soddisfatto considerando che ho saltato tante partite per un fastidio continuo al tendine d’Achille infiammato;  in molte partite sono subentrato a gara in corso e  dall’inizio ho giocato solo undici partite realizzando otto reti in campionato.  Per quanto riguarda la  Pedezzi, non ti nascondo che  sono rimasto un po’ sorpreso perché sulla carta credo che eravamo bene attrezzati ma il campo naturalmente ci ha smentito;  forse nel momento migliore della stagione è  poi capitata questa brutta storia del Covid 19 che ha frenato la nostra crescita. Peccato non aver terminato il campionato perché ci sarebbe piaciuto conquistare sul campo la salvezza.

Guarino festeggiato

Secondo te che hai una grande esperienza il calcio cambierà molto dopo questa emergenza ?

Non  avendo mai vissuto una situazione analoga,  è difficile dire in che cosa consisteranno questi cambiamenti. Certamente qualcosa succederà. Francamente credo che le squadre che vogliono attrezzarsi sicuramente riusciranno a far quadrare i conti: ci sono tante persone che  vivono nel modo del calcio da tanto tempo, con tanta passione, che cercheranno di mantenere comunque elevati determinati standard.

Danilo Guarino

Tu ne hai viste tante nel mondo del calcio, Come ti sei sentito a vivere questa esperienza così nuova e choccante ?

All’inizio l’ho vissuta molto male: ero preoccupato soprattutto per i miei cari e per i miei figli.  In primis raccomandavo di essere cauti e di prendere tutte le precauzioni che erano in atto,  dal lavarsi le mani ed usare le mascherine e soprattutto non uscire all’ inizio della pandemia. Io purtroppo e fortunatamente ho quasi sempre lavorato ma non ti nascondo che avevo tanta paura infatti appena arrivavo a casa correvo subito in bagno a togliermi vestiti e lavarmi velocemente per non contaminare la casa. E’ stata dura ma difficile da dimenticare una cosa del genere spero e mi auguro davvero col cuore che tutto passi velocemente alle spalle per ritornare a giocare a vedere gli amici e i famigliari con meno restrizioni.

A proposito di tornare a giocare che intenzioni hai per il futuro ?

Di continuare assolutamente ancora! Fisicamente sto ancora benissimo e mi rinfranca essere tornato a segnare anche questo anno in doppia cifra; non so ancora se continuerò con la Pedezzi. Anche perché ho avuto qualche proposta che sto vagliando. Mi piacerebbe continuare con Luca Gemo .

Danilo Guarino ha una carriera lunghissima  Vi alleghiamo la scheda con tutte le squadre in cui ha militato.

 

I dati

La Pedezzi  è penultima in classifica con 10 punti.  Ha 3 punti di vantaggio sul Spf ultimo ed è staccato di 8 lunghezze dall’Union Olmo Creazzo e dalla Fides. La squadra ha realizzato 27 reti (peggior attacco del girone dopo quello del  Spd) e ne ha incassate 54. Ha vinto 2 partite, ne ha pareggiate 4 e ne ha perse 16.

 

Queste le presenze e le reti dopo 22 giornate:  Ballardin 19, Gemo 18, Martini 18, Guarino D. 17 (8), Piana 17 (2), Bellantone 17, Guriev 17 (2), Traforetti 17, Bertuzzo 16 (2),  Cristofori 16 (1), La Manna 15, Boschiero 13,  Trevisan 13 (3), Boateng 12, Menti 10, Prendin 10,  Meduza 8 (2), Gardumi 8, Grendene 7,Zoso 5, Guarino L. 4, Signorato 3, Guerra 1; ceduti a dicembre; Corato 11, Bedin 6, Azzolin 4, Costamagna 4.

 

 L’Almanacco 2019/20

La nostra inchiesta corredata dai dati aggiornati (presenze e reti, statistiche, rosa e staff delle squadre) ci ha  portato finora a sentire gli allenatori e i giocatori di queste squadre:
Serie C  (2 su 2) : Vicenza e Arzignano (Colombo e Chilese)
Serie D (1 su 1):
Cartigliano (Camparmò, Di Natale, Murataj e  Pellizzer, successivamente abbiamo intervistato mister Glerean
Eccellenza (2 su 2):  Matteo Girlanda mister del Montecchio e Federico Molinari del Camisano
Promozione gironi A e B  (14 su 14) Giocatori: Dalla Benetta del Rivereel, Sandonà del Bassano, Benvegnù dello Schio, Lovato del Cornedo, Contro della Marosticense, Battaglia del Rosà, Borotto del La Rocca, Vallarsa del Tezze, Lissandrini del Montebello, Mietto della Calidonense, Zanin del Longare, Davide Dalla Bona del Valbrenta, Marchetti del Marola, Azzolini e Spanevello del Sarcedo. Per la Marosticense abbiamo intervistato anche mister Glerean.
Prima categoria girone B (3 su 3) , C (13 su 16), F (2 su 3): Panarotto, Bajramaj e Diquigiovanni del Chiampo, Tugnoli del Sovizzo, Nicola Dalla Bona del Real San Zeno, Lazzaron del Monteviale, Lelj del Le Torri,  Remonato della Pedemontana, Nicolè dell’Azzurra Sandrigo , Rosin del Grisignano, Bozzetto dello Zanè, Zuccon del Berton Bolzano, Motterle del San Lazzaro, Fontana del Summania, Cogno dell’Arcugnano,  Zordan del Due Monti, Giovanni Maimone del Valdagno, Nicola Cornolò dell’Alto Astico Cogollo,   Marco Carniel e  Luca Bertollo dell’Eurocalcio, Michael Scalco per l’Academy Plateola.
Seconda Categoria gironi C (10 su 11) gironi E (12 su 12) , F (6 su 16)  G (12 su 14): Matteo Camerra del Brendola, Lele Agosti del Montecchio San Pietro,  Christian Jeraci delle Alte, Loris Fedrigo del Lonigo, Fabio Fracasso dell’Alta Valle del Chiampo, Daniele Corato del Castelgomberto, Marco Trimigliozzi dell’Altavilla, Dario Lucatello del Sossano, Francesco Federico del Grancona, Lorenzo Mariga del Bp 93, Cristian De Franceschi del Grumolo, Stefano Cesarano della Junior Monticello,  Masiero dell’ Union Campo San Martino,  Gabriele Maggi del  Telemar, Roberto Dal Lago del Maddalene, Ivan Rizzotto dell’ Union Olmo Creazzo, Michele Perrone del Lampo, Luca Montini della Fides, Matteo Cecchinato del Quinto, Danilo Guarino della Pedezzi, Simone Bellon del Spf,  Giacomo Lorenzi del Valli, Colombo del  Thiene, Ennio Dal Bianco del Lugo,  Domenico Baù del  7 Comuni,  Loris Poletto del Molina, Giampietro Scarpinato dell’ Orsiana, Loris Santini del Tezze sul Brenta, Jaier Campagnolo della Virtus Romano, Ivan Venturin del Nove, Francesco Miotti della Stella Azzurra, Mirko Vialetto del Santa Croce di Bassano, Marco Pasqualon del Mottinello, Fabio Bertolin del Colceresa, Samuele Bertoncello dal San Pietro Rosà, Bogdan Popoiu del Transvector,  Stefano Bortoli dell’Arsena,  mister Garzotto del Lakota, Marco Degetto del Cà Ba Marchesane  e il  Real Stroppari.

Sull'Autore

Federico Formisano