“banner



Calciomercato EVIDENZA

Calciomercato del giovedì: finalmente il protocollo. Dubbio amichevoli. Ripescato il Pozzetto.

Scritto da Federico Formisano

Ieri i consueti appuntamenti con il calciomercato e con le presentazioni:

http://www.calciovicentino.it/2020/08/12/calciomercato-del-mercoledi-ultima-tornata/ Il punto di domanda sugli ultimi ripescaggi. Le notizie di mercato, le presentazioni,  l’intervista a  Vandeputte

http://www.calciovicentino.it/2020/08/11/presentazioni-46-brogliano-e-poi-la-festa/ Prosegue la pubblicazione delle presentazioni con il Brogliano

A

Amichevoli: Si rende noto che in base all’attuale Decreto Attuativo,l’attività sportiva della Lega Nazionale dilettanti è ancora subordinata aquanto contenuto nel documento del 17 maggio 2020. In attesa delle nuove linee guida della Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Sport, come riportato nel DPCM del 7 agosto 2020, l’attività agonistica avrà inizio dopo che:“In tale contesto, relativamente alle ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive in vista della graduale riapertura, sono stati predisposti su richiesta dei ministeri competenti documenti tecnici e pareri per alcuni settori di maggiore complessità, finalizzati a supportareil processo decisionale con elementi di analisi e proposte di soluzioni tecnico-organizzative che necessariamente devonotrovare poi una modulazione contestualizzata a livello regionale e locale con il coinvolgimento delle autorità competenti”A tale proposito in relazione a quanto citato (corpo DPCM 7/8/2020)ed in attesa di un’ordinanza di carattere Regionale, considerato che le precedenti n. 59 e n. 63 hanno visto la scadenza il 31 luglio u.s.,le amichevoli e altre attività agonistiche avente carattere similare, rimangono non autorizzate dallo scrivente, pena la notifica delle stesse alle autorità competenti. (Comunicato Ufficiale); è possibile dopo la pubblicazione del Dpcm che la Regione Veneto autorizzi la disputa delle amichevoli o degli allenamenti condivisi con propria ordinanza.

una gara amichevole dello scorso anno

Arzignano: L’FC Arzignano Valchiampo comunica ufficialmente l’accordo raggiunto con il calciatore Paolo Sammarco (nella foto col vice presidente Enrico Gastaldello). Nato a Como il 17 marzo 1983, alto 181 cm per 76 kg di peso forma, è un nome noto nel mondo del calcio italiano, per una carriera intera costruita nei professionisti. Si tratta di un centrocampista di piede destro che può disimpegnarsi al meglio sia come registra che come mezzala. Un elemento dal curriculum incredibile, con oltre 445 presenze nei tra Serie A, Serie B e Serie C.

Tira i primi calci nel US Sagnino, ma cresce calcisticamente nel settore giovanile del Milan. Inizia la sua carriera da “pro” nel 2002-03 nella Viterbese in C1, con 24 presenze all’attivo, mentre nella stagione successiva passa al Prato, sempre in C1, dove gioca 30 partite e mette a segno 1 gol. Nel 2004-05 inizia il suo percorso di tanti anni in Serie A col Chievo Verona, dove nell’arco di tre stagioni colleziona 70 presenze condite da 2 gol, esordendo pure in Champions League ed in Europa League, e mettendo a segno il suo primo gol in Serie A contro la Reggina. Dal 2007-08 ad agosto 2009 gioca con la Sampdoria, con 65 presenze e 6 gol. Nel 2009-10 milita nelle fila dell’Udinese, dove gioca da titolare collezionando 26 presenze. Torna alla Sampdoria, gioca pure una partita di Europa League, ma nel gennaio del 2011 passa al Cesena, dove gioca 15 partite e segna 1 gol. Nel 2011-12 torna al Chievo Verona, dove gioca 28 partite e mette a segno 2 gol. Nel 2013-14 inizia un percorso triennale allo Spezia in Serie B con un totale di 64 presenze e 1 gol. A gennaio del 2015 passa al Frosinone, dove rimane fino ad ottobre del 2109, disputando 2 campionati di Serie A e 3 di Serie B: in maglia ciociara complessivamente 105 presenze e 7 gol. Nell’ultima stagione, 2019-20, ha vestito la maglia della Virtus Verona nel campionato di Lega Pro, collezionando 18 presenze. Nel suo palmares si annotano pure 3 presenze nella Nazionale Under 17, 5 in quella Under 19 e ben 9 presenze nella Nazionale Under 21, con l’esordio il 16 agosto del 2005.

 

Arzignano (altre voci di mercato): secondo altre indiscrezioni l’Arzignano potrebbe essere interessato a Alessandro Gabbani centrocampista del 1999, ex Vis Pesaro e vivaio della Sampdoria e a Matteo Segantini,  portiere del 2001, ex Fidelis Andria.

 

B

Bollettino Coronavirus:  Attualmente positivi: 13.791 (+230) Deceduti: 35.225 (+10) Dimessi/Guariti: 202.697(+236) Totale casi: 251.713  (+481)

C

Cerca squadra: Luca Polo, portiere classe 1991, ultima stagione all Unione La Rocca, prima Seraticense, Rivereel, Hellas Monteforte, Schio e Montecchio Serie D. tel. 348 8216366

I

Iscrizioni: Sono state analizzate le iscrizioni chiuse in data 6 agosto 2020.Le squadre interessate a perfezionare la pratica di iscrizione dovranno, in base alla mail che verrà loro inviata attraverso l’ufficio amministrativo, completare l’iter entro il termine perentorio di lunedì 17 agosto 2020.

L

La Rocca: Ultime notizie da La Rocca, che ha rinforzato la batteria dei fuori quota, tesserando tre giovani: Tommaso Virgilio centrocampista del 2002 dal Camisano che vanta  già alcune presenze in Eccellenza e in Rappresentativa Veneta, Michele Tognato, difensore del 2001, dal Sovizzo e Mattia Simoni centrocampista del 2001, che arriva dall’Arzignano

Virgilio dal Camisano

Lonigo: Il Lonigo cerca preparatore portieri per  settore giovanile.  Scrivere a settoregiovanile@aclonigo.it

P

Play-off di B: il Pordenone dopo aver  vinto 1-0 in casa del Frosinone ha perso 2-0 la gara di ritorno disputata a Trieste ed è stato eliminato dai play-off. La finale sarà pertanto fra lo Spezia di Italiano e il Frosinone di Brighenti che si giocheranno l’ultimo posto rimasto per la serie A. Con la sconfitta di Pordonone e di Chievo, le venete rimangono tutte in serie B incrementando così i derby triveneneti con il Vicenza che incontrerà nella prossima stagione il Chievo, il Cittadella, il Venezia, il Pordenone in un mini campionato regionale.

Pozzetto: La prossima stagione ormai alle porte ci vedrà disputare il campionato di 2^ CATEGORIA!!! Siamo pronti ad affrontare questa nuova sfida! (Da Facebook Pozzetto).  Il Pozzetto dovrebbe essere inserito nel girone E con Lampo, Fides, ecc tutte formazioni della zona di Cittadella.

Presentazioni: Finora abbiamo pubblicato i servizi sulle presentazioni del  Valdalpone (1),  dell’Euganea Rovolon (2), della Bss (Boca San Stefano, 3), della Pedezzi (4) del Bassan Team (5) dell’Altair (6) del Novoledo (7), del Thiene (8) e del San Vito Cà Trenta (9), dell’Alta Valle del Chiampo (10), del Telemar (11), del Trissino (12) del New Team (13) del San Vitale (15) dell Dueville(14) del Santa Croce (16),  della Junior Monticello (17), del Galliera (18) del Chiampo (19) , dell’Azzurra Maglio (20), del Santomio (21), Real San Zeno (22), delle Alte (23), del Montecchio Precalcino (24) del Lonigo (25), del Malo (26) del Camisano (27), del Berton Bolzano (28), del Maddalene (29), del Monteviale (30), del Lakota (31) del Tezze sul Brenta (32), dell’Academy Plateola (33), del Monte di Malo (34), della Nova Gens (35), del Transvector (36)  del Rampazzo (37), del Lugo (38), del Giavenale (39), del Montecchio San Pietro (40), del Sette Mulini (41), del Toniolo (42), dell’Orsiana (43), del San Pietro di Rosà (44), del Cornedo (45), del Brogliano(46). Di imminente pubblicazione quella del Concordia   Rimangono da pubblicare le presentazioni già tenute del  Marchesane, del Real Stroppari, del Castelgomberto, del Sovizzo, del Longa, del Molina, dell’Alto Astico Cogollo Altre squadre hanno programmato la presentazione tra fine agosto e i primi di settembre come nel caso del Cartigliano, dell’Azzurra Sandrigo,  della Calidonense (il 2 settembre).

Protocollo: Il nuovo Protocollo per la tutela sanitaria e la prevenzione del contagio da SARS-CoV-2 prevede: 1)Autocertificazione (come per la popolazione generale);

2)Certificato d’idoneità medico-sportiva agonistica/non agonistica (obbligatorio e specifico dei tesserati); 3)Rispetto rigoroso delle norme igienico-sanitarie di prevenzioneda parte delle Società Sportive, adeguatamente informate/formate e sottoposte a controlli da parte della FIGC/LND/SGS; 4)Attività di informazione/formazionenell’ambito delle Società Sportive ad opera di educatori sportivi, dirigenti, tecnici, medici e genitori nei confronti degli atleti, al fine di migliorarne costantemente i livelli di coscienza dei rischi connessi alla trasmissione delle malattie infettivee in particolare della SARS-CoV-2. Grande attenzione sarà data alla corretta attuazione delle norme di prevenzione primaria/secondaria anche fuori dal “campo di gioco”, a difesa, salvaguardia e valorizzazione del bene primario, rappresentato dalla loro attività sportiva.

Il Protocollo si rivolge a:le Società Sportive affiliate alla FIGC che svolgono attività di base (promozionale, ludica, didattica)ed agonistica a livello dilettantistico, giovanile, paralimpico e sperimentale,e che gestiscono e utilizzano impianti e strutture sportive

Seguono le informazioni dettagliate (spogliatoi con punti di ingresso e di uscita distinti; misurazione della febbre, registro dei presenti, minimizzare la possibile compresenza di più soggetti, individuazione di un referente esperto nelle tematiche del Covid,sui materiali e le dotazioni, sulla sanificazione degli spogliatoi)

file:///C:/Users/UTENTE/AppData/Local/Temp/protocollo-dilettanti.pdf

“È un risultato importante – commenta il Presidente federale Gabriele Gravina – frutto di un lavoro incessante, conseguito grazie al fattivo contributo della Commissione Medico Scientifica della Federazione e alla disponibilità di tutti i referenti istituzionali. Adesso la base della piramide del calcio, quella dilettantistica e giovanile, potrà presentarsi ai nastri di partenza della stagione 2020/21.”

R

Ripescaggi: Con il Comunicato pubblicato ieri sono stati ufficializzati altri ripescaggi : l’ Albaredo in prima categoria per la rinuncia iscrizione ai campionati del  San Zeno di Verona (con la Stella Azzurra ora settima in graduatoria). Ripescati in seconda categoria il Tambre,  il  Pozzetto (per rinuncia iscrizione ai campionati del  Galzignano Terme) il Cesarolo (per rinuncia iscrizione ai campionati del Borgo Soave Calcio) e il  Fratta . L’Angarano è ora secondo nella graduatoria dei ripescaggi.  Il Grumolo è stato ripescato negli Juniores Regionali a seguito della rinuncia del Cornuda

S

Schio: La stagione 2020-2021 del Calcio Schio vedrà in difesa il giocatore Luca Ciscato, originario di Schio. È cresciuto nell’Orsiana, dove esordisce nella stagione 2004/2005. Successivamente dopo aver vestito i colori di Eurocalcio e Marano, approda al Cartigliano nel 2012 giocando 27 partite e siglando quattro reti. Viene tesserato in seguito da Schio Torre Valli (contribuendo alla salita in Promozione), Poleo e Sarcedo. A Zanè, disputa il campionato appena concluso.

Da dove nasce la Tua passione per il calcio? Raccontaci la Tua carriera.«La mia passione nasce da piccolo. I miei genitori mi chiedevano di scegliere uno sport, ma non sapevo cosa fare. E così ho seguito le orme di mio fratello, tre anni più vecchio di me, che faceva pallavolo. Mi ha portato sulla prima palestra. L’istruttore però ha visto che con le mani non giocavo tantissimo, giocavo più con i piedi e così mi hanno consigliato il calcio. Da qui non mi sono più fermato. Non vedevo l’ora di venire a casa da scuola per giocare. Rompevo tutti i vasi di fiori di mia nonna perché volevo giocare a pallone. Ho sempre giocato a pallone e lo faccio tuttora. Nel corso della mia carriera, ancora quando ero fuori quota, ho avuto l’occasione di giocare all’Eurocalcio, poi diventato Eurotezze, in serie D. Purtroppo la società non è più riuscita a continuare e ho dovuto dirottare il mio percorso in altre realtà. Tornare a Schio è una rampa di lancio per fare bene: per me perché ho voglia, per la società perché è un bel gruppo e possiamo dire la nostra».

Al di là delle qualità tecniche, che gruppo è lo Schio di oggi? «Ho visto che i giocatori rimasti dallo scorso anno sono coesi; i nuovi hanno trovato il proprio spazio. Siamo tutti bravi ragazzi e ci troviamo bene. Più il gruppo è forte, più lo dimostrerà anche in campo. Se non ti conosci oltre il campo, non ti conosci neanche in campo e si crea così negatività che va ad influire sul gioco. Il gruppo fa sempre la differenza».

V

Vicenza (Mercato): Nella lista dei portieri che potrebbero interessare il Vicenza pe mettersi in concorrenza con Grandi, potrebbe rientrare anche Federico Marchetti, classe 1983,  giocatore vicentino con un pedigree importante che lo ho portato a difendere la porta del Cagliari, della Lazio, del Genoa e anche della Nazionale Italiana.

 

 

Recapiti del sito:info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

Sull'Autore

Federico Formisano