Prima Categoria

Pedemontana vince a Bolzano con un gol del “premiato” Battaglin

Scritto da Federico Formisano

Berton Bolzano – Pedemontana 0-1 Battaglin al 73′

Berton Bolzano: Cattani, Jotic, Radojkovic (Mamoci dal 85′), Penzo, Pomposo, Scapinello (De  Munari dal 31′), Finetti (Zanella dal 80′), Facchinello, Pastore, Fabris, Pasqualin (Piazza dal 46′)  A disposizione: Valerio, Prando, Manes;  Allenatore Motterle

Pedemontana: Zanconato, Salerno, Ballardin, Zerbaro, Gobbato, Vaccari, Pizzato (Hu dal 80′), Stupiggia, Spanevello (Apolloni dal 80′) ,Broccardo (Frigo dal 65′), Battaglin; A disposizione: Cecchin,  Dal Zotto, Sartore, Visentini, Crestani. Allenatore Remonato

Arbitro Xentiljana Gijni di Vicenza

Ammoniti: Jotic (B), Vaccari (P), Penzo (B), Pizzato (P).  Prima della partita consegnato ad Andrea Battaglin il premio come miglior cannoniere del girone C di Prima Categoria (16 reti realizzate).

Gara di inizio campionato, fra due formazioni spesso entrate nei pronostici della vigilia fra le favorite del girone, ma ancora in evidente fase di carburazione.

Nicola Motterle mister del Berton non dispone ancora del neo acquisto Praticò e mancano anche Maruzzo, Basso  e Lovato.  In difesa Jotic copre la corsia di destra cercando di intercettare il bomber Battaglin, Pomposo e Scapinello compongono la coppia centrale, Penzo e Facchinello dirigono le operazioni del centrocampo mentre Pastore e Fabris compongono il tandem di punta.

Vladimiro Remonato non ha a disposizione Chemello e il giovane Farina ma può contare sull’organico quasi al completo: in difesa la cerniera è formata da Gobbato e Zerbaro già collaudati a Zanè con Salerno e Ballardin sugli esterni; Stupiggia e Vaccari sono i registi con Broccardo pronto ad inserirsi mentre Pizzato sta largo a destra con Spanevello e Battaglin punte.

La gara vede subito in avanti la Pedemontana con Spanevello che va al tiro ma Cattani para facile a terra.  Il Berton cerca subito di andare in avanti e di macinare il suo gioco e dopo 7′ arriva la grandissima occasione di passare in avanti: Gobbato va in contrasto in area su Pastore che finisce a terra. L’arbitro Gijni va subito ad inidcare il dischetto di rigore nonostante Gobbato giuri di non  aver nemmeno sfiorato l’avversario. Ci pensa Fabris a spegnere le contumelie calciando un rigore poco angolato che Zanconato riesce a respingere impedendo anche che sulla sufficente ribattuta ci sia qualcuno pronto a rettificare.

Intervento di Gobbato su Pastore

Il rigore sbagliato da Fabris taglia le gambe ai giocatori di Motterle e la Pedemontana guardagna campo: prima ci prova Battaglin con una conclusione al volo fuori poi con una rovesciata di Spanevello. Il Berton si fa rivedere con una conclusione di Paqualini che finisce a lato,  ma ormai è la Pedemontana che fa la gara: al 25′ con una punizione dal limite di Zerbaro che viene respinta dalla barriera e al 28′ quando l’arbitro concede una punizione per un fallo di Scapinello su Spanevello che Zerbaro ancora una volta di fa respingere , sulla ribattuta ci prova Broccardo che manda fuori.  Nell’occasione dell’intervento falloso Scapinello subisce un colpo alla schiena che non gli permette di rimanere in campo: entra De Munari che va a destra con Jotic che va a comporre la coppia centrale con Pomposo.  Il Berton ci prova in contropiede ma dopo un uscita rischiosa di Zanconato su Fabris, la difesa dei black sbroglia.

Al 40′ Ballardin s’incunea in area ma Cattani parra a terra. Al 43′ Battaglin manda a lato.  Finisce il tempo che ha visto la Pedemontana mantenere decisamente il controllo delle operazioni, ma con il Berton che ha creato la situazione più favorevole sprecando il calcio di rigore che poteva cambiare l’esito della gara.

Nel secondo tempo non cambia il cliche della gara che vede la squadra di Remonato attaccare con più decisione e i granata puntare al contropiede. Motterle avendo inserito il giovane De Munari in difesa può togliere il giovane Pasqualini che non è riuscito ad incidere sulla gara inserendo Adam Piazza che cerca di dare vivacità sulla corsia esterna, ma Fabris e Pastore non vengono quasi mai attivati in modo pericoloso e al 55′ è ancora la Pedemontana a provarci con Battaglin che dopo un assist di Spanevello chiude  a lato, con la palla che attraversa tutta l’area di porta. L’arbitro tuttavia aveva ravvisato nell’intervento di Battaglin un fallo ai danni di Cattani.

Al 73′ però l’equilibrio si rompe su calcio d’angolo di Frigo (appena subentrato a Broccardo) c’è uno stacco di testa sul primo palo di Battaglin e Cattani è battuto.

Dopo 5 minuti altro colpo di testa di Zerbaro e miracolo del portiere Cattani che va a togliere la palla dall’angolino. Le squadre sono ormai evidentemente in debito d’ossigeno e non c’è più alcuna occasione degna di nota.  La gara si conclude con la vittoria della Pedemontana che ha fatto il minimo sindacale per portare a casa i tre punti. Si è notata certamente la miglior intesa tra i reparti della squadra ospite che agisce sul blocco riconfermato dei vari Stupiggia, Battaglin, Ballardin, Broccardo, Frigo, Apolloni e c. mentre il Berton Bolzano deve assemblare molti giocatori nuovi (ieri in campo c’era il solo Fabris della rosa dello scorso anno con Scapinello che però è rimasto assente per quasi tutto il campionato.

Domani pubblicheremo altri immagini di questa partita.

Servizio e foto di Federico Formisano

Sull'Autore

Federico Formisano