Seconda Categoria

Uno strepitoso primo tempo vale tre punti e primato in classifica

Scritto da Stefano Campana

A.C. QUINTO VICENTINO  2  –  A.S.D. JUNIOR MONTICELLO  3

Tenta il recupero nella ripresa il Quinto ma la tripletta di Moresco indirizza la partita verso gli ospiti alla terza vittoria consecutiva

QUINTO: 1. GIROTTO Alberto, 2. SPADINA Francesco (dal 15’ st 13. SALVO Nicola), 3. MARANGONI Andrea, 4. GIARETTA Davide, 5. VALENTINI Marco, 6. CECCHINATO Matteo ©, 7. SECCO Alessandro (dall’11’ st 20. ZEBELE Antonio), 8. SAGGIORO Matteo (dall’8’ st 16. CONCA Antonio), 9. CARMIGNOTTO Giacomo (dal 22’ st 17. JACOTA Iurie), 10. ANDRIANO Morris, 11. CELIN Fabio. A disposizione in panchina: 12. ALTISSIMO Francesco, 14. BASSO Matteo, 15. ZANINI Andrea, 18. DE BONI Matteo, 19. DELL’AQUILA Simone. Allenatore: Ivano Ruggero GIARETTA

JUNIOR MONTICELLO: 1. ROSSI Andrea, 2. MATTIOLI Nicolò, 3. TONIOLO Filippo, 4. CISCO Andrea, 5. TRENTO Riccardo, 6. PETTENUZZO Omar, 7. CARLANA Marco (dal 10’ st 16. PICCOLIN Matteo), 8. TOSATO Gianluca, 9. MORESCO Giacomo (dal 17’ st 18. PIZZATO Maximiliano); 10. DAL LAGO Tommaso ©, 11. HASANI Alban. A disposizione in panchina: 12. CECCHETTO Francesco, 13. SABBADIN Alberto, 14. STELLA Giulio Maria, 15. CAMPANA Nicolò, 17. BOMBEN Marco, 19. TETI Alessandro. Allenatore: Mirko BELLOTTO

Arbitro:         Giovanni ZERBO (Sezione di Schio)

Ammoniti:     GIARETTA, SAGGIORO e ANDRIANO (Q); PETTENUZZO, MATTIOLI, TONIOLO (JM)

In una giornata inizialmente uggiosa che diventerà poi decisamente più piovosa, su un terreno di gioco sicuramente scivoloso ma in buone condizioni, i padroni di casa si presentano nella consueta divisa in pantaloncini rossi e maglia a strisce bianco-rosse, mentre gli ospiti sono in completa tenuta blu.

Parte forte la squadra di casa e al 4’ tenta di sorprendere gli avversari e coglie il palo pieno alla sinistra del portiere ospite Rossi con un tiro di Secco. Sul prosieguo dell’azione cade in area Saggioro. L’intervento su di lui da parte della difesa ospite è quantomeno sospetto ma l’arbitro fa segno di proseguire. L’impressione di chi scrive è che questo episodio in qualche modo influenzerà la conduzione di gara del fischietto della Sezione di Schio, Giovanni Zerbo, che nel corso della partita assegnerà alla squadra di casa due rigori di cui il primo sicuramente più dubbio di quello non assegnato ad inizio gara ed il secondo, nella ripresa, ancora più dubbio. La squadra ospite dopo i primi minuti in cui sembra lasciare l’iniziativa ai padroni di casa, inizia presto a prendere campo e alla prima vera azione in avanti, al 9’, perviene al vantaggio. Gran passaggio filtrante di Dal Lago, che si dimostrerà particolarmente ispirato nella prima frazione di gioco, e palla servita sul dischetto del rigore a Carlana che stoppa la sfera e in caduta la appoggia dietro per Moresco che appostato un metro dentro l’area, incautamente lasciato solo dalla difesa, spara un siluro a mezza altezza alla sinistra dell’incolpevole portiere di casa Girotto che nulla può per evitare il vantaggio del Junior Monticello.

Moresco

 

I padroni di casa, colpiti a freddo dal vantaggio ospite, non sembrano in grado di mettere in campo una reazione efficace ed il Junior confeziona al 14’ un’altra bella azione sull’asse Moresco – Dal Lago – Moresco sulla fascia destra con l’attaccante di Monticello che si inventa un lancio a tagliare tutto il campo che trova sul vertice destro dell’area Carlana che stoppa, dribbla un avversario e porge a centro area la palla ad Hasani il cui tiro viene però contrato da un difensore.

Un minuto dopo è in avanti la squadra di casa con un cross dalla destra apparentemente respinto con facilità dalla difesa ospite. Apparentemente perché, con un certo grado di stupore della tifoseria di entrambe le fazioni, l’arbitro ravvisa una qualche irregolarità nel modo in cui il difensore si è liberato in area e fischia un calcio di rigore forse un po’ “generoso”. Si presenta sul dischetto Andriano che calcia sulla traversa. Il pallone in ricaduta viene smanacciato dal portiere Rossi sui piedi di Secco il cui tiro di prima intenzione viene deviato in corner. Al 21’ buona ripartenza del Quinto con Andriano che da centro campo lancia bene Celin che da una trentina di metri prova a sorprendere Rossi con un tiro a giro. Il portiere ospite è però attento e con plastico tuffo sulla sua sinistra gli para la conclusione. Sul rapido rovesciamento di fronte il Junior conquista un corner che viene battuto da Dal Lago a ricercare l’altezza di Moresco. La palla giunge invece a Tosato che è in buona posizione ma un attimo in anticipo rispetto alla palla ed il cui impatto con la sfera non è quindi efficace.

La squadra di Monticello appare più efficace nelle sue azioni in avanti rispetto agli avversari ed ogni volta che si lancia in avanti appare in grado di rendersi pericolosa. Non è quindi una sorpresa che al 27’ arrivi il raddoppio ancora con una bella azione sulla destra di Dal Lago che si porta a spasso palla e difensori fino a giungere quasi al limite dell’area prima di servire un bel pallone dentro su cui fa velo Tosato per il compagno Carlana che, come in occasione del primo gol, appoggia indietro ancora una volta per Moresco che questa volta non sceglie la botta di prima intenzione ma un tocco per controllare la palla prima di infilarla sotto la traversa dove non può arrivare l’ancora una volta incolpevole estremo difensore di casa. La timida reazione dei locali è tutta in una punizione da 35 metri al 30’ che Saggioro batte a scavalcare la barriera ma con una traiettoria destinata a perdersi alta sopra la traversa. Un minuto dopo il Junior sfiora il 3-0 con Hasani che lanciato direttamente dalla difesa corre una decina di metri palla al piede nella metà campo avversaria e poi, visto il portiere di casa abbondantemente fuori dai pali, cerca di superarlo con un pallonetto. La cosa gli riesce ma la traiettoria è imprecisa ed il pallone esce un paio di metri a lato del palo di sinistra della porta sguarnita. Il gol è solo rimandato e la supremazia del primo tempo da parte degli ospiti si concretizza al 36’ e ad andare in gol è ancora, per la terza volta Moresco. Ancora una volta la palla la gestisce a centrocampo Dal Lago che inventa un lancio a liberare sul vertice sinistro dell’area Hasani che stoppa, si libera di un avversario e calcia con potenza. La conclusione viene ribattuta ma è ancora una volta pronto Moresco, sempre un metro dentro l’area, che ha il tempo di fermare la palla, dribblare non uno ma due avversari a concludere quindi con un preciso diagonale che bacia la parte interna del palo di destra fuori dalla portata del portiere del Quinto, per l’ennesima volta incolpevole e vanamente proteso in tuffo. Le squadre vanno al riposo sul 3-0, risultato che sancisce la netta superiorità degli ospiti almeno nell’efficacia delle sue conclusioni.

Dal Lago domenica in veste di assist man

Nella ripresa la squadra di Monticello, evidentemente paga del risultato, sembra voler abbassare il ritmo della partita e lasciare l’iniziativa agli avversari pur mantenendo il totale controllo della gara. Il primo tiro in porta è comunque degli ospiti all’8’ con Dal Lago che conclude alto dopo aver ricevuto un buon pallone direttamente dalla propria area grazie ad un pregevole lancio da parte di Cisco sempre attento e preciso e tra i migliori della sua squadra. Sul rovesciamento di fronte, sul primo errore della difesa del Junior, occasione per il Quinto con il numero 11 Celin che entrato in area dalla sinistra mira al sette alla sinistra di Rossi che con un pregevole gesto tecnico ed atletico si protende in tuffo e riesce a smanacciare la palla in angolo. All’11’ sono ancora in avanti i padroni di casa con un cross dalla destra che dal limite dell’area Carmignotto corregge di testa per Andriano appostato all’altezza del dischetto la cui conclusione è pronta, tesa ma alta sopra la traversa. Al 15’ esce dal campo tra gli applausi, apparentemente per un infortunio muscolare, l’indiscusso protagonista di giornata Moresco.

Al 20’ occasione per il Quinto per segnare il gol che potrebbe riaprire la gara. Andriano batte una punizione 5 metri fuori dall’area con un tiro che supera la barriera a 4 predisposta da Rossi che è due volte bravo prima a respingere la punizione e poi, da terra, a parare il tap-in ravvicinato del capitano Cecchinato. È il momento di maggior spinta del Quinto che, anche approfittando del fatto che il Junior ha abbassato forse un po’ troppo il proprio baricentro, cerca in qualche modo di pervenire ad un gol che potrebbe forse riaprire la partita. E al 25’ una mano ai padroni di casa la dà il direttore di gara che fischia un secondo rigore apparso quantomeno dubbio. Marangoni crossa da sinistra un pallone a centro area dove un difensore del Junior spazza in tuffo di testa nonostante un vistoso tentativo di un avversario di trattenerlo. Al fischio dell’arbitro i più pensano ad un fallo in attacco mentre il fischietto della sezione di Schio fa segno che nel liberarsi il difensore avrebbe smanacciato all’indietro colpendo al volto l’avversario e che tale intervento era passibile della massima punizione. Si presenta sul dischetto Zebele che spiazza Rossi e segna il gol dell’1-3.

Zebele

Al 32’, complice il campo che si è fatto via via sempre più bagnato, i padroni di casa fanno un ulteriore passo nel tentativo di rimontare il risultato e pervengono al 2-3. Celin prende palla sulla sinistra e nei pressi dell’area appoggia indietro a Giaretta che si accentra e scaglia un tiro che non appare irresistibile ma che rimbalza in maniera infida davanti al portiere sul terreno bagnato ed acquista una velocità che sorprende Rossi infilandosi in porta. Trovatosi improvvisamente con un solo gol di scarto in una partita che aveva ampiamente dominato nel primo tempo e facilmente controllato per metà della ripresa, il Junior mostra i primi segni di difficoltà.

Apparentemente sembrerebbero opportune forze fresche, anche perché sulle ali dell’entusiasmo la squadra di casa sembra aver trovato nuove energie forse più mentali che fisiche, ma Mister Bellotto evidentemente non ritiene opportuno correre il rischio di minare i precari equilibri del momento e porterà a termine l’incontro con gli undici che al momento ha in campo. E il campo gli dà ragione perché nonostante i 7 minuti di recupero concessi dall’arbitro il Quinto non riesce più ad arrivare con reale pericolosità dalle parti dell’ottimo portiere ospite Rossi ed è anzi il Junior Monticello a rendersi pericoloso in pieno recupero. È l’ultimo minuto quando Rossi rimette lungo un pallone che il centrale difensivo del Quinto tenta di colpire di testa nella propria trequarti. La sfera non è colpita con precisone e schizza all’indietro diventando un assist per Dal Lago che si invola solo verso la porta del Quinto. Tra le proteste dei giocatori in campo e dei tifosi al seguito della squadra sugli spalti l’arbitro lo ferma per fuorigioco, ma è comunque l’ultima azione e la fine delle ostilità decreta la meritata vittoria del Junior Monticello davanti ad un coriaceo e mai domo Quinto, vittoria che proietta la squadra ospite da sola in testa alla classifica con 10 punti dopo 4 partite, con 1 punto di vantaggio sul Maddalene, 2 sul Telemar e 3 sulla coppia Calcionovoledo Villaverla e Breganze. (sc)

Sull'Autore

Stefano Campana