Serie D

L’Arzignano rinvia la vittoria; solo un pari con l’Adriese.

Scritto da Federico Formisano

FC ARZIGNANO VALCHIAMPO – ADRIESE 1-1 (pt 1-1)

FC ARZIGNANO VALCHIAMPO: Enzo, Pasqualino (pt 12’ Trentin), Rossi, Molnar, Cuccato, Calì, Leite Borges (st 43’ Doda), Altinier (st 34’ Lisai), Gabbani (st 23’ Valenti), Antoniazzi, Sammarco. All Spinale. A disposizione: Cucchiararo, Roverato, Cavaliere, Trentin, Pettinà, Farinola
ADRIESE: Marocco, Cavallari (st 27’ Pagan), Addolori (st 37’ Vecchi), Boscolo Berto, Tiozzo, Bonetto, Rosso (st 23’ Perrotti), Boscolo Papo, Rosati (st 36’ Scarparo), Florian (st 45’ Meneghello), Beltrame. All Mattiazzi. A disposizione: Zanellato, Garau, Bonini, Cutali.
ARBITRO: Domenico Castellone di Napoli. ASSISTENTI: Montanelli di Lecco e Macchi di Gallarate
RETI. Pt 36’ Florian (AD), 44’ Leite Borges su rig (AR)
NOTE. Espulsi: nessuno. Ammoniti: Boscolo Papo, Rosso, Sammarco, Cuccato. Angoli: 9-3. Recupero: pt 1’; st 4’.

 

SCELTE – Mister Spinale deve rinunciare anche stavolta a Bigolin, Forte, Maury e Casini, ma recupera in extremis Lisai che va in panchina. Davanti ad Enzo linea difensiva con Pasqualino e Rossi esterni, con Molnar e Cuccato centrali. In mezzo al campo Sammarco, Gabbani e Antoniazzi, con Borges Leite a dare supporto al tandem offensivo Calì-Altinier.

PRIMO TEMPO – Parte subito forte l’Arzignano, e dopo 1’ il cross di Rossi costringe Marocco all’uscita alta. Al 9’ discesa di Pasqualino, cross al centro per la testa di Calì, palla di poco alta sopra la traversa. Al 12’ finisce la partita di Pasqualino, costretto a lasciare il campo per infortunio: al suo posto dentro Trentin. Al 14’ l’Arzignano trova pure il gol, con il diagonale di Altinier, ma l’arbitro annulla per la posizione di fuorigioco dell’attaccante. Al 17’ Calì entra in area, serve ad Altinier, il cui tiro viene sporcato da un difensore e termina alto. Al 20’ bel cross da destra del neo entrato Trentin, testa di Calì, ma palla ancora alta sopra la traversa. Al 27’ ci prova Rosati dalla trequarti, ma il suo tiro termina abbondantemente alto. Al 28’ colpo di testa di Florian da posizione favorevole, Enzo respinge, ma l’attaccante era in fuorigioco. Al 30’ buona giocata di Gabbani, che chiede uno-due ad Antoniazzi, si inserisce, ma al momento della conclusione si allunga la palla. Al 36’ il risultato si sblocca: calcio d’angolo per l’Adriese, che batte in velocità, sorprendendo la difesa di casa con Florian sul secondo palo che insacca: 0-1.

Al 27’ la risposta dell’Arzignano, con Calì che libera al tiro Altinier, ma il suo colpo di testa viene bloccato da Marocco. Al 43’ su corner di Antoniazzi, ci prova Molnar di testa, ma la palla è a lato. Al 44’ su colpo di testa di Gabbani un difensore colpisce di mano: calcio di rigore che calcia Leite Borges che spiazza il portiere e pareggia i conti: 1-1.

RIPRESA – Si va alla ripresa, e l’Arzignano prova a rendersi subito pericoloso al 9’ col contropiede di Altinier, che liberato da un compagno non riesce a superare Marocco. Al 14’ ci prova l’Adriese con il terzino Addolori, col suo tiro cross che attraversa tutto lo specchio della porta non trovando una deviazione. Chance gialloceleste al 21’ con la girata di Altinier su invito di Calì che viene bloccata a terra dal portiere. Al 22’ grande parata di Enzo al volo sul tiro da fuori di Boscolo Papo. L’Arzignano attacca a testa bassa, sfruttando molto il gioco sulle fasce, per cercare di mettere in difficoltà la difesa ospite, e crea un paio di pericoli con Calì e Valenti.

E’ sempre l’Arzignano a fare la partita, provando ad attaccare a testa bassa, provando in tutti i modi a scardinare la difesa ospite. Nel recupero grandissima occasione per l’Arzignano, con Antoniazzi che al 46’ non riesce a servire a Calì un pallone che poteva diventare particolarmente interessante.

TESTA AL FELTRE – Finisce dunque con il secondo pareggio consecutivo per i giallocelesti, che ora torneranno a lavorare, intensamente, per preparare nel migliore dei modi la prossima partita, valida per la sesta giornata di andata, domenica prossima alle 15.00 sul campo dell’Union Feltre.

Sull'Autore

Federico Formisano