Ram

Che cosa cerchi?

SECONDA CATEGORIA: Fugace l'illusione, il Cresole torna a cadere

Domenica, 19 Marzo 2017

CRESOLE 80 [1]: Savio, Grendene (dal 67’ De Tofano), Zocca Luca, Scalco ©, Piccolo, Pilotto, Piaserico, Zocca Andrea (dal 46’ Nogara), Sottoriva (dal 55’ Gheller), Parisotto, Meneghello. A disposizione: Saccozza, Fabiasco, Battocchio. All. Zaupa.

Cresole con SP Montecchio

MONTECCHIO SAN PIETRO [4]: Meggiolaro Samuel, Schiavo, Tinazzo, Agosti, Facchin, Faccin (dal 73’ Urbani), Pegoraro, Agresti, Meggiolaro Luca © (dal 68’ Peruffo), Massignan, Lovato (dall’84’ Cavallon). A disposizione: Gorinelli, Danuso, Neri, Chiarello. All. Rutzittu.

Montecchio SP a Cresole

Arbitro: Geremia di Bassano del Grappa.

Marcatori: 31’ e 60’ Lovato (M), 41’ Pegoraro (M), 71’ Gheller (C), 94’ rig. Agosti (M).

Ammoniti: 26’ Piccolo (C), 40’ Zocca Andrea (C), 66’ Faccin (M), 72’ Piaserico (C), 81’ Pilotto (C), 82’ Lovato (M), 91’ De Tofano (C), 91’ Pegoraro (M).

Note: recupero 1’ PT, 4’ ST; calci d’angolo 5-5; possesso palla 60% Montecchio San Pietro.

Locali di mister Zaupa che scendono in campo con maglia rossa e pantaloncini bianchi: modulo di partenza il 4-4-1-1, con Parisotto che agisce alle spalle di Sottoriva; Montecchio San Pietro con la classica tenuta neroverde e che risponde con un 4-3-3 a trazione anteriore: capitan Meggiolaro al centro dell’attacco, con Pegoraro e Lovato esterni alti; assetto molto offensivo in quanto solo una delle due ali torna in copertura, impedendo ai terzini del Cresole di spingere con continuità in entrambe le fasce.

Ospiti che iniziano il match spingendo da subito sull’acceleratore, e che vanno vicinissimi al gol appena dopo 2’: Luca Meggiolaro lavora bene un pallone in area e, defilato sulla destra, mette al centro trovando Lovato che colpisce al volo, con un destro sporco, cogliendo il palo più lontano, a Savio battuto. Si profila dunque un’altra giornata di sofferenza per la retroguardia del Cresole.

ingresso in campo Cresole Mont SP

Cresole che però reagisce al pericolo incorso e inizia a sua volta a farsi vedere dalle parti di Samuel Meggiolaro: prima al 9’ con Parisotto che vince un rimpallo sulla destra, entra in area e crossa in mezzo, Agosti è ben appostato sull’area piccola e manda il pallone in corner. Pochi minuti più tardi, ci prova il solito Parisotto con un destro potente dai venti metri, l’estremo difensore ospite si distende sulla una destra e manda in angolo; sugli sviluppi del corner, ci prova da fuori area Piccolo, diagonale mancino che esce non di molto.

Giunti a metà tempo, la gara è in assoluto equilibrio: Scalco e compagni sembrano aver preso le misure ai propri avversari e provano a colpire principalmente da palla inattiva; al 24’ infatti, corner dalla destra a uscire di Piaserico, Sottoriva devia da distanza ravvicinata, palla che dopo una serie di rimpalli viene agguantata da Samuel Meggiolaro a due passi dalla porta. Due minuti più tardi, bella combinazione tra Piaserico e Parisotto sulla destra, quest’ultimo va al cross ma Agosti allontana nuovamente il pericolo.

Montecchio San Pietro che al 28’ torna a farsi vedere dalle parti di Savio: corner dalla sinistra a rientrare di Massignan, sul secondo palo Lovato colpisce di testa, l’esperto portiere biancoblu blocca con presa sicura. Alla mezzora, i neroverdi di Rutzittu ricominciano a premere come a inizio a gara, fino a trovare la rete del vantaggio al 31’: sulla sinistra, rimessa di Tinazzo che serve Luca Meggiolaro, controllo e servizio sulla corsa per Lovato, l’esterno entra in area e conclude col destro battendo Savio, messo fuori causa da una leggera deviazione di Pilotto. Ospiti che sbloccano una gara sin qui tutt’altro che semplice, grazie al settimo centro stagionale del loro numero undici.

Rigore di Agosti

Agosti sta per calciare il rigore del 4-1

Nei minuti successivi, continua il forcing del San Pietro che sfiora il raddoppio al 34’: sul lato destro, punizione di Massignan all’altezza dell’area locale, palla indirizzata sul secondo palo dove Agosti ci prova con una girata al volo di destro, palla che esce poco lontana dal palo lontano della porta di Savio. Raddoppio sfiorato ma che arriva comunque al 41’: lancio di Massignan dal cerchio di centrocampo, sulla destra Pegoraro scatta sul filo del fuorigioco, lascia rimbalzare il pallone una volta e, al limite dell’area di rigore, colpisce con un collo destro secco che scavalca Savio e si infila sotto la traversa. Sesta rete in Campionato per il sette neroverde, e partita che si mette ora decisamente più in discesa per i ragazzi di Rutzittu.

San Pietro che nel recupero, sfiora addirittura il terzo gol: splendida azione sulla destra sull’asse Pegoraro-Faccin-Meggiolaro, con quest’ultimo che entra in area da destra e fa partire un destro rasoterra, palla che sbatte sul primo palo. Questa è anche l’ultima occasione della prima frazione, che vede gli ospiti in vantaggio sul parziale di due a zero.

All’intervallo, Zaupa toglie un nervoso Andrea Zocca e inserisce Nogara: modulo invariato, locali che guadagnano centimetri a centrocampo. Rutzittu invece non effettua alcuna sostituzione, essendo evidentemente soddisfatto dei suoi, soprattutto per l’ultimo quarto d’ora del primo tempo.

La prima conclusione della ripresa è ad opera di Luca Meggiolaro, che al 49’ fa partire un destro dai venti metri, Savio blocca centralmente. San Pietro che intende gestire il risultato, controllando il possesso e cercando di colpire sulle fasce con Pegoraro e Lovato, entrambi decisamente ispirati nella giornata odierna.

Dopo un primo quarto d’ora nel quale il ritmo di gioco si è leggermente abbassato, gli ospiti riescono ad andare di nuovo a segno, ancora una volta con Lovato: al 60’, Massignan si libera di due avversari a centrocampo e serve Agresti, l’otto avanza centralmente fino ai venti metri e apre a sinistra per Lovato che entra in area e con l’esterno destro batte Savio in uscita. Doppietta per Lovato e partita messa in ghiaccio dagli ospiti: tre a zero a 2/3 di gara, distacco che si profila ormai incolmabile per i padroni di casa.

Cresole che un minuto dopo la terza rete ospite, va alla conclusione dal limite dell’area con Piaserico, il suo mancino si perde però sul fondo. Nel frattempo entra in campo Gheller tra le file dei locali, che rileva Sottoriva; trattasi di un cambio che, dieci minuti più tardi, si rivelerà indovinato: al 71’ infatti, Gheller incorna di testa sugli sviluppi di un angolo da destra, mettendo alle spalle di Samuel Meggiolaro. Distanze che si riaccorciano, gara che improvvisamente viene riaperta e un finale di gara che potrebbe regalare ulteriori emozioni.

Nell’ultimo quarto di gioco, sono comunque gli ospiti ad avere le occasioni più importanti per aumentare il vantaggio, ma né Pefuffo né Urbani sono precisi negli ultimi metri. Nel recupero, dopo un accenno di rissa tra De Tofano e Pegoraro, viene concesso un calcio di rigore al San Pietro: Cavallon viene atterrato in area, dal dischetto va Agosti, botta centrale e sigillo finale all’incontro, che termina col risultato di Cresole uno, Montecchio San Pietro quattro.

blog comments powered by Disqus
Copyright 2011 - 2015 CalcioVicentino.it - Tutti i diritti riservati - Contatta l'Amministratore

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Abbiamo 1197 visitatori e nessun utente online