Prima Categoria

Due belle squadre per una sfida di alta classifica: finisce 0-0 fra Azzurra e Bassano

Scritto da Delfino Sartori

 AZZURRA – BASSANO 1903 0-0

AZZURRA: Vicentini, Vitacchio, Peruzzo, Nouhou, Miotti, Sasso, Burti (st. 14’ Bellon), Gheno, Pastore (st. 35’ Novello), Maita, Scanavin (st. 49’ Cafagna). All. Nicolé.

BASSANO 1903: Scaranto, Benetti, Frangu, Torresan, Frasson, Bonaguro, Bertollo (st. 1’ Cosma), Ceccato (st. 6’ Xamin), Savio (st. 39’ Ovoyo), Franchesen, Battistella (st. 22’ Garbuio). All. Maino

ARBITRO: Zanoni Andrea

Arbitro e Capitani

NOTE: calci d’angolo: 4-6, ammoniti: Nouhou, Bellon, Bertollo. Spett. 500 circa.

Testo e foto di Delfino Sartori

Bel zero a zero tra le due migliori formazioni del girone F di prima categoria viste al Comunale. Da un lato il Bassano che dopo 7 successi consecutivi (25 gol segnati, 1 subito) comanda la classifica senza problemi viene fermata da un’Azzurra che all’andata aveva perso per 2 a 0 ma in grado di tenere testa sui più quotati avversari. I giallorossi restano, comunque, avanti 9 punti in attesa di rigiocare il confronto con il Salvatronda, annullato per vizio di forma sulle ammonizioni. Un incontro che ha richiamato il grande pubblico che non si è di certo annoiato.

Pubblico delle grandi occassioni a Sandrigo

Inizia con veemenza l’Azzurra con Gheno che nei primi minuti calcia due palloni, però molto alti, sopra la traversa.

Il Bassano più compatto nel movimento del suo organico lavora molto la palla a centrocampo e ma deve attendere 27’ per vedere un suo atleta, il difensore Benetti, tirare da fuori area con l’attento Vicentini che mette in angolo. Quindi al 38’ c’è un bel tiro di Savio che lambisce il palo sulla destra del portiere dell’Azzurra. Il tempo si chiude con un altro bel tiro del Bassano da parte di Torresan fuori di centimetri.

L’intervallo è fatto di blulé e cioccolata calda e al rientro sono i locali a cercare di premere con un’azione di Gheno su cui Scaranto si oppone senza problemi. Al 12’ il bomber Maita va vicino al gol ma si capisce che non è in giornata ed è allora il Bassano che cerca con più costanza il risultato con un tiro al 28’ di Savio e al 40’ di Garbuio ma la difesa dell’Azzurra fa buona guardia.

Al 3’ di recupero c’è un fallo su Nouhou. Batte Maita per Gheno. La palla filtra bassa tra le maglie della barriera e Scaranto deve allungarsi sulla destra e mettere in angolo per salvare il risultato.

Quindi il terzo tempo con le due formazioni a ricevere i meritati applauso dai loro sostenitori.

Intervista a Fabio Nicolè ( e grande esempio di sportività) 

Siamo felici della prestazione, di come siamo rimasti in partita per novanta minuti contro questa grande squadra: avevamo deciso di giocarcela senza timori e ci siamo riusciti. Grandissimi complimenti ai miei ragazzi, soprattutto a Miotti e Burti che sono stati chiamati a dare una mano dopo tanto tempo che non giocavano da titolari. Ma questo grande gruppo permette sempre a tutti di dimostrare il proprio valore. Voglio troppo bene a Checco Maino per non ripetere a voce alta quanto gli ho detto a fine gara: mi auguro che riesca ad andare fino in fondo e raggiungere il risultato che si sono prefissati. È un grande allenatore e un grande uomo, se lo merita tutto!”


Sull'Autore

Delfino Sartori