Serie D

Arzignano sempre più candidato alla C: battuto il Trento

Scritto da Federico Formisano

Arzignano Valchiampo – Trento 2-0 (pt 0-0)

Arzignano Valchiampo: Tosi, Spaltro, Vanzan, Maldonado (st 36’ Burato), Bigolin, Ferri, Valenti (st 32’ Serroukh), Hoxha, Odogwu (st 43’ Cavaliere), Parasecoli (st 21’ Forte), Pllumbaj. All Di Donato. A disposizione: Farina, Maronilli, Panzani, Munaretto, Antoniazzi

Trento: Barosi, Zucchini (st 30’ Bertaso), Carella, Bosio, Sanseverino, Baronio (st 43’ Islami), Trevisan (st 26’ Ferraglia), Paoli, Frulla (st 39’ Furlan), Mureno, Panariello. All Bodo. A disposizione: Guadagnin, Badjan, Romagna, Romagna, Petrilli, Roveretto

Arbitro: Edoardo Gianquinto di Trapani. Assistenti: Lisi di Firenze e Laici di Valdarno

Reti. St 19’ Maldonado (A), 24’ Odogwu (A)

Note. Spettatori: 500 circa. Espulsi: st 34’ Sanseverino (T) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Parasecoli, Trevisan, Sanseverino. Angoli: 4-0. Min. Rec.: pt 0’, st 4’.

Nicola Ciatti Ufficio Comunicazione ASD Arzignano Valchiampo

La premiata ditta Maldonado-Odogwu regala tre punti d’oro all’Arzignano contro un Trento coriaceo

Giallocelesti che sbloccano la partita a metà ripresa con un uno-due micidiale a firma dei due gioielli di casa arzignanese. Nona vittoria nelle ultime dieci partite per la truppa di Di Donato. Ospiti in dieci dalla mezzora della ripresa per l’espulsione di Sanseverino. Domenica prossima si va in trasferta contro il Cjarlins Muzane

ARZIGNANO (VI) – E’ servita una prestazione di grande maturità all’Arzignano Valchiampo per avere la meglio di un coriaceo Trento, vincere per 2-0 al Dal Molin nel testa coda della ventinovesima giornata di campionato e conquistare la nona vittoria nelle ultima dieci partite. Come aveva previsto mister Di Donato è stata una gara molto difficile quella contro i trentini, contro una squadra che ha giocato una partita di grande attenzione, chiudendo tutti gli spazi e provando a ripartire in contropiede.

SCELTE – Mister Di Donato deve rinunciare ancora una volta all’infortunato Fracaro, che va in tribuna, mentre Forte per la prima volta si accomoda in panchina dopo il ko. Nel Trento out lo squalificato Sabato e il lungodegente Scaglione, mentre per scelta tecnica si accomoda in tribuna Cristofori.

Spaltro dell’Arzignano

PRIMO TEMPO – Inizia forte l’Arzignano, che al 3’ crea una ghiotta chance con il contropiede di Odogwu: il centravanti salta due avversari, calcia in porta e salva Carella alla disperata. Stesso copione al 5’, inserimento di Odogwu e stavolta Panariello salva in scivolata. Al 14’ azione dell’Arzignano in velocità, con Spaltro che sgroppa sull’out di destro, ma quando entra in area svirgola il cross e l’azione sfuma. Al 17’ discesa di Parasecoli sulla sinistra, sponda di Odogwu per l’inserimento di Pllumbaj, che viene però anticipato da un difensore trentino. Il Trento si fa vedere dalle parti di Tosi al 19’, con il tiro cross di Mureno che attraversa tutta l’area di rigore, ma il portiere locale blocca in presa. Al 21’ ci prova Valenti con un’insistita azione personale, ma al momento di liberarsi al tiro calcia alto sopra la traversa. Al 24’ pericolosissimo Odogwu in area di rigore, che punta un difensore, va sul fondo e il suo tiro viene respinto sulla linea. Al 29’ Valenti si libera al tiro col mancino e sfiora l’incrocio dei pali. Al 30’ invece è Odogwu a girarsi col mancino al limite dell’area, ma il suo tiro risulta sbilenco. Al 36’ nuova chance gialloceleste, con Odogwu che prova a calciare, finta di sinistro ad eludere un difensore e tiro di destro che sfiora il palo alla sinistra di Barosi. Al 38’ angolo di Vanzan, svetta di testa Spaltro che va a colpo sicuro, ma non inquadra la porta per questione di centimetri. Al 44’ punizione dai trenta metri guadagnata da Valenti e calciata da Maldonado: tiro potente, ma centrale, che Barosi para a terra.

RIPRESA – Al 2’ sponda di Odogwu per l’inserimento di Spaltro, ma il suo tiro cross è troppo sul primo palo e facilita l’intervento di Barosi. Al 7’ cross dalla destra di Spaltro, spizzata di testa di Pllumbaj che però non trova la porta. Al 9’ mischia furibonda in area Trento su punizione di Valenti, ma la difesa si salva in extremis. Al 10’ sugli sviluppi di un corner, Vanzan spara alle stelle. Al 11’ perfetto duetto Parasecoli-Vanzan, cross di quest’ultimo ma la difesa sbroglia di testa. Al 13’ bomba da fuori area di Maldonado, respinta di Barosi, sulla respinta fuorigioco di Odogwu. Al 16’ brivido in area Arzignano, col Trento che sfiora il vantaggio con l’inserimento di Trevisan che calcia a botta sicura ma Tosi devia in corner.

Il risultato si sblocca al 19’, con la magia di Maldonado direttamente su calcio di punizione: incrocio dei pali e palla che supera Barosi: 1-0. Al 22’ ci prova Hoxha da fuori area con una botta potente, ma centrale su cui Barosi si accartoccia. Il raddoppio è nell’aria e arriva al 23’, con il perfetto contropiede iniziato e finalizzato da Odogwu che supera Barosi: 2-0. Al 26’ punizione bomba di Mureno che sfiora il palo alla sinistra di Tosi. Al 33’ Odogwu entra in area di rigore, prova a calciare ma viene steso in area da Carella, ma l’arbitro lascia correre. Al 34’ Frulla entra in area di rigore, tenta un tiro cross in pallonetto e sfiora di pochi centimetri la porta di Tosi. Al 35’ il Trento rimane in dieci per l’espulsione di Sanseverino, che già ammonito, probabilmente si lascia andare a qualche parola di troppo nei confronti dell’arbitro e viene espulso.

TESTA A MUZANE – Finisce dunque con la vittoria numero diciotto della stagione per un Arzignano che complice il pareggio casalingo dell’Adriese con il Delta Porto Tolle, guadagna due punti sui rodigini, allungando a tre punti il vantaggio sulla seconda. Ora la testa deve andare alla prossima trasferta, temibilissima, di domenica prossima sul campo del Cjarlins Muzane.

 

Sull'Autore

Federico Formisano