Presentazioni Prima Categoria

Presentazioni (16): a Malo si coniuga tradizione e gioventù

Scritto da Federico Formisano

A Malo si coniuga gioventù e Tradizione.  L’Unione Sportiva Malo ha varcato già da un pezzo il traguardo del secolo di vita essendo nata nel 1908. La sua storia la mette ai primi posti tra le società vicentine e venete più datate.  Ma nonostante non intenda certo sganciarsi dal suo passato, la società nero stellata appare come una realtà assolutamente giovane e per noi, che la conoscevamo relativamente, anche come una delle entità più organizzate del territorio. Va dato atto al presidente Bonato e alla sua squadra di aver fatto un lavoro importante di crescita e ieri sera, nei due momenti di questa presentazione ufficiale, il primo con giocatori, staff tecnico e dirigenti del settore giovanile e il secondo in una cena con autorità e dirigenza questa sensazione si respirava a pieni polmoni.

La location

Ad iniziare dalla scelta dell’ambientazione,   in questa struttura, denominata K-Farm,  nata sul limitare della collina del Tirondolo a San Tomio di Malo che a sua volta nasce dalla felice intuizione di  dare nuova vita ad una villa del 1400 “Villa Castellani, Manni” con un ambiente moderno ed elegante, un ambiente giovane.

L’organizzazione

I dirigenti con il presidente Bonato

Ma soprattutto dalla sensazione molto presente di una realtà veramente in crescita, attuata attraverso la scelta di dirigenti e allenatori preparati che stanno forgiando squadre pronte alle grandi imprese, come quella squadra Juniores che ha partecipato con risultati veramente di rilievo al campionato Elite regionale. Il direttore generale Paolo Migliorin e il responsabile del settore giovanile Nestor Alfonso non nascondono l’orgoglio di avere tutte le squadre giovanili iscritte ai campionati d’Elite e pensano veramente e a ragione di rientrare in un elite ristrettissima di squadre che possano vantare lo stesso risultato. Confermato Sidi Shehu alla guida degli juniores Elite, arrivano in società anche tecnici come Francesco Cazzola (che ritorna dall’esperienza di Montecchio Precalcino e che prenderà la squadra degli Allievi Sperimentali) o come Andrea De Rizzo (ex tecnico di Concordia e San Vito) che entra anche lui nella squadra.

Giovane è bello

Il tema ricorrente è appunto quello dei giovani e il presidente Bonato non lo nasconde nel suo intervento “Non intendiamo nemmeno con la prima squadra snaturare quello che è il nostro progetto, il nostro modo di interpretare il calcio, inserendo i giovani di valore emersi dal nostro vivaio nella prima squadra”. E  con questo dato chiaro ecco che arriva naturale anche l’obiettivo: almeno ripetere l’ottimo campionato concluso due mesi orsono.   L’età media della prima squadra sarà così di 22 anni e spiccioli con sette ex Juniores inseriti in pianta stabile nella rosa di mister Gianluca Covolo (i difensori Lorenzato, Clementi e  Rizzato, i centrocampisti Balzarin, Cazzola e gli esterni dalle Molle e Vanzo) e con altri giovani come Grubetich, Migliorini e Poggietta che rientrano dopo le esperienze al Summania e al Montecchio Precalcino.

Vanzo e Balzarin

Lo staff

E’ giovane anche la scelta di Covolo in panchina, non tanto per il dato anagrafico quanto per la relativamente fresca esperienza del mister che viene da due ottime stagioni al Dueville e che sicuramente porta idee nuove e un modo fresco di intendere il calcio.  Con lui ci saranno il secondo Nico Porro e il preparatore dei portieri Giancarlo Plechero.

Porro, Covolo e Plechero

I nuovi arrivi

Spetta al direttore sportivo GianCarlo Dal Ferro  , altro viso nuovo nell’organigramma societario, presentare i nuovi arrivi con il colpo da novanta rappresentato  da Roberto Rondon, centrocampista e mezza punta del 1983, arrivato dalla Luparense. Rondon nativo di Malo ha giocato con il Montecchio in serie D, con il Bassano in C2 , con la Virtus Entella, con l’Este, con il Marano e nelle ultime stagioni con Union Feltre e nuovamente con l’Este prima della stagione vincente con la Luparense.  Nella sua lunga carriera ha realizzato oltre 100 gol con un record personale di 19 reti nella stagione 2014/15 con l’Este in serie D. E poi  quelli dell’esterno Simone Polga, classe 1992, 23 gare disputate e 4 gol realizzati con la Pedemontana, del portiere del 1996, Nicola Guglielmi, rientrato dal Valli,  del centrocampista Giovanni Deganello del 1998 arrivato dal Cornedo. E degli altri rientranti come Alexsander Grubetich del 2000 e Ivan Migliorini  del 2001 (dal Summania) e Edoardo Poggetta del 1999 dal Montecchio Precalcino.

Guglielmi e Deganello

La ripresa dell’attività

Mister Covolo scandisce i tempi della ripresa dell’attività: il 16 agosto  si inizia e si proseguirà con la doppia seduta, mattina e pomeriggio fino a mercoledì 21 quando si affronterà in amichevole il Cornedo. Poi la gara di Coppa il 25 e il 28 l’amichevole con lo Schio, mantenendo la cadenza quotidiana negli allenamenti fino all’inizio del campionato.

Il Sindaco

Ha portato il suo indirizzo di saluto il sindaco di Malo Paola Lain che era accompagnato dall’Assessore Moreno Marsetti.  Il Sindaco ha espresso la sua vicinanza al calcio Malo e ha ricordato gli impegni dell’Amministrazione per l’impiantistica sportiva: a Malo insistono ben 5 impianti sportivi utilizzati da Malo, Santomio e Molina e recentemente l’amministrazione ha investito 450 mila euro nel rifacimento del tappeto in erba sintetica del campo di Via Deledda e nella realizzazione della zona per il pubblico. Possibile anche la realizzazione di un campo di dimensioni ridotte sempre in sintetico.

Il Sindaco Paola Lain e la Vicepresidente Ketty Lappo

La rosa

Portieri:  Manuel Nicoli, 1986 (27 gare disputate), Nicola Guglielmi (1996 dal Valli);  difensori Thomas Brandi, 1999 ( 25), Enrico Bonato, 1992 (27), Alex Clementi (2000 dagli Juniores ), Alexsander Grubetich (2000 dal Summania), Nicola Lorenzato (2000 dagli Juniores),  Ivan Migliorini (2001, dal Summania), Edoardo Poggietta (1999 dal Montecchio Precalcino), Matteo Rizzato (2000 dagli Juniores ) Simone Stella, 1997 (23 ), centrocampisti: Nicola Balzarin (99 dagli Juniores) Leonardo Cazzola (2000 dagli Juniores ), Federico Dalle Molle (2000 dagli Juniores), Andrea Dal Prà  (1999 ),  Giovanni Deganello (98 dal Cornedo), Andrea De Zaiacomo, 1996 (25 e 4), Simone Polga (92 dalla Pedemontana), Paolo Rizzato, 1988 (22 presenze, 2 reti), Andrea Rovrena, 1990 (24 e 5), Nicolò Vanzo (2000 dagli Juniores),   attaccanti: Martino Scolaro, 1998 (28 e 16), Michele Fontana, 2000 (28 e 4), Roberto Rondon (83 dalla Luparense), Marco Savio, 1996 (26 e 10).

Sull'Autore

Federico Formisano