Coppa Italia Eccellenza

Montecchio Maggiore, secondo tempo da urlo!

Scritto da Eros

Parte bene il cammino della squadra vicentina in Coppa Italia, merito dei gol di Goncalves, Casarotto e Corazza arrivati tutti nei secondi quarantacinque minuti. Buona prova della squadra veronese fino al primo gol Castellano, poi il crollo.

MONTECCHIO MAGGIORE: Saggioro; Mucenji (Nikolic dal 68’); Benetti (Rigodanzo dal 74’); Mosele (Caregnato dal 59’); Vanzo; Equizi; Santacatterina; Carollo; Guccione; Goncalves (Corazza dal 79’); Casarotto (Pegoraro dall’88’). A disposizione: Dani; Tozzo; Trvunovic; Palmese. All: Girlanda.

BELFIORESE: Da Vià; Gambato; Gueye (Lazzarin dal 54’); Barnaba (Mosele dall’83’); Segato; Ghiotto, Dal Lago (Tadiotto dal 61’); Fanini (Pamato dal 68’); Marchetti; Andreeto (Benedusi dal 93’); Nizzetto. A disposizione: Sganzerla; Vesentini; Baltieri; Dejic. All: Beggio.

Arbitro: Sig. Gobbo (PD). Assistenti: Petarlin & Zanon.

Marcatori: Goncalves al 54’; Casarotto al 70’; Corazza all’80’.

Ammonizioni: Santacatterina; Casarotto; Caregnato; Gueye; Ghiotto; Tadiotto.

Nella prima partita stagionale, valevole per il girone N2 di Coppa Italia, Montecchio Maggiore e Belfiorese si sfidano al Polisportivo “Gino Cosaro” per i primi tre punti alla ricerca del passaggio del turno. Da ambo le parti gli allenatori hanno puntato sui nuovi arrivi cercando di sorprendere gli avversari, uscendo dal proprio seminato mostrando qualcosa di diverso dai loro precedenti incontri.

Dopo cinque minuti di intenso studio è la squadra di casa a prendere la prima iniziativa offensiva: Goncalves si accentra con forza verso l’area, serve sulla destra Guccione che manca di poco il bersaglio con un bel tiro ad incrociare. Diversi minuti più tardi grande involata di Andreeto che sulla sinistra salta i propri marcatori e costringe Saggioro ad un’importante parata. Insistono, diversi giri di orologio più tardi, gli uomini di Beggio con la punizione di Nizzetto per Marchetti che da buona posizione, in area, non riesce a tenere basso il pallone. Dopo questa azione la partita cala di intensità, causa un clima afoso e un ritmo partita ancora da trovare. Solo al quarantesimo la partita torna a farsi emozionante con il tiro di Casarotto che non inquadra la porta. Poco prima del duplice fischio dell’arbitro Goncalves manda Casarotto verso la porta con quest’ultimo che salta un avversario e mette in seria difficoltà Da Vià senza, però, riuscire a superarlo; mentre, pochi secondi dopo, Guccione ha un’opportunità che non riesce a capitalizzare.

Finisce sullo zero a zero un primo tempo alquanto frammentato, intenso nella fase iniziale e conclusiva, debole e avaro di emozioni nella parte centrale. Le due squadre sono andate più volte in attacco ma i portieri, per ora, non si sono fatti sorprendere.

Nella ripresa i padroni di casa partono decisamente più convinti e il gol arriva grazie alla punizione di potenza di Goncalves che finisce sotto l’incrocio non lasciando scampo al numero un avversario, mentre, tre minuti prima, la sua punizione era uscita di poco. Risponde la squadra veronese una decina di minuti dopo con il lancio di Segato che scavalca facilmente la difesa Castellana mandando, davanti al portiere, Ghiotto che spreca tutto non centrando l’obiettivo. Lo centra al settantesimo, invece, Casarotto che sfrutta il passaggio filtrante dell’ex Chions involandosi, a tutta velocità, verso la porta e segnando la rete del due a zero. Doppio vantaggio degli uomini di Girlanda che mette in grave crisi la squadra ospite che incomincia a subire ogni azione dei padroni come al settantunesimo quando Goncalevs riceve palla sul limite sinistro dell’area, si accentra e mette in difficoltà il numero uno avversario. Nel ripartire la difesa Belfiorese sbaglia incredibilmente l’impostazione e serve Guccione, il quale, sorpreso dal regalo avversario, non riesce a trovare la rete. Lo trova invece, all’ottantesimo, con grande fortuna e senso della posizione, Corazza appena entrato grazie al tiro di Casarotto che viene deviato sul palo dall’ex Castelbaldo Masi favorendo la ribattuta del neo-attaccante castellano. Ancora Corazza, due minuti più tardi, con un tiro in seguito ad un corner, ma il pallone finisce altro sopra la traversa. Nel finale i padroni di casa tentano di incrementare il vantaggio ma né il tiro dalla lunga distanza di Rigodanzo, che si infrange sul palo, che la bella punizione del solito Guccione, che si spegne di un nonnulla sul fondo, riescono a portare al quattro a zero.

Termina per tre a zero, a favore dei vicentini, la prima partita stagionale per Montecchio Maggiore e Belfiorese. Gli ospiti sono riusciti a giocare una buona partita per tutti i primi quarantacinque minuti, mentre nella ripresa non sono riusciti a ripetere quanto di buono visto nella prima frazione di gara, lasciando, spesso, Da Vià solo contro il temibile attacco Castellano. Per i padroni di casa è sicuramente buona la prima grazie ad un attacco formidabile che non ha lasciato scampo agli avversari ed a una tenuta fisica sorprendente per essere ancora ad Agosto. Per il prossimo appuntamento di Coppa basta aspettare una settimana dove i veronesi ospiteranno il Castelbaldo Masi mentre i vicentini se la vedranno in trasferta con il San Martino Speme.

Sull'Autore

Eros