Prima Categoria

Real San Zeno conquista il pari con il Tregnago negli ultimi 10′

Scritto da Redazione

Real San Zeno Arzignano- Tregnago 2 – 2

 

Real San Zeno Arzignano: Dalla Gassa, Mantovani, Magnabosco (Castegnaro J. dal 70’), Donadello (Dalla Bona dal 76’), La Bella, Castegnaro M., Vallarsa ( Bergozza dal 62’), Zoccante, Romellini, Belluzzi (Groppo dal 55’), Faccin. Allenatore  Cappellini

Tregnago: Scolaro J., D’Ambrosio, Tagliapietra N., Baccaro, Perbellini, Scolaro F., Fiorio, Gugole, Onofrio, Tagliapietra D., Torneri. Allenatore  Bonomi

Arbitro. Miglioranza di Schio.

Servizio della redazione

Il Real San Zeno si presenta alla sfida con il  Tregnago con 21 punti, ma con il retaggio di una sconfitta pesante contro l’ultima in classifica Pozzo che ha vanificato un buon periodo e fatto perdere sicurezza alla squadra. Per contro il Tregnago viene dal pareggio con il Casaleone e dal cambio di allenatore e prova a conquistare punti importanti.

Mister Cappellini apporta qualche novità alla squadra inserendo Dalla Gassa  in porta con Zoccante a centrocampo e Faccin in attacco.

Parte fortissimo in Real che colleziona corner e tiri senza però impensierire De Fanti. Inizia a crederci il Tregnago nella seconda parte del primo tempo, batte tre corner, e dal terzo sfiora il gol con una rasoiata a fil di palo.

Rete che arriva comunque al 43’, con una bella giocata di Fiorio, abile a far sedere La Bella e beffare Dalla Gassa con un tocco morbido.

Si va a riposo così, con il Real che si mangia le mani per un primo tempo mal gestito.

Nella ripresa stesso tema tattico, San Zeno che ha il possesso palla ma non punge davanti. Il Tregnago trova addirittura il colpo dello 0-2 in contropiede: uscita spericolata di Dalla Gassa che si fa superare dal pallone, e Onofrio è perfetto nel tocco a porta sguarnita. Romellini e Faccin sono confusionari e serve una scossa: mister Cappellini getta nella mischia Groppo e Bergozza al posto degli spenti Belluzzi e Vallarsa al 62’.

Entra anche Castegnaro J., che su punizione all’82’ innesca proprio Bergozza che da dentro l’area non si fa pregare e fa 1-2.

Il Real ora ci crede, e sugli sviluppi di un’azione sulla sinistra guadagna un solare penalty per atterramento del solito indomabile Bergozza.

Dal dischetto va Luca Faccin che, seppur con un dito del piede rotto per un pestone (auguri di pronta guarigione), batte il portiere con sicurezza.

Luca Faccin

Gli assalti finali non portano gioie, finisce così 2-2: Il Real porta a casa un punto insperato rimontando due gol in dieci minuti al Tregnago. Veronesi che con il minimo sforzo erano stati in odore di tre punti fino all’89’, capitalizzando due errori macroscopici dei biancorossi.

Sull'Autore

Redazione