Seconda Categoria

Breganze battuto e il Treschè Conca si rilancia verso i play-off

Scritto da Federico Formisano

Treschè Conca – Breganze 2-0

Marcatori: Cera al 50′ Pertile F. al 70′

Treschè Conca: Trevisan, Rivetta, Lunardi, Cera, Marini (Gregori dal 75′) , Panozzo D., Comparin (Basso M dal 70′), Gheller E. Benetti, Panozzo A. (Robaj dal 63′) Pertile; A disposizione Ciolacu, Panozzo E. Zenari, Zuccollo, Basile, Basso D.  Allenatore Frigo Claudio

 

Breganze: Panozzo g. Dalla Valle, Penzo M, De Rossi, Corradin (Dalla Libera dal 70′), Farina, Kaabouri (Guerra D.  dal 46′), Sasso M. ( Turcato dal 65′) Marchetti (Guazzo dal 70′, Guerra M. dal 80′), Ela Mannoui, Baldinelli;  A disposizione  Agostini, Zanon, Cattelan,   Allenatore Parison Simone

Il Treschè Conca aveva un solo risultato a disposizione per questa gara: solo con una vittoria infatti poteva riaprire uno spiraglio per i play-off visto il vantaggio consistente che la coppia regina del campionato (assieme al Breganze, c’è l’Azzurra Maglio), poteva vantare prima di questa gara (19 punti di vantaggio). “Gli ospiti – scriveva la dirigenza di Treschè Conca su Facebook –  hanno subito solamente una sconfitta in tutto il campionato e sono reduci dalla vittoria interna contro il Recoaro. I nostri ragazzi dal canto loro arrivano dalla sconfitta di misura, non senza qualche rimpianto, contro l’altra capolista. Sarà una partita decisiva per continuare a sperare nella corsa ai play-off.”

L’impresa alla fine è riuscita e domani l’Azzurra Maglio sul campo dell’Altair cercherà l’impresa per staccare i bianconeri e scappare verso il successo. Ovviamente la sconfitta del Breganze non pregiudica di certo il campionato visto che rimangono 15 punti di vantaggio sul New Team e 16 su Treschè e Novoledo e questo potrebbe essere decisivo visto che la regola dei 7 punti toglie la possibilità di disputare i play-off a tutte le squadre che stanno dietro.

I gol sono stati realizzati da Cera al 5′ del secondo tempo e da Francesco Pertile 20′ più tardi, Parison ha cercato il recupero inserendo anche forze fresche ma senza esito.

 

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano