Seconda Categoria

Junior Monticello non al massimo ma vince e riduce le distanze; Spf battuto

Scritto da Federico Formisano

Junior Monticello – Spf 1-0

Junior Monticello: Rossi, Corà, Toniolo, Pettenuzzo, Tresso, Sabbadin (Carlana dal 80′), Dalla Pozza, Tosato, Dal Lago, Frigo (Magrin dal 63′), Ceccani (Kodio dal 58′)  A disposizione: Cattani, Greggio, Piccolin, Hasani, Brunato; Allenatore Cesarano

Spf: Cadore, Scuccato, Pedon, Marostica (Ajazi dal 79′) , Zanini, Bellon, Motterle, Caregnato, Benetti (Hajdari dal 56′), Prrini, Sognane (Biasia dal 56′),  A disposizione: Pozzato, Rigon, De Cani, Rossetto, Costa; allenatore Magrin (squalificato al suo posto Tolio Silvano)

Arbitro Massimo Cappellotto di Schio

La Junior Monticello viene dall’inopinata sconfitta con il Campodoro e dal rinvio della gara con il Telemar che ne hanno frenato la corsa verso le prime piazze. Nel girone di ritorno ha dilapidato una buona rendita accumulata all’andata raccogliendo 4 punti grazie al pareggio con la Fides e alla vittoria sul Grumolo, ma ha anche accusato due battute d’arresto con Grantorto e Campodoro.  Una vittoria con l’ultima della classe sarebbe un ottima medicina per mostrare di essere uscita dal periodo nero. L’Spf nel girone di ritorno ha colto un solo punto (in casa con il Campodoro) subendo 13 gol in 5 partite e realizzandone solo  4.
Cesarano dopo Campodoro cambia molto con 5 giocatori nuovi (Rossi, Corà, Dalla Pozza, Frigo e Ceccani) mandando Frigo a fare la punta più avanzata con Dal Lago e Ceccani larghi sugli esterni e con Sabbadin in regia.  Magrin a sua volta fa turn over mandando Prrini e in avanti con Benetti e Sognane pronti a sostenerlo. Marostica è il punto di riferimento arretrato della manovra.

La partenza del Spf è buona e la prima occasione capita a Sognane che non perfeziona. Successivamente si vede la Junior Monticello che palleggia bene e con buona tecnica ma non sembra riuscire ad essere incisiva: al 5′ ci prova Tosato con una conclusione che finisce a lato.
Ma al 10′ la Junior passa grazie ad un impresa balistica di Dal Lago: il giocatore viene liberato sul limite dell’aria (è uno schema o un improvvisazione ? noi propendiamo per una situazione studiata a tavolino) e manda un missile all’incrocio dei pali dove Cadore non può arrivare.

Al 20′ Dal Lago che dimostra di essere l’elemento di maggior classe della Junior pesca Ceccani con un lancio di rara bellezza ma l’arbitro rileva il fuorigioco.

L’Spf non sta a guardare e Rossi viene impegnato in una parata in due tempi.

Poi ci riprova la Junior con una punizione di Dal Lago assorbita bene dall’estremo difensore (35′) un tiro di Ceccani parato da Cadore (26′)

Ma l’intervento più complicato della prima frazione è di Rossi al 34′ su conclusione di Sognane.

Nel finale di frazione si fa notare ancora la squadra di casa con Dalla Pozza che va via sulla fascia sinistra e centra per Dal Lago che calcia alto e con Frigo la cui conclusione viene parata.

Nel secondo tempo la gara mantiene l’equilibrio con l’Spf che ha una ghiotta occasione su calcio d’angolo ma Kodio entrato per Ceccani si sostituisce a Rossi e respinge sulla linea.  La Junior gestisce qualche buon contropiede con Dal Lago che conclude trovando pronto Cadore alla parata e con Magrin che calcia in diagonale con palla che finisce sul fondo.

La Junior porta a casa tre punti importanti e prende atto che le sconfitte del Bp 93 e del Union Campo San Martino la porta al secondo posto a due punti dalla capolista con una gara ancora da recuperare. L’Spf incassa l’ennesima sconfitta di questa stagione ma mantiene le distanze nei confronti della Pedezzi che spera di raggiungere per giocarsi le sue possibilità di salvezza nei play-out che oggi non giocherebbe per la regola dei 7 punti (essendo staccata di 11 punti dalle terzultime Union OC, Fides e Campodoro.

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano