Seconda Categoria

Il Quinto si ferma a otto risultati utili, fatale la sconfitta con il Real Tremignon

Scritto da Federico Formisano

Real Tremignon-Quinto Vicentino: 2-1

REAL TREMIGNON: Schievano, Nicolè, Ferretti, Dalla Libera, De Agostini, Sardena, Cazzola, Barichello, Ndoye, Nenzi (20’st Brunello),Gamba (40’ptSyll).All. Tiso.

QUINTO VICENTINO: Girotto, Salvò, Spadina (28’st Marangoni), Cecchinato, Adamo, Valentini, Novello (43′ st Frigo) , Carollo (18′ st Pignattari),Carmignotto,Giaretta,Zebele (31’st Tognato).All.Giaretta.

Arbitro:Ferraro di Bassano del Grappa.

Reti: pt:38’Nenzi(R); st:16’Syll(R), 39′ Cecchinato(Q).

Si ferma a otto la striscia di risultati utili consecutivi del Quinto che a Tremignon sbatte contro un avversario coriaceo che fa suo il match, in virtù di un gioco magari non spettacolare ma sicuramente efficace e concreto. Quinto in campo senza lo squalificato Conca ma soprattutto senza il suo bomber Celin, toccato duro nel precedente match con il Maddalene e costretto ai box. Gran protagonista del match (nel bene e nel male) l’esterno di casa Cazzola che nel primo quarto d’ora di gara ingaggia un personale duello con Girotto : per tre volte l’estremo viene impegnato dall’attaccante del Tremignon e per tre volte risponde presente con pregevoli interventi a salvataggio della sua porta. Il Quinto cerca d replicare con il gioco che sa fare ma fatica a finalizzare in avanti, dove risulta troppo evanescente. Visto che non riesce ad arrivare alla marcatura personale, al minuto 38 Cazzola decide di vestirsi da assist-man servendo il cross che Nenzi tutto solo al limite dell’area piccola mette dentro di testa, su una delle tante (troppe) ripartenze concesse ai padroni di casa. I biancorossi provano a reagire ma non cambia il tema tattico in avanti.La fotografia del match offensivo del Quinto è la punizione calciata da Carollo, a pochi minuti dalla chiusura della prima frazione, con la palla che attraversa tutta l’area di rigore, senza che nessuno sia pronto a trovare la zampata vincente.
Al ritorno in campo gli ospiti provano ad imbastire una reazione ma vengono nuovamente puniti: Cazzola (ancora lui) intercetta un pallone in uscita, si invola sulla fascia e mette in area per Syll che a rimorchio batte l’incolpevole Girotto con un comodo piattone a porta vuota
Dieci minuti dopo lo stesso Cazzola trova il modo di farsi espellere per doppia ammonizione, ma solo a cinque minuti dal termine il Quinto riesce a ridurre le distanze con capitan Cecchinato che corregge in rete di testa un tiro cross del neo entrrato Tognato. In precedenza Zebele aveva fallito una clamorosa occasione mandando alto di testa da distanza ravvicinata. Vano l’assalto finale dei ragazzi di Giaretta che si rendono pericolosi solo con una punizione di Pignattari che finisce sull’esterno della rete e reclamano per un tocco di mano in area passibile di rigore che l’arbitro non vede.
Vittoria comunque meritata per i padroni di casa, che hanno sofferto solo con l’uomo in meno mentre il Quinto dovrà cercare di riscattarsi subito a partire dal prossimo difficile match interno contro lo Junior Monticello, secondo in classifca.

Da Facebook Quinto (le foto, inedite,  sono relative alla gara con il Maddalene di domenica scorsa)

Sull'Autore

Federico Formisano