Prima Categoria

Il Monteviale scaccia i fantasmi e ritenta la fuga; San Lazzaro battuto

Scritto da Federico Formisano

MONTEVIALE – SERENISSIMA 5 – 0

MONTEVIALE: Erba F, Porcellato (dal 58’ Menegon), Fait, Shkembi, Cantarello, Zenere (dal 16’ Perucca), Boateng (dal 80’ Bedin), Foletto (dal 54’ Cisco), Marzari (dal 72’ Belloni), Erba M., Maiova. Allenatore: Denis Lazzaron A disposizione: Berno, Radosavljevic, Rainaldi, Arcaro

SERENISSIMA S. LAZZARO: Lucchini, Rigotto (dal 61’ Graceffo), Pensavalle, Zanotto, Ghirardelli, Ermilli, Radoikovic, Leodari, Onyejiaka (dal 78’ Anizoba), Di Maggio (dal 64’ Moscoso), Carmucci. Allenatore: Nicola Motterle A disposizione: Priante, Dal Bosco, Tabarin, Feltre, Silvestri.

Reti: 15’ Marzari (R) e al 44’, Erba al 22’ e 31’, Belloni al 74’ (MV)

Ammoniti: Porcellato, Shkemby (MV), Rigotto, Zanotto, Di Maggio, Carmucci (S.S.L.)

Arbitro: Simon Mazzarolo di Bassano del Grappa.

Servizio e foto di Antonio Martinello

A Gambugliano oggi Monteviale – Serenissima gara che deve scacciare i fantasmi in casa giallo/rossa e che deve portare punti in classifica alla causa ospite per evitare la zona play-out.

A inizio gara è stato effettuato il minuto di silenzio in ricordo del giovane arbitro Loris Azzaro, mancato per un incidente stradale in Piemonte e per ricordare Mirko Pellizzer che ci ha lasciato nella serata di Venerdì scorso dopo 20 giorni dal suo ricovero in rianimazione.

L’inizio della gara, in casa Monteviale, risente delle tensioni nervose lasciate dalla sconfitta rimediata sette giorni orsono con il Valdagno. La squadra di mister Motterle è senza dubbio più in palla, gioca in modo veloce mentre i padroni di casa sono psicologicamente bloccati. Al secondo minuto ci pensa il portiere Erba a compiere una bella parata su colpo di testa di Onyejiaka che liberatosi dalla marcatura schiaccia la palla a terra dove Erba arriva a deviare sopra la traversa. Questa sarà la migliore occasione di tutta la gara per i ragazzi rosso/blu, assieme al tiro al volo sempre del numero 9 ospite di poco sopra la traversa al 5’ minuto.

I ragazzi di Lazzaron devono attendere ancora una decina di minuti prima di cominciare a giocare con il solito piglio che fino a qui ha dato grandi soddisfazioni. La prima palla importante la confeziona Marzari guadagnando il fondo e crossando per la testa dell’accorrente Foletto che di poco non centra lo specchio della porta. Ora il gioco è sicuramente più equilibrato e si possono notare delle buone giocate da ambo le parti. Il solito Maiova al 15’, in azione in velocità prova il dribbling dentro l’area e il suo controllore Rigotto lo atterra. Calcio di rigore, non batte l’ultimo rigorista Porcellato, ma sul dischetto si presenta Marzari che trafigge il portiere Lucchini per l’uno a zero.

Ora la gara cambia subito di fisonomia il Monteviale che aveva iniziato molto impacciato ora ha trovato il bandolo della matassa e alla Serenissima non riescono più le giocate di inizio gara.

L’asse Maiova – Erba funziona a meraviglia. Al minuto 22 una azione che vede protagonisti Marzari, il quale libera Maiova che guadagna il fondo, immediato il traversone per Marco Erba al centro dell’area di porta, deviazione vincente e per Lucchini nulla da fare.

 

Ora la partita ha una sua fisonomia ben chiara, i rosso/blu ospiti che cercano di rialzare la testa e di portare i propri attacchi alla porta difesa da Filippo Erba, mentre i giallo/rossi godono di maggiori spazi in attacco e non si fanno certo pregare per affondare ancora la difesa della Serenissima. E’ ancora Maiova a trovare la testa di Marco Erba al 31’ con un bellissimo cross teso a tagliare l’area da destra a sinistra per trovare ben appostato sul vertice dell’area piccola, il 10 locale di testa incrocia sul palo lontano. Un incontenibile Maiova, senz’altro il migliore in campo, ancora una volta guadagna la linea di fondo per poi servire a pochi passi dalla porta Marzari che proteso in scivolata impatta la palla male sprecando alto l’ottima occasione.

Il centravanti giallo/rosso si fa perdonare pochi minuti dopo, quando ben lanciato da Foletto si presenta davanti al portiere uscitogli incontro e lo trafigge per la quarta volta siglando la propria personale doppietta.

Il gol  di Marzari e la gioia del giocatore

Tutti a sorseggiare il the, per i locali quale premio per un primo tempo giocato alla grande a parte i primi dieci minuti, per gli ospiti un momento per riordinare le idee.

La ripresa non riserva sicuramente le stesse emozioni della prima frazione, con i locali che tengono saldamente in mano il filo conduttore della gara, non permettendo al San Lazzaro di avvicinarsi alla porta di Pippo Erba. La ripresa offre anche la possibilità ormai a risultato acquisito, di fare scendere in campo tutti i cambi possibili, per poter dare minutaggio a quei ragazzi che hanno giocato meno in questo campionato.

Al 76’ il nuovo entrato Belloni fuggito sulla sinistra lascia la propria impronta siglando il 5 a 0. Poi la gara si spegne in attesa del fischio finale che puntuale arriva dopo 4 minuti oltre il novantesimo.
Da segnalare la grande festa fatta in spogliatoio dalla squadra giallo/rossa segno che la partita era particolarmente temuta sia per l’avversario incontrato che per la voglia di voltare pagina dopo la sconfitta subita la settimana scorsa. Oggi, guardando i risultati che arrivavano dagli altri campi si può affermare che è stata una giornata pro Monteviale visto il pari del Le Torri con lo Zanè e la sconfitta casalinga della Pedemontana con il Malo.

Marzari e Erba, due gol a testa

Sull'Autore

Federico Formisano