“banner



Edicola EVIDENZA

L’edicola del mercoledì: moderiamo i toni e guardiamo avanti con consapevolezza e serenità !

Scritto da Federico Formisano

Qui la politica non c’entra ma voi siete testimoni che noi come sito fin dall’inizio ci siamo schierati con il partito dei possibilisti e degli ottimisti.  Non è che per questo abbiamo meno a cuore la salute delle persone. Nessuno pensa di anticipare eccessivamente i tempi e di mandare da irresponsabili in campo i giocatori con ancora incombente il rischio della malattia.

Abbiamo anche la consapevolezza di quanto grave sia questa congiuntura per il nostro paese e di quanto ci costerà, ma sappiamo anche quanto valore ha lo sport sia in termini economici sia in termini sociali.  E non abbiamo pensato mai nemmeno per un istante di anteporre il calcio e lo sport in genere alla risoluzione dei problemi più gravi di questa emergenza: la mancanza di posti nelle terapie intensive, la ripresa dell’attività produttiva  e la rinascita turistica del paese, il superamento del tema delle barriere.

Ma rimaniamo ottimisti e alcuni segnali in questo ci confortano. Non è forse vero che in Cina sono praticamente fuori dal Corona Virus: già il 10 marzo non si registravano casi significativi. E in Italia nei luoghi dove il morbo è apparso per la prima volta (Vo nel padovano, Codogno nel Lodigiano) non ci sono più positivi al virus da giorni. Allora immaginare come scenario una diminuzione sensibile dei casi già da questo fine settimana e pensare che fra venti giorni si possa tornare ad allenarsi con tutte le attenzioni del caso è così impensabile?  E se ci si può allenare diciamo da Pasqua (manca ancora quasi un mese) non è pensabile che atleti in pieno vigore fisico, che comunque  hanno cercato di mantenere una condizione minima di preparazione, non possano tornare ad un accettabile livello di forma, alla fine del mese di aprile.

E volete forse dirmi che in due mesi (ovvero in 9 settimane) non si possono giocare una dozzina di partite, per noi dilettanti otto partite più due play-off /play-out ?   Il calendario certo subirà dei contraccolpi e la stagione sarà condizionata, ma ci sembra esagerato l’ atteggiamento di coloro i quali hanno sostengono tesi opposte alle nostre.  Ieri un  giornalista su un sito nazionale, quindi con una rilevanza di certo superiore a Calciovicentino che ha il bacino di una provincia o poco più, scrive che pensare che entro il 30 Giugno si possa riuscire a far disputare migliaia di gare ufficiali nelle varie Categorie, è semplicemente disumano (sic !!!!!)  Costringere Calciatori, tecnici, dirigenti, Arbitri, inservienti e addetti ai lavori, a rimettersi in gioco nelle prossime settimane, rischiando di fatto la propria incolumità e quella dei rispettivi affetti, è un qualcosa di raccapricciante (sic !!!!!)  solo a pensarlo. Una sosta che si sarebbe dovuta protrarre sino al 3 Aprile, ma che andrà inevitabilmente incontro ad un’ulteriore proroga. Di qualche ora addietro il Comunicato emesso dalla Federazione Medico Sportiva Italiana, con cui si ordina l’interruzione a data da destinarsi delle sedute di allenamento collettive per quanto riguarda gli atleti dilettanti. Peccato però che quella “Fine” sia già arrivata e oramai solo le persone più irresponsabili e superficiali (sic !!!!!)  si ostinano a non rendersene conto.

Sarebbe una posizione rispettabile come quelle dei molti che scrivono o scribacchiano di calcio nell’ultimo periodo se non partisse da una sostanziale mancanza di rispetto nei confronti di tanti osservatori, dirigenti e giornalisti che hanno detto e scritto cosa diverse. Non più tardi di oggi lo hanno detto e scritto tutti i dirigenti del calcio Europeo, nel corso del vertice dell’Uefa a cui erano presenti le Federazioni, le società, gli arbitri, e le stesse associazioni dei calciatori, finendo con il fissare indicativamente le date delle finali di Champion e di EuroLega.  Lo ha ribadito il presidente del Vicenza Rosso che ha disegnato un calendario possibile di ripresa del campionato di C. Non più tardi di oggi c’è l’ha confermato Patrik Pitton nella conversazione telefonica che abbiamo avuto con lui.

Noi non ci siamo mai permessi di tacciare chi non la pensa come noi di disumanità (caspita ….) , di irresponsabilità o superficialità.   Ma soprattutto di  partire lancia in resta sostenendo con tale foga una tesi che si basa solo su un assunto: i tempi della pandemia saranno dilatati nel tempo. Chi è costui per dirlo: un medico,  un esperto, un virologo ?

Certo nemmeno noi siamo esperti. E se fra una settimana, o peggio ancora entro marzo,  non saremo nella curva discendente vorrà dire che il nostro ottimismo era fuori luogo.  E che si dovrà cercare la soluzione più equanime (ma non meno dolorosa) per tutti.

Ognuno ha i suoi bacini di referenti  e probabilmente per chi si occupa di serie D il bacino di riferimento è molto diverso dal nostro che  ci occupiamo di dilettanti compresi quelli che giocano in terza categoria. Noi ogni giorno abbiamo persone che ci chiamano per chiederci quando possiamo tornare a fare lo sport che tanto amano e che praticano come possono in giardino o nella rampa del garage di casa. Probabilmente altri avranno  più contatti con dirigenti che non vedono l’ora di chiudere la stagione per non dover pagare più giocatori, tecnici, impiegati, ecc. ecc.

A proposito come si legge nel Comunicato del Settore Giovanile Scolastico la FMSI ha consigliato e non ordinato di rinviare l’inizio dell’attivitità sportiva.

Insomma attendiamo ancora a suonare il de profundis per una stagione disgraziata che si spera irripetibile e speriamo di intravvedere segnali che portino all’ottimismo.

Federico Formisano

Le notizie pubblicate ieri sul nostro sito:

http://www.calciovicentino.it/2020/03/17/edicola-del-martedi-trend-contagiati-in-lieve-calo-oggi-arriva-il-rinvio-delleuropeo/ le notizie principali arrivano dalla Protezione civile che parla di un leggero calo e dal ministro allo Sport possibilista su una ripresa dei campionati. Inoltre proseguiamo nelle nostre inchieste sulle società sportive, con il parere dei mister e gli aggiornamenti statistici.

http://www.calciovicentino.it/2020/03/17/le-notizie-del-pomeriggio-europei-e-attivita-giovanile-si-va-allanno-prossimo/: i campionati europei sono stati rinviati al 2021, e si inizia a parlare di campionati 2019 e coppe fino a giugno e luglio. Intanto la Federazione dei medici sportivi invita a far partire il calcio professionistico ad aprile e il calcio giovanile solo dopo il 30 giugno. Anche oggi molte società sportive contribuiscono ad un gol per il Coronavirus.

http://www.calciovicentino.it/2020/03/17/come-affronta-lemergenza-il-molina-e-inoltre-statistiche-presenze-e/ Loris Poletto  fa il punto della situazione in casa Molina;  l’Almanacco con le presenze e le reti realizzzate finora , la rosa e le statistiche della squadra.

http://www.calciovicentino.it/2020/03/17/come-affronta-lemergenza-il-7-comuni-e-inoltre-statistiche-presenze-e/ Domenico Baù  fa il punto della situazione in casa  7 Comuni;   ed inoltre le presenze e le reti realizzzate finora , la rosa e le statistiche della squadra.

A

Almanacco: Proseguiamo a  pubblicare le immagini ridotte del nostro Almanacco versione 2019/20

Azzurra Sandrigo: Abbiamo iniziato la giornata anche con la comunicazione dell’adesione a “Gol al Corona Virus” dell’Azzurra Sandrigo con il presidente Giaretta che comunica che la prima squadra ha destinato i fondi delle proprie multe alla Fondazione San Bortolo mentre il Settore Giovanile sandricense aderisce ad una raccolta fondi promossa in paese sempre per la stessa fondazione.

 

B

Bollettino Coronavirus :  Sono 26.062  i  contagiati in Italia. Ma ci sono anche 2941 guarigioni.  Purtroppo anche 2503 decessi (1640 dei quali in Lombardia, la regione che paga il prezzo più alto alla pandemia). Sono 2923 i malati nel Veneto, 205 in più rispetto a ieri.  Sono 90 le persone decedute: 14 più di ieri. Le persone attualmente ricoverate in terapia intensiva sono 163.   370 invece i casi vicentini con  41 persone ricoverate al San Bortolo, 19 delle quali in terapia intensiva.  Vicenza  ( a parte Belluno e Rovigo) è la provincia del Veneto meno colpita  (Padova ha 723 casi, Verona 547, Treviso 543,  Venezia 402, con Verona che supera Treviso e Venezia).

La dinamica in Veneto dice che c’erano 25 casi lunedì 24 febbraio, 45 martedì, 71  mercoledì, 98 giovedì,  116 venerdi e 151 Sabato, 223 domenica.  265 lunedì 2 marzo , 291 martedì, 333 mercoledì, 386 giovedì, 459 venerdì,  511 sabato, 598  domenica, 744 lunedì 9 marzo, 771 martedì, 913 mercoledì, 1023  giovedì, 1673 venerdì, 1994 sabato, 2246 domenica,  2451 martedì,

 

G

Gol al Corona Virus !!!!  

Una bella notizia per l’iniziativa lanciata dal direttore sportivo dello Zanè Claudio Menaldo.  Il Comitato regionale Veneto della Federazione Italiana Gioco Calcio ha dato il patrocinio all’iniziativa. Il Crv chiede solo che non siano previste cifre fisse e che sia lasciata la massima libertà sui destinatari delle medesime.

D’altra parte noi abbiamo dato un indicazione di massima sulla fondazione San Bortolo (la stessa scelta dal Giornale di Vicenza, da Tva e da altri ) ma abbiamo segnalato anche le offerte inviate ai reparti di terapia intensiva di Vicenza, Santorso, Verona e Padova.

Queste le società che hanno finora provveduto a destinare somme per gli ospedali di Padova, Vicenza, Santorso e per la Croce Rossa di Verona est.

7 Comuni,  7 Mulini, Aia Vicenza, Altavilla, Altivolese,  Azzurra Sandrigo,  Bassan Team Motta,  Bassano,  Berton Bolzano, Brendola,  Calcio Vicentino,  Calidonense, Castelgomberto,  Chiampo, Due Monti, Grantorto, Grisignano, Junior Monticello, La Contea, Le Torri,  Longare,  Lugo, Molina, Montebello, Pedezzi,  Poleo, Real San Zeno,  San Giovanni Ilarione, San Vitale, San Vito Cà Trenta,  Sarcedo, Schio, Silva, Thiene, Trissino, Unione La Rocca, Union Olmo Creazzo, Valdalpone, Zanè  

Sono pervenute anche offerte di singoli giocatori, allenatori o dirigenti.

Grantorto: I ragazzi della prima squadra assieme al direttivo del Grantorto Calcio, si sono attivati per fare una donazione all’Ospedale di Cittadella per l’acquisto di respiratori.

I

Io resto a casa:   Il giocatore dell’Arzignano Maldonado lancia la sfida ai calciatori della Feralpi  pubblicando il video in cui mostra che si sta allenando nel salotto di casa: https://www.facebook.com/ArzignanoValchiampo/videos/202879294303277/

 

L

Lega Pro: In seguito alle disposizioni e raccomandazioni delle autorità e della Federazione Medico Sportiva Italiana, che individuano nei giorni a venire il periodo del possibile «picco massimo» dei contagi da Coronavirus Covid-19, Lega Pro ed AIC hanno ritenuto doveroso e prudente per la tutela della salute di tutti gli addetti ai lavori dei club, posticipare alla data del 3 aprile p.v. il termine fino al quale dovrà essere osservata la sosta delle attività, rimanendo invariate le prescrizioni che i tesserati dovranno osservare». Lo scrive la Lega Pro in un comunicato, in cui dà conto dell’accordo raggiunto, oggi e ovviamente in teleconferenza, con l’Associazione italiana calciatori.

Lega Pro

Alla riunione hanno partecipato i presidenti Ghirelli e Tommasi, il vicepresidente Aic, Calcagno, il segretario generale Lega Pro, Paolucci ed il direttore generale di Aic, Grazioli. La riunione si è aperta con il comune impegno teso a portare a termine il Campionato Serie C auspicando che le condizioni sanitarie lo consentano, pur nella consapevolezza di trovarsi di fronte ad uno scenario da monitorare con attenzione giorno dopo giorno in attesa delle indicazioni e dei provvedimenti delle Autorità. Occorrerà inoltre evitare gli spostamenti in entrata e in uscita dal luogo di dimora o domicilio nel comune dove ha sede l’attività lavorativa ovvero dal differente luogo dove gli stessi effettivamente abitano, salvo le ipotesi legate a situazioni di necessità o motivi di salute; rimanere nella propria abitazione, in caso di febbre superiore a 37,5 gradi, limitando al massimo i contatti sociali, nonché di contattare il proprio medico curante; non uscire dalla propria abitazione per chi è sottoposto alla quarantena o è risultato positivo al virus.

M

Molina: presenze e reti del Molina: Dalla Vecchia 21 (5), Zambon 20, Tessaro 20, Brunalle 19 (2), Popovic 19, Gonzo 19 (7), Carlotto 18, Curiele 17 (2), Panis 16 (8),  Zoppello 16 (5), Pasquali 16, Galati 16 (3), Casagrande 14, Sartori 14 (4), Ferracin 13, Rebeschin 13, Cattelan 9, Peron 6, Sassaro 5, Comparin 2, Mehmetaj 2.

O

Orsiana: presenze e reti dell’Orsiana Plebani 21 (8), Libris 19 (10), Zambon 18 (2), Penazzato 17, Adriani 17 Barbieri 17, Bonato 16 (1), , Gottin 16 , Scremin 16, Veronese 16, Gasparini 14,  Del Giudice 14, Taurino 13 (2), Diallo 13 (5), Agho 12, Dal Ferro 12, Grotto A. 9, Grotto N. 9, Dalla Vecchia 8, Spiller 5, Michielan 4, Trombetta 4, Girardin 4, Zarantonello 1.

P

Pitton:in una conversazione che abbiamo avuto con Patrik Pitton stamattina sono stati ribaditi alcuni punti fermi:  La decisione finale sarà assunta dalla Federazione e noi dei Comitati Regionali ci adegueremo. Nel Veneto ci sono 270.000 persone che ruotano attorno al mondo del calcio e non ci azzerderemo certo a mandarle contemporaneamente nei campi sportivi se prima non avremo le certezze che il pericolo è scongiurato: c’è una commissione tecnica sanitaria che viene consultata e alle cui decisioni ci adegueremo. Ma riteniamo che sia ancora possibile salvare la stagione.  D’altra parte esiste un buco normativo che andrà colmato. Sarà probabile l’annullamento delle finali e dei turni interregionali dell’Eccellenza. Per il resto anche partendo ai primi di maggio sarà possibile giocare le gare che mancano per completare i campionati entro il 30 giugno.

Pitton

Presenze e reti: finora abbiamo pubblicato i dati (di cui abbiamo tenuto conto o che ci sono stati forniti dalle società) di queste squadre:  7 Comuni, Altair, Alta Valle del Chiampo, Altavilla,  Alto Astico Cogollo, Arcugnano, Arzignano, Aurora Cavalponica, Azzurra Maglio, Azzurra Sandrigo, Bassano,   Berton Bolzano, Bissarese, Bp 93, Breganze,  Calidonense,  Camisano, Carmenta, Cartigliano,  Cassola, Castelgomberto, Chiampo, Colceresa, Dueville, Eurocalcio, Grantorto, Grisignano, Grumolo,  Isola Castelnovo, Junior Monticello, Lakota,   La Rocca,   Le Torri, Longare,  Lugo, Maddalene, Marola, Marosticense,  Molina, Montebello, Montecchio, Monte di Malo, Monteviale, Nova Gens,   Novoledo, Orsiana,  Pedemontana,  Poleo, Pozzetto, Rosà, San Lazzaro, San Pietro Rosà, Santomio, San Vitale, Sarcedo, Schio, Telemar, Tezze, Thiene,  Transvector, Trissino, Union Olmo Creazzo,  Union Csm, Valbrenta, Valdagno, Valli, Vicenza, Virtus Cornedo.

S

Serie D Si possono finire i campionati anche iniziando ai primi di maggio.  L’ipotesi che vi presentiamo è stata messa a punto dal sito Notiziario del calcio.it e prevede l’attenuarsi delle misure attualmente in essere a Pasqua. Per concedere alle squadre di rifare la preparazione i campionati potrebbero riprendere alla prima domenica di Maggio dopo due mesi abbondanti di stop.  Con questa scaletta la serie D concluderebbe il proprio cammino a fine giugno.

Domenica 3 maggio: Girone A (26°), Gironi B e C (28°), Girone D (25°), Gironi da E a I (27°);
Mercoledì 6 maggio: Girone A (27°), Girone B e C (29°), Girone D (26°);
Domenica 10 maggio: Girone A, e da E a I (28°), Gironi B e C (30°), Girone D (27°);
Mercoledì 13 maggio: Caronnese-Verbania (recupero girone A) e Folgore Caratese-Sanremese (ritorno semifinale Coppa Italia);
Domenica 17 maggio: Girone A, e da E a I (29°), Gironi B e C (31°), Girone D (28°);
Mercoledì 20 maggio: Girone A, e da E a I (30°), Gironi B e C (32°), Girone D (29°);
Domenica 24 maggio: Girone A, e da E a I (31°), Gironi B e C (33°), Girone D (30°);
Mercoledì 27 maggio: Gironi B e C (34°), Girone D (31°);
Domenica 31 maggio: Girone A, e da D a I (32°), Gironi B e C (35°);
Mercoledì 3 giugno: Gironi B e C (36°);
Domenica 7 giugno: Girone A, e da D a I (33°), Gironi B e C (37°);
Mercoledì 10 giugno: Finale di Coppa Italia (Fasano-Folgore Caratese/Sanremese)
Domenica 14 giugno: Girone A, e da D a I (34°), Gironi B e C (38°);
Domenica 21 giugno: 1°turno playoff ed eventuali spareggi per evitare il play-out;
Domenica 28 giugno: Finali playoff e gare play-out.

Serie D

V

Vicenza: il presidente del Vicenza Stefano Rosso in collegamento su Instagram ha dialogato con i tifosi ecco alcune delle sue affermazioni raccolte dal Giornale di Vicenza: Lo spostamento degli Europei è una decisione che va chiaramente in questo senso. Nella migliore delle ipotesi si potrebbe ricominciare già verso fine aprile, io credo sia più plausibile una ripartenza del campionato in maggio. La mia sensazione è che si procederà per step: probabilmente all’inizio qualche turno sarà a porte chiuse, poi si riaprirà anche al pubblico, seguendo le tempistiche del riavvio progressivo delle normali attività economiche e sociali. In questo caso valuteremo come venire incontro agli abbonati per le partite perse. Si dovrebbe riuscire a chiudere la stagione entro il 30 giugno, ma ovviamente non ci sono certezze: non ci resta che attendere e vedere».  Rosso Junior appena rientrato dagli Stati Uniti ed in auto isolamento ha poi parlato del manto del Menti (su cui si sta già lavorando e che sarà sistemato in Estate, sui rinnovi dei contratti (praticamente a posto per Rigoni in avanzata trattativa quello di Giacomelli) e ha auspicato di rivedere i tifosi al Menti:  Adesso state a casa, ma alla prima partita in casa a porte aperte, verrò in curva con voi, così ci sarà modo finalmente di abbracciarci fisicamente. Forza Vicenza!”.

La curva sud

info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

Sull'Autore

Federico Formisano