“banner



Edicola EVIDENZA

L’edicola del martedì: oggi il consiglio di lega sortirà l’ennesimo rinvio?

Scritto da Federico Formisano

L’Uefa ha deciso di rinviare ufficialmente la finale di Champions League Uefa femminile,la  finale di Uefa Europa League e la  finale di Uefa Champions League, previste per il mese di maggio. Nessuna decisione è stata ancora presa in merito alle date di recupero.

Intano oggi si riunisce, rigorosamente in video conferenza, la Lega  che difficilmente prenderà decisioni senza dati significativi di calo del contagio.  L’ipotesi di riprendere il  2 maggio è sul tappeto ma secondo indiscrezioni ci sarebbe anche chi parla di una ripresa più dilatata nel tempo al 13 giugno. E anche il partito di chi pensa al rinvio della stagione ad Agosto con modalità tutte da costruire.

Intanto per il secondo giorno di fila c’è un lieve calo di casi positivi in Italia. Ieri i decessi sono stati 602 e anche in questo caso si tratta di un dato in calo (erano stati stati 651, l’altro ieri 793).  Questa rimane una settimana decisiva, ma il problema è che lo stiamo dicendo da venti giorni.

Le notizie pubblicate ieri sul nostro sito:

http://www.calciovicentino.it/2020/03/23/edicola-del-lunedi-inizia-la-curva-discendente/   le interviste del giorno a Milanese (dg della Triestina che lancia un messaggio) , e a Padella del Vicenza.  Il messaggio di Ruzza e Pitton, il video del Berton, l’aggiornamento delle offerte e altro ancora

http://www.calciovicentino.it/2020/03/22/ogni-maledetta-domenica/  Che cosa succede alla domenica quando succede: i riti dello spogliatoio, la preparazione della gara dal risveglio alla colazione, al pranzo, la formazione, il riscaldamento e l’appello. La tensione che si scioglie quando inizia la gara. Cerchiamo in questo modo di riportarvi al clima di una gara anche se ovviamente niente sostituisce il profumo dell’erba.

http://www.calciovicentino.it/2020/03/23/berton-bolzano-come-affrontare-lemergenza-ed-inoltre-statistiche-presenze-e-lalmanacco-2019-20/ Gigi Zuccon  fa il punto della situazione in casa  Berton Bolzano  ed inoltre le presenze e le reti realizzzate finora , la rosa e le statistiche della squadra.

http://www.calciovicentino.it/2020/03/23/malo-come-affrontare-lemergenza-ed-inoltre-statistiche-presenze-e-lalmanacco-2019-20/ Gianluca Covolo fa il punto della situazione in casa  Malo  ed inoltre le presenze e le reti realizzzate finora , la rosa e le statistiche della squadra.

A

Almanacco: Continuiamo la pubblicazione delle pagine dell’Almanacco come immagini ridotte.  Queste sono le pagine dedicate al Berton Bolzano

 

B

Bollettino Coronavirus :  

Sono 63 927  i  contagiati in Italia. Le  guarigioni sono 7432 con un incremento di più di 408 in un giorno.  Purtroppo anche 6077 decessi (oltre 3000,  dei quali in Lombardia, la regione che paga il prezzo più alto alla pandemia). Sono 5638  i malati nel Veneto, 133 in più rispetto a ieri mattina, l’aumento più contenuto dell’ultimo periodo.  Sono 210 le persone decedute: 18 più di ieri. Le persone attualmente ricoverate in terapia intensiva sono 294.   720  invece i casi vicentini con  88 persone ricoverate al San Bortolo, 25 delle quali in terapia intensiva. 84 di questi casi sono della città. E in provincia finora ci sono stati 26 decessi.    Vicenza  ( a parte Belluno e Rovigo) è la provincia del Veneto meno colpita  (Padova ha 1312 casi, Verona 1147, Treviso1013,  Venezia 807)  A Vo non si registrano casi nuovi (in 12 giorni solo un nuovo caso).

La dinamica in Veneto dice che c’erano 25 casi lunedì 24 febbraio, 45 martedì, 71  mercoledì, 98 giovedì,  116 venerdi e 151 Sabato, 223 domenica.  265 lunedì 2 marzo , 291 martedì, 333 mercoledì, 386 giovedì, 459 venerdì,  511 sabato, 598  domenica, 744 lunedì 9 marzo, 771 martedì, 913 mercoledì, 1023  giovedì, 1673 venerdì, 1994 sabato, 2246 domenica,  2451 lunedi 16 marzo,  2670 martedì,    2923 mercoledì, 3384 giovedì , 3751 venerdi, 4237 sabato, 4809 domenica, 5272 lunedì, 5638 martedi

 

C

Cartigliano: TORNEREMO A SORRIDERE... perchè il sorriso è l’unica curva che raddrizza tutto!

Noi del Cartigliano Calcio 1928 ci crediamo e ci speriamo! Vogliamo tornare a sognare e far sognare i nostri tifosi, gli appassionati e tutti coloro che amano il calcio…
Ma la vita viene prima di tutto, prima di tutti: i cieli della memoria non conosceranno mai il tramonto. Ripartiremo dando ancora più valore a chi ci ha difeso, a chi si è sacrificato, a chi ha perso ogni cosa per farci vincere domani.
Ci stringiamo attorno ai veri eroi: MEDICI, INFERMIERI e TUTTI GLI OPERATORI IN PRIMA LINEA NEL FRONTEGGIARE L’EMERGENZA CORONAVIRUS. Tutti i sorrisi che verranno, saranno anche per voi 

La società Cartigliano Calcio 1928 lancia l’iniziativa #torneremoasorridere, invitando tutti i tesserati a mandare sui rispettivi gruppi Whatsapp un selfie con un sorriso: INSIEME CE LA FAREMO! L’iniziativa è aperta anche a tutti i TIFOSI che potranno mandare la loro foto al numero 392 2619433 oppure con un messaggio su Facebook (indicando sempre nome e cognome). Le immagini saranno raccolte in un video celebrativo che verrà trasmesso in tv e sui nostri social.

Qui il video https://www.facebook.com/ssdarlcartiglianocalcio/videos/200397701265500/

G

Gol al Corona Virus !!!!     Queste le società che hanno finora provveduto a destinare somme per gli ospedali di Bassano, Padova, Vicenza, Santorso e per la Croce Rossa di Verona est.

7 Comuni,  7 Mulini, Aia Vicenza, Altavilla, Alte, Altivolese,  Azzurra Sandrigo,  Bassan Team Motta,  Bassano,  Berton Bolzano, Bissarese, Brendola,  Calcio Vicentino,  Calidonense, Camisano,  Castelgomberto,  Chiampo, Due Monti, Grantorto, Grisignano, Junior Monticello, La Contea,  Lampo, Le Torri,  Longare,  Lugo, Malo, Molina, Montebello, Pedezzi,  Poleo, Real San Zeno,  Real Valdagno, San Giovanni Ilarione, San Vitale, San Vito Bassano,  San Vito Cà Trenta, Sarcedo, Schio, Silva, Solagna, Sovizzo,  Thiene, Transvector, Treschè Conca,   Trissino, Unione La Rocca, Union Olmo Creazzo, Valdalpone, Zanè  

Sono pervenute anche offerte di singoli giocatori, allenatori o dirigenti.

L

anche il Longare si unisce da lontano:  Questi sono i giovanissimi regionali del 2005.

 

Lugo: il ds Simonato ci informa che è stato perfezionato il versamento di 750 euro a favore della fondazione San Bortolo.  La società era stata una delle prime ad aderire alla proposta del ds dello Zanè.

Lutti è mancato Giuseppe Galvanin,  ex difensore del Marzotto in B e poi alla Lazio, alla Tevere Roma e  al Trani. Ha giocato 86 partite realizzando 6 reti in B e 128 partite con una rete in C.  Aveva 81 anni e viveva in città.

la figurina di Galvanin

Ed è andato avanti anche per tutti l’ex dirigente del Villaggio del Sole, Armido Fantin, che per tutti era semplicemente Tito,  classe 1943, Ha lasciato soprattutto i vecchi giocatori del Villaggio del Sole che lo conoscevano e lo stimavano per il suo impegno e la sua presenza “ Sarebbe stata una sicura presenza in un flash mob con bandiere arancione nell parcheggio del market che ha ucciso il nostro campo– scrive Jean Castellarin, libero e capitano del Villaggio – Mi piange il cuore non poterlo onorare per la sua spontaneità, disponibilità semplicità.”

Lo ricordiamo anche con le parole pubblicate da Fabio Nicolè sul suo profilo facebook  Un’enorme macchia arancione in mezzo ad un campo spelacchiato, primi di settembre, un caldo pomeriggio soleggiato “Che beo ció, vedar tuti sti tosi che ghe core drìo ad un baeon!” Così inizia la nostra prima conversazione da “collaboratori” del Leodari Sole Vicenza.Ti stavo togliendo qualcosa Ti stavo privando di alcuni piccoli angoli della tua vita Ti stavo poco a poco privando di momenti di Felicità…
Ma tu, Animo profondamente buono, hai saputo coglierne gli aspetti positivi, mi hai assecondato sempre con quel tuo grande sorriso. Non ci sono morti diversi dagli altri, ma avresti dovuto scegliere un momento migliore… Oggi i tuoi ragazzi non potranno venire a porgerti l’ultimo saluto
Oggi quei ragazzi, ormai uomini, non potranno dedicarti una parte del loro tempo come tu hai fatto con loro Non ci sono morti diversi dagli altri, ma avresti dovuto scegliere un momento migliore… Un saluto, un sorriso, un abbraccio non lo avresti negato a nessuno Anche gli avversari piangono il tuo viaggio, il Villaggio del Sole eri tu e tu eri il Villaggio del Sole
Non ci sono morti diversi dagli altri… O forse SÌ. Perché tu lo eri, diverso, eri positivo, sempre, alla ricerca della compagnia, difendendo a spada tratta la tua solitudine.
Abbiamo imparato tutti molto da te, e molto ancora impareremo. Sorridi Tito lassù… A tutti, senza distinzioni, come sempre hai fatto

Ricorda Tito anche il suo grande amico Giovanni Strazzabosco, direttore sportivo del Villaggio del Sole per molti anni. Siamo stati assieme 35 anni, lui era una persona che si caratterizzava per l’umiltà e la bravura. Devo dire che ci sono state due persone a cui sono stato particolarmente legato: Gino Zausa e Tito.  E quest’ultimo è stato il più prezioso.

E’ mancata anche la mamma di Luca e Federico Ballardin, giocatori rispettivamente di Nova Gens e Pedezzi. Ai gemelli Ballardin le condoglianze della nostra redazione.

M

Malo: Le presenze e le reti realizzate dal Malo:  Rondon 22 (5),  Stella 21, Scolaro 21 (13), Zanella 21, Deganello 20,  Nicoli 19, Balzarin 19  (2), Cazzola 19, Rovrena 19,  Savio 18 (1) Brandi 17, De Zaiacomo 17, Dalle Molle 15  (3), Polga 15, Migliorini 13, Pogietta 11 (1), Grubetich 10,  Rovetti 8 (1), Tecchio 2,  Pozzan 1, Clementi 1 (1), Comparin 1, Cosaro 1 Ceduti a dicembre Rizzato 13, Guglielmi 3, Dal Prà 3

P

Presenze e reti: finora abbiamo pubblicato i dati (di cui abbiamo tenuto conto o che ci sono stati forniti dalle società) di queste squadre:  7 Comuni, Altair, Alta Valle del Chiampo, Altavilla,  Alto Astico Cogollo, Arcugnano, Arzignano, Aurora Cavalponica, Azzurra Maglio, Azzurra Sandrigo, Bassano,   Berton Bolzano, Bissarese, Bp 93, Breganze,  Calidonense,  Camisano, Carmenta, Cartigliano,  Cassola, Castelgomberto, Chiampo, Colceresa, Dueville, Eurocalcio, Grantorto, Grisignano, Grumolo,  Isola Castelnovo, Junior Monticello, Lakota,   La Rocca,   Le Torri, Longare,  Lugo, Maddalene, Malo, Marola, Marosticense,  Molina, Montebello, Montecchio, Monte di Malo, Monteviale, Nova Gens,   Novoledo, Orsiana,  Pedemontana,  Poleo, Pozzetto, Rosà, San Lazzaro, San Pietro Rosà, Santomio, San Vitale, Sarcedo, Schio, Telemar, Tezze, Thiene,  Transvector, Trissino, Union Olmo Creazzo,  Union Csm, Valbrenta, Valdagno, Valli, Vicenza, Virtus Cornedo, Zanè .

V

Vicenza: Ecco l’intervista ad Alessandro Marotta dal sito del Vicenza

Tutte le curiosità rivolte ad Alessandro Marotta:

Con Padella vi siete piaciuti fin da subito? “Ci odiavamo da avversari, abbiamo entrambi due caratteri forti che vogliono prevalere. Abbiamo vissuto emozioni che non si dimenticano, condividiamo insieme rapporti importanti, grazie alla vittoria del campionato a Benevento il rapporto si è solidificato e adesso siamo davvero grandi amici”.

Come mai Vicenza? “Io ho scelto questa piazza per le ambizioni della società e la storia che ha scritto negli anni. Sapevo di trovare anche Padella, lui è arrivato prima, sapevo che avremmo affrontato un campionato al vertice, cercando di dare grandi soddisfazioni alle persone, l’ambizione ha fatto sì che io scegliessi il Vicenza”.

Che momento è stato quando sei uscito con la Vis Pesaro? “Io non voglio uscire, a me piace stare in campo ed essere protagonista. A Pesaro ho avuto una piccola reazione di nervosismo contro me stesso perché non ero riuscito a dare il mio massimo, quindi non c’è stato assolutamente niente”.

Come è il mister? Come ti trovi? “Il mister ci ha fatto capire cosa significava giocare per il Lane, e ci ha fatto capire l’importanza di vincere in una piazza così importante, è stato bravo a far sentire tutti importanti, ha creato un grande gruppo inserendo bene anche il suo staff con cui siamo molto legati”.

Vicenza è la tifoseria più calda in cui hai giocato? “Ho avuto la fortuna di giocare in grandissime piazze importanti, Bari, Catania, Benevento, Cremona, Vicenza sicuramente entra a far parte delle tifoserie più calde in cui ho giocato. Il nostro obiettivo adesso è far esplodere di gioia Vicenza per vedere lo stadio totalmente pieno”.

Quando segnerà Padella? “Lui farà soltanto un gol, glielo ho detto a inizio stagione, un gol importantissimo, quest’anno si sta più dedicando a non prendere gol, io preferisco questo. Adesso l’importante è ritornare a giocare, sennò non segno neanche io”.

Vi tenete allenati a casa? “Il calcio oltre a essere una passione è anche una nostra professione, ci teniamo allenati per quello che si può fare, per fare in modo di farci trovare pronti al ritorno del campionato. Abbiamo un obiettivo da conquistare. La società si è fatta trovare pronta sotto ogni punto di vista”.

Torneremo a giocare? “Il calcio passa in secondo piano in questo momento, dobbiamo stare a casa sperando che tutto questo passi il prima possibile. Quando ritorneremo sarà completamente un campionato nuovo, sarà un minicampionato, si ripartirà da zero e sarà molto difficile, ci sarà una nuova preparazione, noi lo affronteremo così come abbiamo fatto fino ad adesso”.

Almeno quando tornerete l’erba del campo sarà migliore. “Mamma mia, mi dovete credere, ho detto ogni cosa contro l’erba del campo, ma ora ci andrei a giocare anche se non ce ne fosse (ride, ndr).

info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

Sull'Autore

Federico Formisano