Promozione

Borotto: il La Rocca vuole tornare in campo!! Le statistiche e le presenze.

Scritto da Federico Formisano

Per la Promozione abbiamo già sentito Sandonà del Bassano, Benvegnù dello Schio,  Umberto Lovato della Virtus Cornedo, Contro della Marosticense e  Battaglia del Rosà,. Oggi abbiamo interpellato Andrea Borotto del La Rocca Altavilla

Andrea Borotto centrocampista del La Rocca Altavilla

Borotto

Come stai vivendo questo delicato momento?

Purtroppo la mia azienda ha dovuto sospendere l’attività dopo l’ultimo decreto, tuttavia da casa riesco a fare qualcosina. Guardo il lato positivo e cerco di ottimizzare il molto tempo che ho a disposizione e la fortuna di abitare in campagna con un po’ di giardino mi permette di poter svolgere gli esercizi che ci manda il nostro prof; inoltre riesco a fare anche qualche palleggio a calcio tennis con mio papà (Andrea è figlio di Paolo mister del Trissino Ndr) . Un po’ arrugginito ma se la cava ancora molto bene!

Con i tuoi compagni vi sentite e vi scambiate le vostre impressioni ? Com’è l’umore prevalente nel gruppo? Pensate che si possa riprendere a giocare a calcio in questa stagione ?

Ci sentiamo praticamente tutti i giorni, anche perché siamo davvero un gruppo di amici. Scherziamo e ci confrontiamo su argomenti più seri, scambiandoci le nostre opinioni. Ovviamente la voglia di tutti è quella di tornare sui campi da gioco il prima possibile, che è quello che più ci piace fare. Sarebbe bello concludere la stagione, magari con più partite ravvicinate, anche perché credo sia giusto decretare un vincitore. Però l’incertezza è tanta e questo ci demoralizza un po’…

Se il campionato fosse proseguito regolarmente la vostra posizione di classifica sarebbe stata tale da non acconsentirvi,  tranne un cambio di passo deciso,  di agganciare la zona play-off e al tempo stesso vi garantisce una certa tranquillità per quanto riguarda il mantenimento della categoria. Saresti dunque favorevole alla sospensione dei campionati o preferisci comunque completare la stagione? E saresti disponibile a giocare anche a luglio pur di farlo ?

È vero, la nostra posizione di classifica era tranquilla ma avevamo trovato continuità nell’ultimo periodo e la fame giusta per un grande finale di stagione. Quindi sono sicuro che avremo fatto una bella cavalcata con l’obiettivo di giocarcela a viso aperto contro tutti e scalare più posizioni possibili in classifica, senza guardare la possibilità o meno dei play off. Mi metto anche nei panni di chi lottava per questo e credo sia giusto dare modo di giungere ad un verdetto finale, anche nel periodo estivo. Sperando che questo virus venga sconfitto!

Sei soddisfatto della tua stagione ?

Difficile per me dare una risposta a questa domanda perché sono cambiate molte cose rispetto agli ultimi anni e anche il mio modo di giocare. Non sono soddisfatto del mio inizio di stagione ma da novembre in poi il mister mi ha fatto giocare davanti alla difesa e anche se ho meno occasioni per fare gol mi sto divertendo a toccare più palloni. Le aspettative di squadra poi erano altre e trovarci a non essere protagonisti dopo diversi anni è stato un po’ sconfortante ma se finora siamo stati gli unici a portare a casa un punto da Bassano vuol dire che qualcosa di buono l’abbiamo fatto.

Borotto nella gara con il Trissino (foto Scalzotto)

Per chiudere Andrea, da elemento rappresentativo ed esperto della squadra,  esprime la vicinanza sua e dei suoi compagni  in questo particolare momento a Gianfranco e Giuseppe Scalzotto per la perdita dei loro cari.  In una settimana GianFranco (addetto stampa e segretario) ha perso dapprima la mamma e poi il papà, Giuseppe  (vice allenatore)  i nonni.

I dati

L’Union La Rocca Altavilla  è  a metà classifica con 29 punti ( 16 in casa, e 13 in trasferta)  staccato di 5 punti dal terzetto  formato da Marosticense,  Tezze e Rosà e molto di più dalle prime tre della classifica.    Ha vinto  7 partite,  ne ha pareggiate 8, e ha perso  7 volte. Ha realizzato 27 reti  e ne ha subite  25.

Ecco le presenze e le reti aggiornate alla 22 giornata Manganotti 16 (2), Montemezzo 16 (4), Bresaola 16 (1), Cesar de Silveira 15  (1), Polo 13,  Bertocco 12, Peruzzi 12, Crema 12, Borotto 12, Greghi 12, Bernardes 10 (3),  Basile 10, Borriero 9, Salbre 9 (3),  Tripoldi 8,   Anghel 8, Mucenj 5, Panarotto 1.Ceduti a dicembre: Khochtali 7 (1), Fava 8, Duku 5, Salsano 3

La rosa

Questa la rosa :Portieri; Fracca Alessio (2000 dal Chiampo), Polo Luca(91 dal Rivereel);  Difensori: Bertocco Stefano (2000), Borriero Simone (81),  Crema Davide (96), De Silveira Cesar (83),  Greghi Nicola (91 dal Trissino), Mucenj Ernesto (99 dal Montecchio), Peruzzi Marco (2001 dall’Arzignano),  Tripoldi Luca (95);  Centrocampisti: Basile Riccardo (2001 dal Sovizzo), Borotto Andrea (90), Bresaola Andrea (97), Manganotti Matteo (94),  Montemezzo Giulio (2000) , Spatola Gabriele (2001 dall’Arzignano);  Attaccanti: Anghel Leonard (94), Bernardes Adriano (86 dal Sovizzo), Salbre Abrogagui (93 dal Campigo);

 

L’Almanacco 2019/20

 

La nostra inchiesta corredata dai dati aggiornati (presenze e reti, statistiche, rosa e staff delle squadre) ci ha  portato finora a sentire gli allenatori di queste squadre:
Eccellenza:  Matteo Girlanda mister del Montecchio e Federico Molinari del Camisano
Promozione girone B (Giocatori): Sandonà del Bassano, Benvegnù dello Schio, Lovato del Cornedo, Contro della Marosticense, Battaglia del Rosà, Borotto del La Rocca.
Prima categoria girone C: Lazzaron del Monteviale, Lelj del Le Torri,  Remonato della Pedemontana, Nicolè dell’Azzurra Sandrigo , Rosin del Grisignano, Bozzetto dello Zanè, Zuccon del Berton Bolzano, Motterle del San Lazzaro, Fontana del Summania, Cogno dell’Arcugnano e Zordan del Due Monti.
Seconda Categoria girone F : Lorenzi del Valli, Colombo del  Thiene, Dal Bianco del Lugo,  Baù del  7 Comuni, Poletto del Molina, Scarpinato dell’ Orsiana
Seconda Categoria girone E : Mariga del Bp 93, De Franceschi del Grumolo, Cesarano della Junior Monticello,  Masiero dell’ Union Campo San Martino, Maggi del  Telemar, Dal Lago del Maddalene e Rizzotto dell’ Union Olmo Creazzo

 

 

 

 

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano