Calciomercato EVIDENZA

Che cosa fanno i big del nostro calcio (5)

Scritto da Federico Formisano

Nella nostra inchiesta sulla destinazione dei giocatori top abbiamo sentito finora Azzolini, Baggio, Bajramaj, Battaglia, Benvegnù, Borotto, Borriero, Calgaro, Carmucci, Casarotto, Colombara,  Contro, De Toni, Di Gennaro, Erba, Farinello, Foletto, Garbuio, Gisaldi, Kindo, Lucchini, Maculan,  Marchetti, Masiero, Munarini, Pegoraro, Peotta, Petronjevic,  Pianezzola, Pilan, Renaldini, Rinfieri,  Sandonà, Shkemby, Simoni, Spanevello, Vallarsa.

Filippo Cailotto (Sovizzo): Rimango a Sovizzo anche il prossimo anno. Durante la quarantena ho avuto modo di sentirmi spesso con mister Sartori e con il direttore sportivo e ci siamo subito trovati.  A Sovizzo mi trovo molto bene e spero di poter tornare a giocare il più presto possibile.

Alessandro Canacci (San Giorgio in Bosco): Ha l’incontro con la società questa sera e ha promesso di informarci dell’esito.

Davide Canesso (Lugo): con la società mi sono già sentito anche se solo telefonicamente. Ci sono buoni presupposti di rimanere a Lugo. In caso contrario valuterò altre proposte, qualche contatto l’ho già avuto!”

Marco Carlassara (Poleo):  Non rimane al Poleo; il forte centrale difensivo del 1988, dopo tre stagioni in cui ha sempre giocato con assiduità  lascia la formazione del Poleo e cerca nuovi stimoli e un progetto ambizioso.

 

Nicola Dorio (San Giorgio in Bosco): come per Canacci anche Nicola Dorio, l’altro “vicentino” del  San Giorgio in Bosco ha un incontro con la società per concordare l’eventuale permanenza nel padovano.

Marco Melis (Tezze): la volontà della società è  di continuare ancora insieme! Settimana prossima mi troverò con il D.S. e il presidente per parlare ma credo ci siano buone possibilità di continuare ancora insieme

Massimiliano Mezzina (Camisano): Ha già avuto l’incontro con la dirigenza del Camisano e dovrebbe rimanere. La volontà delle parti era quella di proseguire. L’esterno offensivo ha giocato 20 partite e realizzato un gol.

Mezzina Massimiliano

Matteo Piovan (Pedemontana): Con la Pedemontana non c’è ancora stato nessun contatto; sono in attesa di nuovi sviluppi. Ho avuto modo di parlare con alcune società ma al momento non mi sento ancora di prendere una decisione sul futuro. Prima di tutto perché voglio dare precedenza alla Pedemontana. In secondo luogo perché a breve diventerò papà e le priorità saranno altre rispetto al calcio.

Filippo Spessato (Mestrino): Qui a Mestrino è ancora tutto fermo! Sto aspettando di fare due chiacchere con la società per conoscere i programmi futuri.

Spessato in azione con la maglia della Seraticense.

 

Sull'Autore

Federico Formisano