Serie C

Arzignano a Imola domina ma pareggia e spreca anche un rigore

Scritto da Federico Formisano

Imolese- Arzignano 0-0 

Imolese: Rossi; Boccardi, Checchi, Carini; Garattoni, Tentoni, Marcucci (Alimi dal 72′), Ingrosso; Belcastro (Della Giovanna dal 52′) ; Sall,  Chinellato (Schiavi dal 46′),  A disposizione: Libertazzi, Valeau, Scarlino, Suliani, Alboni, Padovan, Maniero, D’Alena, Artioli,  allenatore Cevoli

Arzignano: Tosi; Tazza (Heatley dal 73′), Bigolin (Hoxha dal 55′), Bonalumi,  Barzaghi;  Perretta (Pattarello dal 60′) , Balestrero, Casini; Ferrara, Rocco (Piccioni dal 62′), Cais (Kouko dal 46′) a disposizione: Faccioli, Amatori, Pasqualoni, Calcagno, Lo Porto  in panchina non utilizzabili Maldonado e Calcagni.

Arbitro Andrea Colombo di Como

Note: 33′ gradi ad Imola con doppio intervallo a metà primo tempo e a metà ripresa
Ammoniti: Casini (A) al 20′ Rossi (I)al 65′ Sall  (I)al 70′ e l’allenatore Cevoli Konko (A) al 71′
Espulsi Checchi (I) al 33′

Colombo porta alcune novità rispetto alla gara di Sabato, con Bigolin centrale difensivo, Barzaghi sulla corsia di sinistra e Rocco e Cais in avanti con Piccioni in panchina. Cevoli schiera una squadra prudente con Tentoni regista, Belcastro tra le linee e Sall e Chinellato di punta. Alimi parte dalla panchina.

La prima conclusione è di Rocco che impegna Rossi in una parata impegnativa.  La sensazione fin dall’inizio che l’Arzignano faccia la partita con l’Imolese prudente raccolta davanti a Rossi. Ma il problema dell’Arzignano è noto: non dispone di una punta in grado di cambiare una gara. Ed in effetti le conclusioni di Ferrara e Rocco vengono ribattute.  L’Imolese fa poco anche in contropiede sopratutto con Belcastro. Al 32′ il tiro di Rocco è deviato in angolo.

Al 33′ il fattaccio: su una punizione dell’Arzignano si crea una mischia, l’arbitro Colombo vede un fallo di Checchi su Balestrero e procede alla concessione del rigore e all’espulsione del difensore dell’Imolese. Dopo 3′ per le manfrine e le proteste degli emiliani Rocco calcia il penalty ma Rossi para bene e lascia immutato il risultato.
L’Arzignano non demorde e continua ad attaccare ma Rossi è attento e le conclusioni di Balestrero, Rocco e Ferrara escono a lato.

Ad inizio ripresa Kouko prende il posto dell’evanescente Cais, mentre Cevoli arretra ancora il baricentro della sua squadra togliendo la punta Chinellato e inserendo Schiavi con Sall unica punta assistito da Belcastro.

Al 46′ Ferrara apre bene per Tazza che mette in mezzo ma nessuno riesce a deviare. Al 47′ ancora un’occasione con Ferrara liberissimo che calcia sul difensore Ingrosso: clamoroso!

E’ un forcing quello dell’Arzignano nell’area avversaria con Balestrero che colpisce di testa.  Cevoli si copre ulteriormente con Della Giovanna per Belcastro.

Al 53′ Bigolin colpisce di testa e manda alto non di molto. Nell’occasione si infortuna e viene sostituito da Hoxha.

In campo c’è una squadra sola con l’Imolese che nemmeno ci prova più. Ma la pressione trova solo Rossi pronto ad intervenire: il neo entrato Pattarello mette un pallone pericoloso in mezzo ma Balestrero non ci arriva.

Al 66′ Balestrero commette fallo e Piccioni realizza ma l’arbitro annulla. Al 67′ Ferrara opera un gran tiro ma la palla finisce alta di poco.

Al 79′ ancora Balestrero dimenticato dalla difesa avversaria manda alto di testa da tre metri dalla porta.

Il finale è incandescente ma non succede nulla di eclattante.  L’Arzignano subisce così l’umiliazione della retrocessione (se non ci sarà un ripescaggio in categoria) contro una squadra che non gli è certo stata superiore nelle due gare disputate.

Sull'Autore

Federico Formisano