Serie C

Vicenza- Pordenone: un punto e muoviamo la classifica!

Scritto da Federico Formisano

Vicenza – Pordenone 0-0

 

Vicenza (4-4-2): Grandi, Bruscagin, Padella, Cappelletti, Beruatto; Vandeputte (58 Giacomelli), Pontisso (82 Cinelli), Rigoni, Dalmonte (82 Zonta); Meggiorini (63 Guerra), Gori (58 Marotta). A disposizione: Perina, Barlocco, Bizzotto, Ierardi, Pasini, Scoppa, Jallow. Allenatore: Di Carlo.

Pordenone (4-3-1-2):Bindi; Vogliacco, Camporese, Barison, Falasco; Magnino, Calò, Rossetti (87 Pasa); Gavazzi (66 Musiolik); Diaw, Ciurria (66 Scavone). A disposizione: Passador, Bassoli, Berra, Chrzanoski, Stefani, Misuraca, Butic, Secli. Allenatore: Tesser

Arbitro: Camplone di Pescara; assistenti: Tarcisio di Rimini e Della Croce di Rimini; quarto uomo: Panettella di Gallarate.

Ammoniti: Diaw (P), Bruscagin (LRV), Gavazzi, Calò, Camporese (P) Rigoni (LRV) Vogliacco (P)

Di Carlo conferma le impressioni della vigilia con la conferma del gruppo che ha portato il Vicenza in B con l’inserimento di Beruatto sulla corsia di sinistra in tandem con Dalmonte preferito a Giacomelli.  Nuova la coppia d’attacco con Meggiorini e Gori, mentre Marotta, Jallow e Guerra vanno in panchina. Rigoni preferito a Cinelli

Al 3′ Vandeputte serve Pontisso che prova la conclusione di poco a lato; al  10′ ripartenza per i biancorossi con Bruscagin che lascia partire un traversone sul secondo palo, Bindi è attento 18′ Beruatto per Dalmonte che prova la conclusione, Bindi si salva in corner

Al 27′ Diaw serve Ciurria che tenta la conclusione rasoterra, Grandi è attento in presa bassa Al 33′ Cross di Meggiorini sul secondo palo, conclusione al volo di Vandeputte che non inquadra la porta Al 36′ una palla vagante in area giunge a Dalmonte, il quale non impatta bene sulla sfera nella conclusione di prima intenzione Al 48′  Rigoni si accentra e serve in velocità Meggiorini  rasoterra centrale, Bindi attento

Il primo tempo si conclude sullo 0-0

Al 47′ Occasionissima biancorossa! Tiro a giro di Dalmonte che si stampa sul secondo palo! Diaw dal fondo si accentra e riesce a trovare il tiro sul secondo palo: Pordenone in vantaggio

Al 62′ Che gol pazzesco! Punizione di Giacomelli, Cappelletti riceve palla in posizione decentrata e in rovesciata sigla sul palo opposto!

Al 78′ Punizione di Calò che viene deviata dalla barriera in corner Al 80′ Conclusione di Diaw che viene smorzata e si spegne tra le braccia di Grandi

La gara finisce 1-1

Putroppo non possiamo che ripeterci su quanto dicevamo lo scorso anno: il Vicenza è una bella squadra, subisce il minimo indispensabile, difende bene, ma segna poco e sopratutto non  segna  con gli attaccanti. Un gol in due partite è un bottino misero sopratutto se a segnare finora è solo un difensore: Cappelletti. Di Carlo ha impiegato nei 180′ quattro attaccanti: Marotta, Gori, Meggiorini e Guerra e nessuno di questi è andato a segno. Ma ci consola il gioco e la buona predisposizione tattica. Speriamo bene-

Sull'Autore

Federico Formisano