“banner



Edicola EVIDENZA

Edicola della domenica: la palla nel campo della Federazione

Scritto da Federico Formisano

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha firmato nel corso della notte, a quanto si apprende da fonti di governo, il nuovo Dpcm con le misure restrittive anti-Covid, Il Dpcm sarà in vigore da domani al 24 novembre.

In ambito sport verrebbero fermate le attività di piscine e palestre. Inoltre le attività dilettantistiche regionali (come i campionati dilettantistici locali), verrebbero stoppate dal 26 ottobre al 24 di novembre. Potrebbe essere salva la Serie D, in quanto riconosciuto come un campionato di valenza nazionale.

La bozza è quella che abbiamo pubblicato ieri sera.   A questo link  invece il testo file:///C:/Users/UTENTE/AppData/Local/Temp/DPCM%2024%20ottobre.pdf Sono confermati i punti e, f,g, dell’articolo 9.

Adesso la palla passa alla Federazione: un mese di stop ai campionati comporta pesanti conseguenze sul format e l’organizzazione dei campionati, anche perché nel frattempo si sono accumulati recuperi pesanti.  Oggi come abbiamo pubblicato nel tabellone della giornata sono saltate 21 partite e ci sono campionati come la Promozione che hanno più di metà delle gare rinviate (5 su 9) Ieri abbiamo pubblicato la situazione globale del vicentino con il 42% delle squadre obbligate a rimanere ai box .

Dietro ad ogni gara rinviata ci sono situazioni di non facile gestione: tamponi da effettuare, giocatori, tecnici e dirigenti da porre in isolamento fiduciario, posti di lavoro a rischio. Noi ci schieriamo decisamente fra chi è favorevole a questa sospensione dell’attività.
Non siamo iscritti al Partito dei catastrofisti come non lo siamo mai stati. Quando a Marzo dissero che un terzo delle società dilettantistiche sarebbero saltate, opponemmo le nostre ragioni sostenendo che si sarebbe reagito anche a questa iattura. E così è stato. A Vicenza si sono iscritte più squadre dello scorso anno. Adesso affronteremo anche questa prova e la supereremo.

Come?

Il primo problema riguarda gli allenamenti: si potranno effettuare oppure no?

Il secondo problema riguarda la conclusione della stagione: cambiare format con 6-7 gare giocate è impossibile. Secondo noi la Federazione dovrà pensare ad un campionato articolato sul solo girone d’andata mantenendo play-off e play-out. E in primavera potrebbero essere reintrodotte le Coppe.  Bisognerà costruire un meccanismo promozione- retrocessione che permetta di ritornare ai gironi da 16 squadre. Non è pensabile che si possa continuare con un campionato a 18.

Noi di Ruzza e di Pitton ci fidiamo: sapranno trovare la quadratura del cerchio e ne verremo fuori. Ancora una volta.

Pitton e Ruzza

A

Assieme è meglio: Fc Vicenza in collaborazione con il Gruppo Assieme è meglio ha organizzato due eventi con Matteo Barella dello Staff dell’Udinese e Cristiano Guerretta della Scuola Portieri. Buona la partecipazione e molto interesse attorno alle iniziative.

B

Bollettino Covid: Salgono ancora i casi in Italia: oggi se ne registrano 19.644 (ieri erano 19.143), con ben 151 morti (37.210 dall’inizio della pandemia, +60 nelle ultime 24 ore). I tamponi effettuati sono stati 177.669. Crescono anche i casi in terapia intensiva (+79), per un totale di 1.128 e i ricoverati nei reparti Covid-19 (+738), 11.287 totali.

C

Calciatori Positivi: Il Lecce ha comunicato che “a seguito dell’ultimo ciclo di test molecolari effettuati nel pomeriggio di ieri, sono risultati positivi al Covid-19 un calciatore e un componente dello staff. I soggetti sono stati immediatamente isolati e sono state attivate tutte le procedure previste dalle vigenti normative e protocolli sanitari”. Gianluca Mancini, non salterà il Milan. Nel suo caso si è trattato di un falso positivo.  E’ stata rinviata anche Virtus Entella – Venezia in serie B

Colceresa:  E’ stata rinviata anche la gara del campionato di seconda Categoria fra Colceresa e Union LC- La società comunica che la partita di oggi del campionato di 2ª cat. gir. F tra  ASD Calcio Colceresa e UNION LC è stata rinviata di comune accordo tra le società e avvallati dalla FIGC VENETO causa un grave ed improvviso lutto che ieri sera ha colpito un nostro tesserato e che ha segnato anche tutti noi nonché le comunità di Lusiana e Conco. RINGRAZIAMO per la comprensione la società ASD Calcio Colceresa e la FIGC VENETO. Non ci sono parole per descrivere il momento ma mai come oggi saremo sempre più squadra e famiglia per il nostro Tommaso.

R

Rossi:  La stagione 2020-2021 del Calcio Schio vedrà in giallorosso il portiere Marco Rossi, originario di Schio. Partito dallo Scledum, vive l’esperienza dei professionisti con la maglia dell’Hellas Verona, in serie C2 al Mezzocorona e nella Primavera del Catania. Rientrato nel calcio dilettantistico,ad aprile 2019 è costretto allo stop per un brutto male che l’ha colpito. Ora è pronto a scendere di nuovo in campo ed iniziare una nuova avventura.

Marco, come nasce in Te la passione per il calcio e per il Tuo ruolo?«La passione nascedalla famiglia, me l’ha trasmessa mio papà, soprattutto il ruolo di portiere. Sia mio papà che i miei zii hanno sempre giocato a calcio e quindi è proprio una passione di famiglia».

Analizziamo insieme la Tua carriera.« Sono partito allo Scledum. Poi ho vissuto tre anni all’Hellas Verona, un anno a Mezzocorona in C2 e un’altra stagione nella Primavera del Catania. Poi sono tornato nei dintorni vivendo la categoria di Promozione tra Cornedo, Malo, Trissino, un anno in Prima Categoria a Mussolente e metà anno in Eccellenza a Cartigliano».

Che esperienza è stata quella nelle società professionistiche? «Sicuramente è uno stile di vita molto diverso da un calciatore dilettantistico. Sei sempre impegnato tutti i giorni. Un’esperienza bellissima».

Veniamo a oggi. Una nuova avventura con la maglia dello Schio. Da dove parti e come vedi la squadra? «Sicuramente per me è una rinascita, visto i precedenti di malattia. La squadra è molto forte secondo me, sia tecnicamente che come gruppo. Qui ho molti amici, anche al di fuori del campo,e questo è stato un motivo in più nella scelta di venire a Schio. Arrivo per dare una mano per quanto poco, aiutare i giovani e rimettermi in forma per l’anno prossimo».

Sogni e obiettivi per il futuro.«A livello personale stare bene, è la cosa più importante. Auguro a tutti la salute, prima di tutto, propria e dei propri cari. A livello calcistico, per quanto mi riguarda, spero di riuscire a fare un paio di partite così da poter riprendere l’abitudine con il campo. A livello di squadra bisogna puntare,perché si può, a fare il meglio possibile».

S

Saccozza:  E’ improvvisamente mancato a 63 anni di età l’ex presidente dell’Altair Maurizio “Icio” Saccozza.  Ex giocatore della stessa società gialloblu aveva iniziato la carriera da allenatore e nel 1990 subentrò a Federico Formisano nella presidenza della società di San Pio X°. Aveva mantenuto la passione per lo sport, appassionato cicloamatore e sciatore. Il figlio Andrea è stato portiere dell’Altair, del Bertesina e del Villaggio del Sole. Alla famiglia le condoglianze del nostro sito.

Sibilia: il numero uno della Lega Nazionale Dilettanti ha espresso la sua preoccupazione in merito : «Siamo preoccupati perché impedire lo sport soprattutto a bambini e ragazzi equivale a creare un forte squilibrio tra una socialità organizzata e quella disorganizzata, quella che porterà migliaia di giovani a vivere il proprio tempo libero senza regole e senza responsabilità, a differenza di ciò che avrebbero potuto garantire le società sportive dilettantistiche che hanno investito risorse e mezzi per consentire la ripresa in sicurezza delle attività sportive. Trovo grave considerare lo sport un’attività non essenziale, come anche non aver cercato un confronto con chi organizza e gestisce lo sport di base nel nostro Paese».

T

Trofeo Capo Cannoniere: A seguito del rinvio della gara Santomio- Thiene non potremo domenica andare a premiare Vittorio Dalla Riva. Per questo motivo abbiamo deciso di andare a Grumolo per la gara Grumolo – Telemar e premieremo l’attaccante Alberto Balbo che lo scorso anno ha realizzato 16 reti con il Grumolo conquistando il primo posto nella classifica cannonieri nel girone E di seconda categoria.

Presidente Gili consegna a Seganfreddo accompagnato dalla madre super tifosa

 

Sull'Autore

Federico Formisano