Prima Categoria

Le interviste (23): Gasparini dello Zanè: lo svincolo sarà il fallimento di tante società!

Scritto da Federico Formisano

Oggi abbiamo posto alcune domande sulla fase particolare che stiamo vivendo al Direttore sportivo dello Zanè   Damiano Gasparini

Che cosa pensi della norma sullo svincolo dei dilettanti? Ritengo che chi ha pensato e scritto  la norma è fuori dalla realtà , non conosce  le realtà delle Società dilettantistiche . Assisteremo al mercato delle vacche. Mi spiego. Prima di tutto le Società non avranno più la possibilità di esercitare quelle piccole opzioni sui  ragazzi più promettenti in cui hanno investito tempo e denaro. L’opzione era più che una questione economica , uno scambio tra Società di giocatori. Con questo cambiamento, le Società più forti finanziariamente strapperanno i ragazzi dalle realtà minori con il risultato che queste rischieranno di morire.  Assisteremo a situazioni pazzesche, ci saranno genitori di ragazzini che chiederanno rimborsi spese, oppure sconti sull’iscrizione per i bimbi purché li si  porti nella società  che li richiede . Sarà il fallimento per tante Società.

L’introduzione della clausola per la regolamentazione del lavoro sportivo penalizza le società sportive? Per il lavoro sportivo mi domando quale Società  ha la possibilità di pagare, ad esempio,  i contributi Inps ai propri collaboratori. A questo punto sarà meglio chiudere tutto..

Ci sono due linee di pensiero sulla conclusione della stagione: c’è chi pensa di concludere alla fine del girone d’andata e quindi iniziare anche più avanti la stagione a marzo quando il pericolo Covid sarà scongiurato. La seconda ipotesi è quella di cercare di concludere il campionato giocando andata e ritorno e completando la stagione in giugno e luglio e con turni infrasettimanali. Tu come la vedi ?

Non condivido le 2 opzioni, abbiamo visto lo scorso campionato chiuso a febbraio con soluzioni che hanno lasciato perplessità a tutti. Era difficile decidere in quei momenti e tutti,  bene o male,  abbiamo accettato In questo campionato si sapeva già prima di partire che ci sarebbero stati problemi con il Covid.  Abbiamo giocato alcune partite, sempre con l’acqua alla gola e con poca serenità per il pericolo che girava nei spogliatoi e nelle partite dovuto all’epidemia.  Questo non è calcio, non è divertimento,  per chi come  noi che siamo dilettanti e facciamo tutto sopratutto per passione. A mio avviso debbono avere il coraggio di chiudere tutto e di riparlarne a Settembre 2021.

Il calciomercato che inizia oggi proseguirà fino a febbraio; concordi con questa scelta della Federazione di tenere aperto il mercato per tre mesi? Hanno spostato il mercato  perché non sanno ad oggi quando si ripartira, tutte le date ipotetiche che si sentono sui vari comunucati  restono solo chiacchere. Il prolungamento e un atto dovuto, giusto per dare  una mera illusione di inizio forse appunto a Febbraio.

 

Voi vi muoverete sul mercato? Nel mercato ci stiamo muovendo: l’obiettivo è quello di  inserire alcuni giocatori di esperienza accanto ai molti giovani della nostra squadra.

Sei soddisfatto finora della stagione della tua squadra? Per quanto riguarda la stagione della nostra squadra sono soddisfatto in parte,  ma, forse,  non si poteva pretendere di più.  Squadra giovane, completamente nuova  con giocatori che non si conoscevano, avevamo bisogno di tempo , invece hanno anticipato inizio campionato. Poi sicuramente la fortuna non ci ha dato una mano, parecchi infortuni inaspettati hanno decimato una rosa che era già corta. Abbiamo dovuto giocare le ultime 3 partite con parecchi ragazzi Juniores, inoltre ( forse è una fortuna) abbiamo incontrato già le squadre più  titolate per una possibile promozione.  Tirando le somme per noi con squadra nuova e giovane siamo soddisfatti a metà. 2/3 punti un più ce li meritavamo

Zanè

Finora abbiamo pubblicato le interviste ad Antonio Bonati (Real San Zeno) , Antonio Mandato (Longare), Claudio Giarolo (Montebello) Fabio Ebene (Calidonense), Giulio Strazzabosco (Maddalene), Marco Aleardi (Monteviale),  Luca Bertollo (Eurocalcio), Marco Piredda (Junior Monticello),   Spes Geremia (Rosà), Fabio  Bagnara (Trissino), Fabio Munaretto ( Toniolo ), Andrea Luccarda (Santomio) Loris Ambrosini (Bissarese) , Ivan Chiari (Alte), Matteo Busellato (Union Olmo Creazzo), Sergio Minchio (Altavilla) , Nicola Maccà (Altair),  Luca Guglielmi (Azzurra Maglio), Cecchin (Santa Croce Bassano), Daniele Cavedon (Real Brogliano), Daniele Bagarollo (Angarano), Fabio Lionzo (Concordia)

Sull'Autore

Federico Formisano