Serie D

Ancora una vittoria per l’Arzignano ma l’Adriese contesta

Scritto da Redazione2

USD ADRIESE 1906 – FC ARZIGNANO VALCHIAMPO 1-2

ADRIESE: Brzan, Ben Khaleh (30’ st Zupperdoni), Addolori (30’ st Mazzali), Maniero (39’ st Michelangoli), Montin, Tiozzo, Boccalari (30’ st Farinazzo), Casella, Gioè, Cicarevic, Rosso. All. Vecchiato.
ARZIGNANO VALCHIAMPO: Bacchin, Pasqualino, Casini (14’ st Cescon), Molnar, Fyda (27’ st Gnago), Forte (7’ pt Nchama), Calì, Beltrame (15’ st Moras), Antoniazzi, Bigolin (20’ st Bonetto), Vessella. All. Bianchini.
ARBITRO: Renzi di Pesaro
MARCATORI: 41’ pt Calì (A), 41’ st Moras (A su rigore), 47’ st Farinazzo (AD)
ESPULSIONI: Brzan, Casella (doppia ammonizione).

Al Bettinazzi di Adria l’Arzignano Valchiampo conquista 3 punti importanti. I Giallocelesti trovano la vittoria con una prova di squadra che vede uniti gli undici titolari in campo e gli uomini di Mister Bianchini a disposizione. Le reti portano la firma di Vincenzo Calì nel primo tempo (assist di Alessandro Pasqualino) e Marco Moras dal dischetto nel secondo tempo (azione di Andrea Cescon). L’Adriese nel secondo tempo reclama un rigore e nel recupero accorcia le distanze con Farinazzo.

Parte forte l’Arzignano con la punizione calciata da Bigolin dove Calì stacca di testa in cerca di Fyda. Ancora Fyda sviluppa poco dopo la giocata per Antoniazzi, ma intercetta l’Adriese. Al 7’ del primo tempo gli ospiti sono costretti al primo cambio per infortunio. Esce Forte, entra Nchama che rientra in campo dopo un periodo fuori dai giochi sempre a causa di un infortunio. Il numero 6 prova subito a mettere in rete la sfera: servito da Beltrame, colpisce di testa. Fuori.

La ripartenza dell’Adriese vede Boccalari puntare alla porta. Molnar difese e spazza, ma l’arbitro ferma il gioco. Al 17’ l’Arzignano Valchiampo ha un’importante occasione con Beltrame, ex del match, che potente da fuori area indirizza in porta: di poco alta. Scorrono pochi secondi ed è ancora lui a riprovare il tiro. Al 25’ risponde l’Adriese con Gioè, para Bacchin. La successiva punizione di Casella trova il recupero dell’Arzignano che riparte con Antoniazzi. Casini ci prova dalla distanza.

Foto da Facebook Adriese

Il vantaggio Gialloceleste arriva al 41’ con lo stacco di testa di Calì che spiazza Brzan insaccando la palla ricevuta dal cross di Pasqualino. Al 45’ l’Adriese si fa pericolosa con Casella. Nei due minuti di recupero, Fyda conquista una punizione per fallo di mano di Brzan fuori dall’area, ma arriva il duplice fischio del direttore di gara.

Nel secondo tempo l’Adriese trova l’occasione con Cicarevic, fuori. Subito Nchama cerca Fyda che a sua volta spedisce a Beltrame: ancora fuori. Moras velocizza il gioco per Pasqualino che in cross cerca Antoniazzi. Il numero 20 cerca l’aggancio: nulla di fatto. È Rosso poco dopo ad essere pericoloso e trovare il corner a favore.

Al 26’ il potente tiro di Moras trova Brzan che cerca la parata e colpisce la traversa. Ottime le giocate di Cescon, entrato nel secondo tempo, che prima sviluppa le azioni per servire i compagni e poi entra in area alla ricerca del raddoppio. Ancora Calì, alto.

Sul finale dei 90 minuti è Cescon a portarsi in area e subire fallo da Brzan. È rosso. Renzi fischia il rigore. Sostituito dal numero 12 Michelangoli, dal dischetto va Moras che preciso realizza. Nel recupero arriva la rete dell’Adriese con Farinazzo che prova così a riaprire la partita. Triplice fischio dopo 5 minuti di recupero.

Questo invece il commento dal sito dell’Adriese: Una sconfitta amara per la compagine granata per 2 – 0 in casa. Partita fortemente condizionata dalla direzione arbitrale, che non ha saputo gestire una partita così importante come quella odierna.

Gioè palesemente tenuto e atterrato in area al 35’, ma per il direttore di gara è tutto regolare. Rigore palesemente non concesso dal direttore di gara.
Rigore Arzignano ed espulsione di Brzan al 43’. Dal dischetto va Moras e batte Michelagnoli sulla sinistra. Farinazzo riporta in partita l’Adriese, ma arriva la seconda espulsione, Casella. Finisce una gara nervosa e tesa fino alla fine.

Sull'Autore

Redazione2