Calciomercato EVIDENZA

Ultime della notte: amichevoli, Maddalene, Poleo, ecc..

Scritto da Federico Formisano

A

Amichevoli:

Este – Arcella 2-1

Accade tutto nel secondo tempo nell’allenamento congiunto odierno con l’Arcella che si porta in vantaggio per prima con Trevisan al 49′. Bella, nonostante la fatica sulle gambe, la reazione dei nostri ragazzi con Zanetti (che sigla il primo gol della stagione dell’Este) al 73′ e Caccin al 77′ con un bolide da fuori area.

 

Padova-Luparense 3-1 20′ pt Ceravolo (P) , 39′ pt Rubbo (L), 31′ st Ghirardello (P)  40′ st Cretella (P)

 

Istrana- Giorgione 0-2  Franco, Harouf

M

Maddalene: In sede di presentazione il Maddalene aveva annunciato che avrebbe  arricchito la rosa con gli arrivi di elementi giovani per potenziare la batteria dei fuori quota dopo la Promozione a tavolino in Prima categoria;  E così è stato con gli arrivi del centrocampista del 2002,  Mirko Bovo  (l’anno scorso a Sovizzo) e Matteo Vemelli  centrocampista del  2002 (l’anno scorso alla Rocca). I prossimi obiettivi sono un giovane del 2003 e uno del 2004 (si conta sulla collaborazione del Montecchio per chiudere).  Intanto sono state fissate  queste amichevoli: il  24 Agosto Maddalene – San Tomio,  e il 7 Settembre  Maddalene – Summania.

Vemelli

N

Nova Gens: Arriva dal Rivereel Emanuele Zarantonello  Esterno alto, classe 2002,  rapido e veloce, si è già integrato benissimo con il gruppo

P

Poleo: Il presidente del Poleo Massimo Padovani comunica gli arrivi dei centrocampisti Veliko  Cancarevic del  2003 e di Nicola Smiderle del 2000 dal Sarcedo. L’inizio della preparazione  agli ordini di mister Acciaio è stato fissato per giovedì 18 Agosto

Cancerevic e Smiderle

V

Vicenza: presentato Ronaldo

Oggi è stato presentato il nuovo centrocampista biancorosso, Ronaldo Pompeu da Silva.

“Padova? Non vorrei parlare del passato, anche per rispetto del Vicenza e dei miei nuovi tifosi. A Padova sono stati 3 anni nei quali sono stato bene. Tutti gli anni abbiamo lottato per arrivare in serie B, siamo sempre arrivati lì vicino ma purtroppo non ci siamo riusciti. C’è solo dispiacere per come è finita. Vicenza? Se ti chiama il Vicenza è difficile rifiutare. C’è una società e una storia importante e per me è motivo di orgoglio. Quando il direttore mi ha cercato ho dato subito la mia disponibilità.

Come sto? Io ho iniziato dopo i miei compagni, quindi con lo staff abbiamo deciso di fare un lavoro diverso per stare bene, quando tornerò disponibile dalla squalifica. Comunque sto abbastanza bene e stiamo proseguendo il lavoro personalizzato per me.

Cosa serve per vincere il campionato? Secondo me partire con la nomea di essere la squadra che deve vincere non è facile, mette molta pressione. Dobbiamo creare un gruppo importante, poi anche l’aiuto dei tifosi e il calore possono fare la differenza, perché se stiamo uniti è più facile raggiungere l’obiettivo. La cosa importante è il gruppo.

Gruppo come si sta amalgamando? Molto bene. Ci sono tanti ragazzi giovani. E’ un gruppo umile e secondo me l’umiltà è fondamentale. Tutti lavorano sempre al 100% e seguono il mister, secondo me ci sono tutti i presupposti per fare un anno importante.”

 

 

Sull'Autore

Federico Formisano