Edicola Editoriali

Seconda Categoria Girone F: il punto a quattro dal termine

Scritto da Matteo Parma

(In copertina, Danieli del Molina)

 

Entrati nell’ultimo mese di “regular season”, ancora non si hanno verdetti certi, salvo la retrocessione del Monte di Malo: la squadra di Sella infatti, ultima a 9 punti, anche se dovesse superare il Breganze penultimo, non potrebbe comunque accedere ai Play-out in quanto il suo distacco dalla quintultima risulterebbe in ogni caso di 7 o più punti.

Per quanto riguarda i piani alti della Classifica, rispetto lo scorso anno,  in questo momento ci sono il doppio delle squadre che possono ancora lottare per il titolo: sono ben sei infatti le compagini raggruppate in sette punti, con Molina e Sanvitocatrenta le più accreditate per la vittoria finale. L’impressione è quella che si deciderà tutto proprio all’ultima giornata, quando gli scledensi andranno proprio a far visita all’attuale capolista.

Mister Carretta (Molina)

Nel recupero della 23^ giornata, gli uomini di Carretta si sono imposti con un 3-1 sul campo del Giavenale e hanno approfittato del pareggio tra Cogollo e Sanvitocatrenta, balzando da soli al comando a quota 53. Sono rimasti a secco entrambi i bomber Sy e Bertoncello, con le loro rispettive compagini che ora si ritrovano a -2 e -4 dai biancoblù; il Sanvitocatrenta deve però recuperare ancora la partita casalinga con il Valli, che si disputerà Mercoledì 11 aprile. Questa domenica le prime tre della classe affronteranno, da favorite, squadre a loro modo insidiose: il Molina andrà a Valli, trattasi di un ritorno a casa per mister Carretta che però non ha la minima intenzione di lasciarci giù punti, con la sua ex squadra ormai senza obiettivi. Gara molto più ostica invece per il Cogollo, che riceverà l’Azzurra Maglio, quarta forza del Campionato e che vorrà continuare a stupire; una vittoria aumenterebbe ulteriormente il morale della truppa di Dalle Carbonare, oltre alle loro chance di vittoria finale. Infine, il Sanvitocatrenta ospiterà la squadra più in forma, il Novoledo Villaverla, che dal 25 febbraio sta continuando a vincere; in ogni caso gli uomini di Franco partono nettamente favoriti, forti delle oltre trenta reti messe a segno della coppia Bertoncello-Cortiana.

Sy (Cogollo)

Bertoncello (Sanvitocatrenta)

L’altro terzetto è formato dalla già citata Azzurra Maglio, il Lakota ed il Malo. Tutte e tre hanno vinto nell’ultimo turno di Campionato e proveranno sino all’ultimo ad acciuffare i Play-off. I valdagnesi di Rinaldi stanno disputando un ottimo Campionato, con un (alto) rendimento costante e le ultime quattro saranno le partite della verità: tre scontri diretti e la gara interna con l’Isola rappresentano il banco di prova di un’intera stagione, finora disputata ad ottimi livelli. Lo stesso si può dire del Lakota, squadra che ha vissuto più di alti e bassi, dalle vittorie con Sanvitocatrenta e Malo alle sconfitte con Breganze e Novoledo, ma che si ritrova ancora nelle zone alte; la partita con uno Stoccareddo ormai salvo potrebbe creare problemi minori a Zolin e compagni, che devono provare a vincere se vogliono restare agganciati al treno che porta ai Play-off. Il Malo invece sta vivendo una stagione dalle due facce: se in Coppa sta esprimendo il meglio di sé, con la conquista della Finale del Trofeo Regione Veneto (contro l’Esedra Don Bosco l’11 aprile), lo stesso non si può dire del percorso in Campionato: troppi passi falsi per una squadra data tra le favorite ad inizio stagione, che non è mai riuscita ad avere una buona continuità, soprattutto in trasferta. Mercoledì prossimo, in caso di trionfo i nerostellati di Brazzale staccherebbero il pass per la Prima Categoria, e ciò consentirebbe loro di poter disputare le ultime tre giornate in assoluta tranquillità; prima però c’è il derby con il Monte: l’impegno è tutt’altro che proibitivo, ma Savio e compagni non possono permettersi ulteriori passi falsi per rimanere attaccati al gruppo.

Savio (Malo)

 

punti 27 28 29 30
Molina 53 Valli Lakota Stoccareddo Sanvitocatrenta
Cogollo 51 Azzurra Maglio Malo Giavenale Lugo
Sanvitocatrenta 49* Novoledo Thiene Azzurra Maglio Molina
Azzurra Maglio 47 Cogollo Isola Sanvitocatrenta Lakota
Lakota 46 Stoccareddo Molina Breganze Azzurra Maglio
Malo 46 Monte di Malo Cogollo Isola Valli
In neretto le gare in trasferta

*una gara in meno

 

Valli e Rozzampia si ritrovano al centro della classifica, e non hanno più nulla da chiedere al Campionato: i primi hanno ceduto il passo nelle ultime settimane, dopo una buona fase centrale culminata con il 4-0 esterno a Thiene; i biancorossi invece sono i grandi delusi dell’anno: dopo una campagna acquisti di primissimo livello, al termine della quale si pensava addirittura ad una promozione diretta in Prima, il Rozzampia non è mai riuscito ad imporsi, collezionando una lunga serie di pareggi (11) e prestazioni poco convincenti. Risultati che hanno portato all’addio di mister Zerbaro, con il successore Bozzetto che ha avuto un buon impatto sulla squadra, ma ormai era troppo tardi per cercare di rientrare in corsa per i Play-off.

Mister Bozzetto (Rozzampia)

L’altra delusa è senza dubbio lo Stoccareddo: nonostante il sempreverde Eder Baù, che ha già superato le 20 marcature stagionali, gli altopianesi sono calati drasticamente a partire da metà febbraio, finendo nella parte bassa della classifica; la salvezza comunque è ad un passo e, nonostante il calendario insidioso, non dovrebbero incappare in grossi rischi. Lo stesso vale per il Thiene, anch’egli vittima di una stagione travagliata ed iniziata nel peggiore dei modi: nelle prime cinque partite ha subito altrettante sconfitte e, nonostante la chiusura positiva del girone d’andata, la squadra ha perso pedine importanti (Polga e Rela) e poi anche l’allenatore Fabris (dimissionario). Alternanti poi i risultati del subentrante Ferraresso, l’ex Rino Toniolo che comunque sta per guidare i rossoneri verso la salvezza matematica. Un gradino più in basso c’è il Lugo, che ha alternato pesanti sconfitte a prestazioni di carattere, che gli sono valse sin qui 30 punti; non male per una neo-promossa, che al ritorno in Seconda sta per centrare l’obiettivo di inizio anno.

Eder Baù (Stoccareddo)

Eder Baù (Stoccareddo)

Entriamo ora nella zona bollente della Classifica. A quota 28 c’è l’Isola Castelnovo, da febbraio in caduta libera e che la scorsa settimana ha perso lo scontro diretto con il Novoledo Villaverla; la situazione è preoccupante e i ragazzi di Cattani devono cercare assolutamente di invertire la rotta già questa Domenica, quando riceveranno a domicilio il Thiene. A tre punti di distanza seguono proprio i rossoverdi del Novoledo, vera e propria rivelazione del mese di marzo: dal momento in cui la squadra è stata affidata a Zanini, dopo le dimissioni di Lorenzo Mariga, Costa e compagni hanno cambiato completamente volto e, grazie al punteggio pieno nelle ultime cinque, si sono risollevati in Classifica ed ora pensano pure alla salvezza diretta, cosa che solo un mese fa sembrava una possibilità più che remota. Il prossimo impegno a San Vito è proibitivo sulla carta, ma mai dire mai con una squadra che ha saputo già battere Malo e Lakota. Attualmente sarebbe il Giavenale l’avversaria del Novoledo allo spareggio per non retrocedere: gli uomini di Terragin infatti hanno vanificato nell’ultimo periodo quando di buono fatto in precedenza, rimediando inoltre un’eccessiva quantità di squalifiche che hanno compromesso gli ultimi deludenti risultati. Il Breganze infine a quota 18, in questo momento sarebbe retrocesso in virtù dei dieci punti di distacco dalla quintultima Isola; i giovani bianconeri sono chiamati a quattro grandi prove per cercare di mantenere la categoria, e le prossime gare con Rozzampia e Valli sono occasioni che non possono di certo fallire.

 

punti 27 28 29 30
Thiene 32 Isola Castelnovo Sanvitocatrenta Novoledo Stoccareddo
Stoccareddo 32 Lakota Novoledo Molina Thiene
Lugo 30 Giavenale Rozzampia Valli Cogollo
Isola Castelnovo 28 Thiene Azzurra Maglio Malo Breganze
Novoledo 25 Sanvitocatrenta Stoccareddo Thiene Monte di Malo
Giavenale 23 Lugo Monte di Malo Cogollo Rozzampia
Breganze  18  Rozzampia  Valli Lakota  Isola Castelnovo
In neretto le gare in trasferta

 

Matteo Parma

Sull'Autore

Matteo Parma