Prima Categoria

Castel d’Azzano fa l’osso duro, ma il Real San Zeno alla fine rosicchia i tre punti

Scritto da Federico Formisano

Real San Zeno – Castel d’Azzano 1-0

 

Real S. Zeno Arzignano: Priante, Peron, Simionato, Mantovani, La Bella, Dalla Bona (Dal Maso dal 76’), Faccin L. (Donadello dal 90’), Zoccante, Bergozza (Belluzzi dal 41’), Vallarsa (Ferraro dal 70’), Onyejiaka  (Romellini dal 82’). Allenatore  Vinoli.

Castel d’Azzano: Gobbetti, Valentin (Chieppe dal 66’), Finezzo (Funwi dal 73’), Fenzi (Goncalves dal 46’), Sabbioni, Personi, Perbellini (Busatta dal 68’), Igbinedioni, Filipovic, Diniz Zanini, Bodini. Allenatore Marafioti

Arbitro: Miglioranza di Schio.

Servizio della redazione

Seconda vittoria in campionato per i ragazzi di mister Vinoli, conquistata con il cuore più che attraverso il gioco. La partita infatti è corsa via su ritmi bassi e senza giocate tecniche degne della categoria. I veronesi dal canto loro avrebbero sicuramente meritato di più, e se non porti a casa nemmeno un punto in giornate come questa, i segnali non sono davvero incoraggianti per il proseguo della stagione.
Veniamo alla cronaca: pronti via e il Real si riversa nella metà campo ospite, collezionando ben 6 corner nel giro di pochi minuti. Il casteldazzano appare frastornato ed impaurito e fatica a costruire un’azione degna di nota nel primo quarto d’ora, ma col passare dei minuti, complice l’incosistenza offensiva del San Zeno, prendono coraggio e al 20’, su palla persa in disimpegno da La Bella, Filipovic si presenta solo davanti a Priante e batte a rete di interno sinistro cogliendo il palo pieno. L’occasione non squote i locali, che inisistono con un gioco lento e prevedibile; è quindi ancora lo scatenato Filipovic a infondere adrenalina nei numerosi tifosi di oggi al Dal Molin: si invola sulla sinistra e crossa teso, l’accorrente Mantovani nel tentativo di liberare centra in pieno la traversa.
Al minuto 40’ l’episodio che scuote i ragazzi di Arzignano: Bergozza nel tentativo di arpionare un pallone a metà campo si accascia al suolo.  Al suo posto Vinoli fa subito entrare Belluzzi. Per il capitano si teme un lungo stop. Passano 2 minuti e il Real trova il vantaggio: Vallarsa salta l’uomo a metà campo e gira a memoria su Faccin, che salta il portiere, rientra e batte a rete per l’1-0; si tratta del primo gol in campionato per il classe 97’.

Luca Faccin

Si va a riposo senza ulteriori sussulti.
La ripresa inizia con un Casteldazzano volitivo, che si fa pericolo con un paio di calci piazzati che finiscono a fil di palo con il solito pericolo pubblico Filipovic a insidiare la porta di Priante. Il Real dal canto suo capisce che in velocità può far male, e sfiora il 2-0 prima con un colpo di testa di Onyejiaka e poi con un tocco di poco alto del neo entrato Romellini.
A nulla valgono gli assalti finali degli sfortunati veronesi, che rimangono al palo a quota 1 in classifica. Real San Zeno che sale a 9, buon viatico in vista dello scontro vicentino di domenica con la capolista Sovizzo.

 

Sull'Autore

Federico Formisano