Edicola EVIDENZA

L’edicola della Domenica: Beggio al La Rocca? non resta Brazzale a Dueville !

Scritto da Federico Formisano

Ad inizio mese i positivi in Italia superavano i 100.000 oggi siamo a 70.000 con 122.000 guariti. La strada è in discesa e possiamo ipotizzare che entro la fine del mese potremmo vedere uno scenario finalmente positivo. Ieri abbiamo seguito in Tv non senza un certo distacco le gare del campionato tedesco, giocate in questi Stadi vuoti, con i giocatori in panchina mascherati e con gli abbracci contingentati. Tra poco possiamo immaginare anche Ronaldo e Lukako di nuovo in campo (se finalmente tornerà la pace fra governo, federazione, lega e associazione calciatori), ma soprattutto abbiamo forte la sensazione che anche il mondo dei dilettanti sia in movimento. La settimana che si apre sarà decisiva con due incontri già fissati (mercoledì il Consiglio Federale e venerdì l’assemblea di Lega Dilettanti). Si arriverà finalmente ad una decisione definitiva sul campionato 2019/20 e si metteranno le basi per la ripartenza della nuova stagione. La nostra sensazione è che la volontà di ripartire (da agosto) è grande. Tra allarmi preoccupati e una gran voglia di scendere in campo, le società si attrezzano. Abbiamo un riepilogo con 80 squadre che hanno già fatto i primi passi o li stanno abbozzando e anche oggi vi comunichiamo notizie da varie località della provincia. Insomma noi siamo fiduciosi: non come lo eravamo tre mesi fa quando speravamo addirittura nella ripartenza di questa stagione. Ma nel futuro. E la voglia di tirare fuori la macchina fotografica dalla custodia crediamo sia pari a quella di prepararsi la borsa da calcio.  Arrivederci a presto !!! (ff)

Haaland festeggiato a distanza

Le notizie pubblicate ieri sul nostro sito:

http://www.calciovicentino.it/2020/05/16/ledicola-del-sabato-diventa-un-caso-larrivo-di-pastore-al-san-lazzaro-castelbaldo-e-albaronco-fusione-in-vista/  21 diverse notizie da tutta la provincia (i possibili arrivi delle Alte, la prudenza dell’Arzignano, l’intervento di Genovese sulla questione Pastore, a Barbarano parte una terza categoria, la possibile fusione fra Albaronco e Castelbaldo, la smentita della Junior Monticello, le conferme a Fontaniva e Santa Croce e quelle probabili di Thiene, le presenze del Real Stroppari, ecc. )

http://www.calciovicentino.it/2020/05/16/le-notizie-del-pomeriggio-destro-a-cassola-e-non-solo/ Le foto di mister Destro a Cassola. E poi Castelbaldo, Schio, Vicenza, Zanè, ecc. .

http://www.calciovicentino.it/2020/05/16/giovanni-maimone-ci-parla-del-valdagno-e-inoltre-i-dati-sulla-squadra-e-lalmanacco/  Giovanni Maimone ci parla del Valdagno con i dati relativi alla squadra, e l’Almanacco.

A

 

Aic: il vicepresidente dell’Associazione Italiana Calciatori Umberto Calcagno ha dichiarato Nel consiglio federale che ci attende saremo chiamati a prendere importanti decisioni tra le quali non ci sarà il blocco della Lega Pro, perché possiamo prendere tempo e capire come evolverà la situazione, visto che Serie B  e C non hanno limiti di chiusura tornei come la A e possono andare oltre il 3 agosto. Certe decisione comunque andranno prese, e non si potrà in questo senso non considerare l’aspetto sportivo di due terzi del campionato cercando di dare le risposte più giuste, anche se probabilmente non andranno bene a tutti”.

 

Almanacco: Continuiamo la pubblicazione delle pagine dell’Almanacco come immagini ridotte.  Queste sono le pagine dedicate al Valdagno

Bollettino Coronavirus: Continua il trend generale in discesa dei nuovi positivi. In calo il numero delle persone ricoverate in terapia intensiva e dei decessi. L’incremento dei nuovi positivi è pari a 875. Complessivamente i casi dall’inizio dell’emergenza sono 224.760, così divisi: 122.810 guariti  70.187 attualmente positivi   31.763 deceduti Tra gli attualmente positivi: 59.012 sono in isolamento domiciliare 10.400 ricoverati con sintomi 775 in terapia intensiva.

Venerdì 15 positivi. Ieri 4 nuovi casi: tre nell’Ulss 8 su 659 tamponi, uno solo nell’Ulss 7 su 734 test. L’epidemia va ora così a piccoli passi, con qualche improvviso colpo di coda e con un immediato ritorno al docile trend di un morbo che ha comunque perso vigoria e non infuria più come nell’ora più buia delle due tragiche settimane tra la fine di marzo e metà aprile. Va così da una settimana. Il 7 maggio undici positivi, l’8 sei casi. Il 9 maggio diciannove positivi, il 10 sei casi. Il 12 maggio sedici positivi, il 13 sei casi. Il 15 maggio quindici positivi, il 16 appunto quattro casi. Qualche giornata da contagi zero e poi di nuovo la conta riprende. Bruschi risvegli e precipitose sonnolenze. Come se il mostro volesse far sapere che sì, non dimostra forse la violenza di prima, si nasconde, ma resta sempre in mezzo a noi e può tornare a lanciare le sue lingue di fuoco come e quando vuole, a contagiare, ad uccidere come ha fatto anche nel Vicentino con una scia di morte che si allunga. Finora 293 le vittime, nella maggior parte anziani e grandi anziani già malati di qualche altra patologia (Dal Giornale di Vicenza)

C

Castelbaldo: Ci scrive Gianluca Biasio D.S. CastelbaldoMasi previa autorizzazione del mio Presidente Sig. Michele Ottoboni . La notizia pubblicata e’ assolutamente priva di fondamento e non corrisponde a verita’ . Ad oggi il mio Presidente e’ concentrato sulle vere problematiche causate dalla Pandemia . In questo monento il suo pensiero e’ rivolto alla sua attivita’ commerciale e soprattutto alla tutela dei suoi dipendenti . Il Calcio viene dopo , molto dopo .

il presidente Ottoboni con Peotta

Non vengono prese in esame le numerose offerte riguardo l’acquisizione del nostro titolo . In tutta sincerita’ non siamo cosi bisognosi di vendere o svendere il titolo e ci dispiace molto leggere certe notizie . Siamo in attesa di conoscere la decisone della Federazione per quanto concerne il futuro del campionato , fiduciosi  sul fatto che vengano prese decisioni che tengano conto degli sforzi profusi dalla  nostra Societa’ durante questi anni . Ribadisco che non siamo una Societa’ allo sbando ma bensi’ una Societa’ in grado di pianificare in tutta serenita’ il prosieguo dell’attivita’ agonistica post Coronavirus .

Catania: La Procura della Repubblica ha presentato presso il Tribunale di Catania una istanza di fallimento nei confronti del club calcistico rossoazzurro. Secondo quanto riportato da catanista.eu la Procura avrebbe percepito una situazione di insolvenza e la società sarebbe venuta meno al proposito di ricapitalizzazione. E’ stata quindi richiesta la rimozione degli attuali amministratori del club e la nomina di un amministratore giudiziario. Finaria, la società che controlla il club siciliano, adesso avrebbe sette giorni di tempo per dimostrare al Tribunale di essere “in regola”

Cercasi: Società del basso vicentino cerca allenatori per il settore giovanile ed in particolare per la Scuola Calcio. Se interessati inviare mail a oolorab@gmail.com

D

Dueville: La società Dueville Calcio, nella persona del direttore sportivo Giuseppe Pozzato comunica la cessazione del rapporto di collaborazione con l’allenatore Renato Brazzale e il vice  Angelo Fabbris. Le parti, nonostante la  grande stima reciproca maturata durante questa stagione sportiva, hanno congiuntamente deciso di intraprendere percorsi diversi. Il Dueville Calcio esprime sentiti ringraziamenti al mister e vice per l’importante lavoro svolto e si riserva a breve di comunicare il nominativo del suo successore.

Brazzale SAN VITO

Brazzale

F

Torna Fuorigioco: Domani alle 17.30 su Tva Vicenza, torna Fuorigioco con ospiti in collegamento Alessandro Ferronato, Mirco Bagnara e Patrik Pitton.  Questo il video promo della trasmissione https://www.facebook.com/LPNetwork/videos/vb.461767647220200/678174786249768/?type=2&theater

L

La Rocca Altavilla:  Potrebbe essere Paolo Beggio il tecnico  che sostituisce mister Luca Cortellazzi sulla panchina del La Rocca Altavilla.  Ma al momento sull’ipotesi frena sia il presidente Verlato che lo stesso allenatore. Per Verlato: “ ci sono stati dei contatti con lui come con altri, appena possibile vi farò sapere”.  Mister Beggio invece è più preoccupato dalla sua attività ( ha un negozio di abbigliamento a Brendola) “riapro domani dopo due mesi devastanti, in questo momento la priorità è al lavoro. E poi sono legato alla Belfiorese e devo sentire loro. Certo non nascondo che se ci fosse la possibilità di avvicinarmi a casa, visto il periodo, la prenderò al volo”.

 Beggio con Dall’Amico

Certo che se così fosse Beggio tornerebbe a sedersi su una panchina con cui ha ottenuto importanti successi quando la squadra si chiamava ancora MM Sarego. L’ex mister di Schio ed Arzignano era stato a Sarego per tre stagioni raccogliendo importanti soddisfazioni che avevano rappresentato il viatico per il successo cammino vittorioso con l’Arzignano. Sulla panchina della Belfiorese Beggio ha disputato l’ultima stagione in Eccellenza ed è attualmente in decima posizione con 25 punti sopra la zona play-out.

S

Siena: Due mesi dopo la scadenza del 16 marzo e i mancati pagamenti degli stipendi di gennaio e febbraio, in casa Robur Siena non c’è ancora chiarezza sul futuro. Nonostante il comunicato del club, che rassicurava i tesserati circa il mantenimento degli impegni, i calciatori non hanno ancora ricevuto gli emolumenti dovuti e, come riporta Sienaclubfedelissimi.it, sarebbero pronti a mettere in mora la società già dall’inizio della prossima settimana.

Sossano : Il ds Mussolin prende atto del saluto di mister Lucatello ma dice di non poter comunicare il nome del nuovo allenatore. A Sossano e nel basso vicentino lo sanno anche i sassi che il nuovo mister sarà Davide Pialli che ha chiuso la sua esperienza in terra veronese al Boca Junior dopo aver guidato per due anni con buoni risultati la Spes Poiana.  

Spes Poiana: gira un nome nuovo per la panchina della Spes Poiana: è quello di Gianni Cappellacci ex allenatore dell’Atheste e della Solesinese che sarebbe destinato a rilevare Andrea Pasianotto. Ma il ds  Corrado Perseghin chiede di portare pazienza: quella che si apre è una settimana decisiva per la società che affronta anche un possibile cambio di vertici societari. E anche la scelta del mister potrebbe rientrare in questo clima di novità: staremo a vedere.

V

Vicenza: fronte comune in consiglio federale, si o no ?  Il futuro del calcio italiano e del Vicenza è nelle mani di 21 persone. La prossima riunione del Consiglio della Federcalcio si annuncia come una delle più complicate e importanti nella storia del pallone italiano: mercoledì 20 maggio (ammesso e non concesso che la data ormai ovunque ribadita sia certificata da un’effettiva convocazione ufficiale) le varie componenti del sistema-calcio si confronteranno per definire l’orizzonte di campionati, classifiche, promozioni, retrocessioni, organici per la prossima stagione, ponendo fine a settimane di incertezze, dubbi, supposizioni e schermaglie a distanza. Nell’articolo di Francesco Guiotto sul Giornale di Vicenza c’è anche l’esatta composizione (con la Lega di A, 3 componenti, quella di B, uno solo, la Lega Pro, tre, i dilettanti, 6 rappresentanti, il sindacato calciatori, 4 esponenti e infine gli arbitri con il presidente Nicchi). Che cosa ci si può attendere dalle votazioni del prossimo Consiglio federale per i temi che interesseranno direttamente il Vicenza? Vagliando le posizioni già espresse ufficialmente (vedi l’assemblea di Lega Pro) o rese note tramite dichiarazioni ai media, sembra ampio e compatto il fronte che chiederà lo stop definitivo dei campionati, almeno dalla Serie C in giù: al 17% (peso della Lega Pro) dovrebbero sommarsi quanto meno i Dilettanti (34%) e l’Aic (20%), raggiungendo così un 71% che sarebbe sufficiente anche per una votazione a maggioranza qualificata. Peraltro, tra i Dilettanti pare si stia affermando una linea identica a quella definita dalla Lega Pro: contestualmente allo stop dei tornei, per le varie categorie dilettantistiche si intende chiedere la promozione delle prime in classifica e il blocco delle retrocessioni. Se in effetti Lega Pro e Dilettanti facessero fronte comune anche su questo aspetto, già da sole arriverebbero a sommare una quota del 51%, base molto importante per andare “a caccia” di ulteriori consensi in Consiglio. Numeri alla mano, il Vicenza può attendere con fiducia. (Dal Giornale di Vicenza)  Certo che come si legge nelle dichiarazioni dell’Avvocato Calcagno vicepresidente dell’Aic sembra tutt’altro che scontato che l’Aic si pronunci a favore della sospensione dei campionati. E la serie D che fa parte della lega Dilettanti non appare così disposta ad appoggiare la Lega Pro sopratutto dopo l’inopportuno fuga in avanti di Ghirelli e c. Quindi il fronte comune ipotizzato da Guiotto appare al momento solo una delle ipotesi in campo.

 


Recapiti del sito:info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

Sull'Autore

Federico Formisano