EVIDENZA

I risultati delle amichevoli della domenica

Scritto da Federico Formisano

Monteviale – Schio 1-5  Andreetto, Primucci, Benvegnù (3) per lo Schio Zangara per il Monteviale  (giocata ieri)

Andreetto contrastato

Junior Monticello-Summania 1-1  Dal Lago (JM)
Marola – Maddalene 1-2 Per il Maddalene Rosario e Bedin
Pozzonovo – Trento 0-3  Ferri Marini (2 il secondo su rigore), Osuji
Triangolare di Asiago con 7 Comuni, Bassano e Luparense

La prima sfida del triangolare di Asiago vede la vittoria per i  giallorossi del Bassano che hanno sconfitto i padroni di casa del 7 Comuni per 3-1. Reti di: Equizi, Guccione e Tescaro per il  Bassano e da Matteo Baù per l’Asiago.
Nella seconda gara il 7 Comuni pareggia 1-1  con la Luparense che vince ai calci di rigore
Nella terza gara la Luparense ed il Bassano  pareggiano 1 a 1  (Xamin per il Bassano). Ai Rigori finali vince la Luparense che s’impone nel triangolare davanti al Bassano.

Coppa Italia Calcio femminile:

Vicenza Brescia 1-1

Vicenza: Bianchi, Bauce (67’ Frighetto), Maddalena (67’ Basso), Missiaggia (C), Gobbato, Kastrati, Dal Bianco, Balestro, Piovani (72’ Lazzari), Larocca ( 72’ Carino), Catuzzo A disposizione: Dalla Via, Yeboaa, Bonzi All. Dori
Brescia:Gilardi, Verzeletti (78’ Parsani)i, Massussi (57’ Farina), Ghisi, Locatelli, Brayda (70’ Lazzari), Barcella, Galbiati, Pasquali (57’ Merli L.), Assoni (70’ Ronca), Merli C. A disposizione: Maleddu, Martino, Previtali, Viscardi All. Bragantini

Arbitro: Aldi di Finale Emilia

FIniscono i sogni del Vicenza in Coppa Italia. Dopo il 3 a 0 decretato a tavolino, il passaggio del turno si presentava come una sfida impossibile, anche a causa delle numerose defezioni. Una gara di grande carattere per le Biancorosse. Nonostante  il gran numero di giovanissime in campo, riesce comunque a vedersela con il Brescia, per questa partita anch’esso ringiovanito. Un Vicenza che soffre un po’ nella prima parte del primo tempo, riuscendo comunque a creare occasioni, e a finalizzare al 33’. Da lì in poi è una continuo crescere, e le ragazze vanno vicine al raddoppio. Nel secondo tempo il Brescia trova il pareggio nei minuti iniziali, e poi la partita si fa sempre più serrata, con Biancorosse che non riescono ad incidere. Nonostante l’avvio sia prevalentemente di marca bresciana, la prima emozione è biancorossa: al 7’ Maddalena batte una punizione dalla trequarti sinistra, il pallone viene spizzicato al centro ed arriva a Dal Bianco, appostata nel margine destro dell’area: il suo tiro da pochi metri viene murato dalla difesa. Sugli sviluppi, un altro pallone lungo arriva dalle parti di Missiaggia, che conclude in acrobazia: il pallone è non di troppo alto alto. Un minuto dopo una ripartenza del Vicenza: il pallone arriva a Piovani, che riesce a scartare il portiere ma si allunga troppo il pallone, vanificando l’azione. Altra bella azione al 15’, quando Kastrati riceve il pallone da Gobbato, si sposta verso il centro e tira: la deviazione della difesa indirizza il pallone dalle parti del portiere, che riesce ad anticipare Bauce in agguato.Al 21’ Brayda, su lungo cross, è brava ad anticipare di testa Bianchi: il pallone si alza e si allontana. Al 24’ Brescia vicinissimo al vantaggio: pallone messo al centro da Brayda che va a trovare il tocco di Pasquali, con il pallone si alza e carambola sulla traversa, per poi finire fuori.

Al 26’ Bauce scarta due avversarie, si accentra e prova il tiro dalla distanza: troppo debole per impensierire il portiere. Al 30’ Brayda imbocca Assoni in contropiede, che si trova a tu per tu con Balestro, ed una prateria davanti: è bravissima Francesca a stoppare la 17 del Brescia. Al 32 Pasquali si trova a tu per tu con Bianchi: il suo diagonale è fuori di pochissimo Un minuto dopo arriva il gol: Dal Bianco sulla sinistra carica il tiro, che va a stamparsi sull’incrocio dei pali: il pallone rimpalla in area, ed è lesta Cattuzzo ad approfittarne e battere Gilardi.

Il Vicenza acquista fiducia e attacca sempre di più: azione fenomenale di Piovani al 37’, parte, scarta un’avversaria e dal limite esplode un tiro preciso e potente, che esce di pochissimo

Al 40’ Kastrati ruba il pallone ad un difensore, avanza e tira: Gilardi si allunga ed afferra. Al 44’ Pasquali fa partire un siluro diretto verso l’angolino sinistro. Bianchi si stende e la tira fuori; un minuto dopo ci prova Brayda ad entrare in area, ma la difesa la blocca.

Al 56’ il pareggio del Brescia: la solita Pasquali si accentra, e di sinistro si inventa una parabola che si infila all’incrocio dei pali. Al 62’ Farina dalla destra tenta un tiro a giro di sinistro, fuori di pochissimo. È il Brescia a fare la partita: al 67’ Luana Merli si trova davanti a Bianchi, ma spara alto.

Alla mezz’ora bello scambio Kastrati Bassi, con quest’ultima che viene a trovarsi a tu per tu col portiere, ma viene fermata in fuorigioco. Il Vicenza tenta di reagire: al 37’ sugli sviluppi di un corner, Kastrati si coordina e da terra esplode un bel tiro, ribattuto dalla difesa; qualche istante dopo, il pallone arriva a Basso, davanti a Gilardi, ma l’arbitro fischia il fuorigioco. Non succede più nulla, e la partita va lentamente ad esaurirsi con le squadre che combattono prevalentemente a centrocampo.

 

il gol di Cattuzzo

 

Sull'Autore

Federico Formisano