interviste

La serata con il Bassano: Magi e Seeber parlano di tutto

Scritto da Federico Formisano

Ieri sera a Romano d’Ezzelino c’è stata l’inaugurazione della nuova Sede della concessionaria dell’Autovega. Il momento clou della serata che ha vinto una buona partecipazione è stato lo speech ( la chiacchierata) che ha visto coinvolti Federico Formisano nella inedita veste di animatore della serata, il Dr Carlo Bonetti, proprietario dell’Auto Vega, Werner Seeber direttore generale e Giuseppe Magi, allenatore del Bassano.

Seeber, Formisano, Magi e Bonetti

Dopo alcune battute con Carlo Bonetti sulle motivazioni della nascita del nuovo punto vendita Autovega che va ad affiancare quelli di Arzignano, Vicenza e Zanè, Formisano ha presentato Seeber e Magi ed ha iniziato a porre a loro una serie di domande.  Passiamo la parola dunque a Federico per riferire della chiacchierata amichevole.

“Mister Magi appare subito disponibile. Un bel sorriso e grandi sensibilità a fornire le risposte richieste. Si scusa subito con i tifosi presenti per non essere venuto accompagnato da qualche giocatore ma stasera si gioca la partita con il Padova e pur non andando in ritiro ha ritenuto opportuno che i giocatori potessero rimanere tranquilli nella serata precedente la gara. Eccoci allora pronti alle domande.

Bassano è terzo in classifica alle spalle di Pordenone e Sambenedettese E’ soddisfatto del cammino fatto dalla squadra o pensa che la sua squadra possa ancora crescere?

Personalmente pretendo molto e quindi penso che abbiamo ancora spazio per migliorare soprattutto nella gestione delle gare. Comunque non posso non sottolineare come la squadra abbia ottenuto otto risultati utili consecutivi.

Domenica scorsa dopo la gara con la Triestina lei ha avuto un duro sfogo contestando i contestatori. Vuole aggiungere qualcosa alle parole dette in quell’occasione?

Ribadisco semplicemente che questa squadra merita rispetto e quando ad inizio stagione si espongono scritte del tipo “Insieme si vince”, poi bisogna essere conseguenti e non criticare la squadra alle prime difficoltà.

Lo slogan a cui ha fatto riferimento Magi

Domani sera all’Euganeo avrete lo scontro con il Padova. Voi venite da due pareggi, i biancoscudati da una sconfitta esterna che ha fermato un periodo di crescita . Come ha preparato questa partita?

Nessun atteggiamento particolare; andremo in campo per fare la nostra partita consapevoli di affrontare una squadra che punta alla vittoria del campionato.

Il 10 dicembre infine arriva a Bassano il Vicenza. E’ una gara come le altre o pensa che abbia un particolare fascino giocare contro la formazione del capoluogo di provincia?

Per fortuna la gara è ancora lontana. Ma credo che non sarà un problema quello di caricare i giocatori per questa partita perché loro sono i primi a rendersi conto di giocare una gara sicuramente stimolante.  Quindi caso mai bisognerà lavorare perché non siano troppo carichi.  Piuttosto il problema è quando si deve giocare con squadre che nel momento in cui le affrontiamo sono di bassa classifica e che nei giocatori subentra la sensazione di avere vita facile. In quei casi il nostro lavoro diventa importante per non fare scemare la concentrazione.

Interviene anche Seeber per confermare che la gara viene giocata per la prima volta in campionato mentre c’è un precedente di Coppa (in una gara giocata a Vicenza)  e il Bassano vinse 1-0..

Capitan Bizzotto ha ammesso di aver fatto una sciocchezza facendosi espellere alla fine di una gara vinta. Intendete prendere dei provvedimenti nei confronti del capitano?  

Nello spogliatoio ci sono regole che i giocatori conoscono bene. Per due volte (tante quanto sono state le giornate di squalifica) il giocatore ha portato le paste nello spogliatoio.

Siamo passati subito dopo ad alcune domande botta e risposta con Werner Seeber, direttore generale del Bassano?

Il caso Modena: si può pensare che la presenza in campionato di una squadra decotta possa rappresentare un problema rispetto alla regolarità del campionato?

Finora il Modena non ha fatto un solo punto e quindi anche nel caso di un eventuale ritiro dal campionato questo non inciderebbe sulla classifica delle altre squadre. Speriamo che la nuova dirigenza sia in grado di risolvere soprattutto la questione dello Stadio e che il campionato non subisca ulteriori conseguenze.

Il  bacino di pubblico su cui Bassano può contare può rappresentare un problema per un eventuale passaggio del Bassano in serie B ?

 Il Bassano è una delle squadre di C che ha avuto la maggior crescita alle presenze allo Stadio con oltre il 100% in più e quindi dobbiamo lavorare per far crescere ulteriormente il numero di spettatori.   

Il settore giovanile del Bassano è invidiato da molte società del veneto ed ogni anno vengono sfornati giovani per le formazioni di A e di B. A che cosa è dovuto tutto questo?

La società ha fatto una scelta precisa e ha investito molto nel vivaio con risultati molto soddisfacenti. Ovviamente bisogna sempre affrontare problemi legati soprattutto alle strutture ma per il momento guardiamo avanti con ottimismo.

Avevamo altre domande pronte da fare sia a Magi che a Seeber, ma le esigenze organizzative e l’arrivo di un ottimo risotto ci hanno obbligato a rimandare ad altre occasioni le risposte ai quesiti sullo Stadio, sui palchetti, sul campionato spalmato con molti anticipi e posticipi.

Sarà dunque per la prossima occasione.

 

Sull'Autore

Federico Formisano