EVIDENZA

News del pomeriggio: la Figc mette un tacon che xe peso del sbrego…

Scritto da Federico Formisano

A

Arzignano:  A questo link le dichiarazioni di Bianchini dopo la vittoria di Belluno  https://www.facebook.com/watch/?v=734861407233010&notif_id=1614183739698134&notif_t=watch_follower_video&ref=notif

Assemblea Federale Elettiva del 22 febbraio 2021 In occasione dell’Assemblea Federale Elettiva svoltasi il 22 febbraio 2021 risulta eletto, come Consigliere Federale, tra gli altri, in rappresentanza della Lega Nazionale Dilettanti: Florio Zanon (Area Nord). A Florio vanno le più sincere congratulazioni da parte del Comitato Regionale Veneto e delle società affiliate per il prestigioso incarico nella certezza che saprà operare sempre nell’interesse di tutte le società che svolgono la loro attività nel mondo dilettantistico e giovanile

 

B

Bollettino Covid: oltre 100.000 vaccini      Attualmente positivi: 389.433 (+1485)  Deceduti: 96.666 (+318) Dimessi/Guariti: 2.347.866 (+14.599) Ricoverati: 20.374 (-67) di cui in Terapia Intensiva: 2.157 (+11) Tamponi: 38.873.708 (+340.247) Totale casi: 2.848.564 (+16.424) Vaccini somministrati fino alle 17 di oggi in Italia: 3.754.463 Di cui prime dosi: 2.408.624 Di cui seconde dosi: 1.345.839 Variazione dosi totali rispetto alle 17 di ieri: +106.812 Media settimanale delle somministrazioni giornaliere: 86.803

Sale la percentuale dei positivi ( 4,8 tamponi positivi ogni 100 effettuati) Tornano a scendere i ricoveri ma non  le terapie intensive. Il Veneto scende a 895  casi, davanti a tutte le regioni c’è la Lombardia con 3310 casi : Il Veneto è preceduto anche dalla Campania, dal Piemonte, dalla Puglia e dall’Emilia Romagna.

C

Coni: In relazione alle numerose richieste e sollecitazioni pervenute al Comitato Olimpico Nazionale da parte di società e tesserati interessati al Campionato di Eccellenza del calcio, il CONI precisa che ai sensi del DPCM vigente, gli eventi e le competizioni riconosciuti di interesse nazionale sono tutti gli eventi e le competizioni ricompresi nell’arco temporale dello stato di emergenza prorogato sino al 15 aprile 2021 – programmati e fissati con sufficiente anticipo nei calendari agonistici, con date e luoghi certi, individuati dalle Federazioni Sportive Nazionale, dalle Discipline Sportive Associate, dagli Enti di Promozione Sportiva ovvero dagli Organismi Sportivi Internazionali. Pertanto nessuna decisione sul Campionato di Eccellenza può essere attribuita al CONI che si limita a recepire quanto deciso e trasmesso dalle singole Federazioni Sportive Nazionali, quindi nel caso in questione dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio.

F

Federazione: La Federcalcio conferma di aver inviato formale richiesta al CONI al fine di condividere la ‘preminenza di interesse nazionale’ per il Campionato di Eccellenza, con l’obiettivo di far ripartire l’attività agonistica. Ciò in virtù del fatto che, come evidenziato da una specifica richiesta del Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti, suddetto campionato ha diretti collegamenti con il Campionato Interregionale e prevede le fasi finali nazionali.

In attesa della necessaria autorizzazione da parte delle autorità di Governo, le modalità dell’eventuale ripresa saranno discusse nel prossimo Consiglio Federale, che sarà convocato nei primi giorni di marzo.

Il prossimo Consiglio del Coni è convocato per il 16 marzo, quindi ben difficilmente prima di quella data sarà possibile rimediare alla mancanza fatta.

L

Lnd: Per fornire riscontro alle numerose interpellanze pervenute, si rende noto che in data 8 febbraio il Presidente della LND informava puntualmente la FIGC in merito alle determinazioni assunte dal Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti in ordine al prosieguo della stagione sportiva 2020 / 2021. Appreso che il Consiglio Nazionale del CONI nulla ha deliberato in merito alla classificazione di “preminente interesse nazionale” dei Campionati Regionali maschili e femminili di Eccellenza (calcio a 11) e ai Campionati Regionali maschili e femminili di serie C e C1 di calcio a 5, la LND, in data 23 febbraio, ha rappresentato alla FIGC l’urgenza di acquisire riscontro in merito a quanto sopra esposto.

E’ stato questo un periodo istituzionalmente impegnativo dovuto alle fasi elettorali che si è concluso lunedì 22 febbraio.Nella richiesta del 8 febbraio, la LND faceva riferimento alla situazione di grande difficoltà economica che stanno attraversando le società sportive dilettantistiche invitando quindi all’adozione di un protocollo sanitario per tale attività che possa garantire, come sempre asserito,la tutela sanitaria, norme regolamentari e la sostenibilità economica per i test previsti. Considerato il numero delle società interessate, pare evidente l’impegno economico richiesto alla FIGC, che dovrà essere sottoposto alla valutazione del nuovo Consiglio Federale

E’ un comunicato abbastanza criptico: la Lega Dilettanti ha informato la Figc ma la il Coni non è stato raggiunto da alcuna comunicazione: allora dire chiaramente che la responsabilità è della Federazione che non ha dato riscontro alla comunicazione della lega, sembrava politicamente scorretto ??

M

Mercato Dilettanti: La Federazione Italiana Giuoco Calcio, su istanza della Lega Nazionale Dilettanti, con il Comunicato Ufficiale N. 171/A pubblicato oggi, e integralemte riportato dalla stessa LND su proprio Comunicato Ufficiale N. 206, ha deliberato il differimento dei termini dei tesseramenti e dei trasferimenti di calciatori e calciatrici sino al 31 marzo 2021. Tali termini sono stati ulteriormente differiti in ragione dalle mutate esigenze di programmazione dei Campionati dilettantistici, conseguenti alla sospensione temporanea dei medesimi Campionati prevista dalle disposizioni governative in materia di misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID 19.

E’ un altra cavolata: il campionato di D già irregolare di suo con squadre che hanno otto gare da recuperare, viaggia  in perenne campagna acquisti e le squadre possono cambiare forma da una settimana all’altra.

S

San Vitale: SportMontecchio pubblica l’intervista al Capitano del San Vitale, Lorenzo Mettifogo.

“Sono capitano da sempre e lo sono stato in tutte le categorie che ho fatto. Adesso che ho 30 anni e che abbiamo una squadra piena di giovani il ruolo di capitano è fondamentale per dare l’esempio e per contribuire a fare gruppo.
Un gruppo che a San Vitale è una seconda famiglia che mi manca molto dopo tutti questi mesi di stop. La situazione generata dal covid è davvero problematica in tutti i settori.
Lo sport a livello giovanile ha anche una funzione sociale e formativa. Per quanto mi riguarda il calcio era anche uno sfogo dopo il lavoro. Adesso è invece lavoro, casa, lavoro, casa… L’unico modo di evadere un po’ da questa prigione è fare una camminata nel weekend…
Per quanto riguarda il settore giovanile la società ha deciso di non interrompere tutto mantenendo un allenamento alla settimana. Per noi grandi questo non aveva senso, per cui è tutto fermo.
Credo che l’unico modo attualmente a disposizione per superare l’emergenza è una vaccinazione di massa. Se mi chiamassero mi presenterei subito.
Per la ripartenza del campionato si sono ventilate varie date. Prima febbraio, poi marzo o aprile. La situazione è ancora molto confusa e, sinceramente, vorrei ritornare a giocare solo quando tutto fosse più tranquillo. Altrimenti si andrebbe in campo per divertirsi ma con l’ansia di ammalarsi… Credo che questo non avverrà prima di settembre.
Sono 25 anni che gioco a calcio e per me non andare agli allenamenti durante la settimana e giocare la domenica la partita fa davvero male.
Momenti belli e brutti da capitano? Per me il momento più brutto è quello attuale, con l’astinenza da calcio. Quello più bello? Quando si entra in campo e si corre dietro ad una palla.

T

Torino: Continua emergenza Covid in casa Torino. Il club ha comunicato un nuovo caso di positività dall’analisi del tampone molecolare svolto nella serata di martedì 23 febbraio. Già nella stessa giornata di martedì erano emersi quattro nuovi casi, con conseguente sospensione degli allenamenti “su disposizione dell’Autorità sanitaria locale competente”. Stesso discorso con il nuovo positivo, con le sessioni ancora sospese. Venerdì sera, alle 20.45 è in programma la sfida contro il Sassuolo, sempre più a rischio.

Sull'Autore

Federico Formisano