“banner



Edicola EVIDENZA

L’edicola del Giovedì: Eccellenza banco di prova?

Patrik Pitton parla di un banco di prova ma Massimo Bernardi mister del Giorgione in un commento scrive “ma le società sanno a cosa vanno incontro?” E d’altra parte se a livello nazionale 276 club hanno deciso di fermarsi contro i 262 che proseguono qualche motivazione ci sarà pure…Intanto però si procede nel palleggio: il Consiglio Federale dice ai dilettanti: ” partite!!!”, quello di Lega risponde “si però attendiamo l’Ok di Gravina (che è il presidente della Figc).  In mezzo una sola certezza: i giovani e le categorie dalla Promozione in giù riprenderanno a settembre… forse… 

Le notizie pubblicate ieri

  • L’ edicola del mercoledì: oggi importanti decisioni.  Oggi tocca al Consiglio di Lega: i presidenti dei Comitati Regionali si troveranno con il Presidente Sibilia e faranno il punto della situazione presentandosi in ordine sparso.C’è altresì attesa anche per il Comunicato Ufficiale della Federazione Veneta che dovrebbe essere pubblicato oggi pomeriggio.. le altre news
  • Le notizie del pomeriggio: Si è concluso il Consiglio di Lega: riparte l’eccellenza senza retrocessioni e con una penalizzazione per le squadre che non partecipano: non potranno fare domanda di ripescaggio per due Anni. Intanto i gironi di Eccellenza tornano a 8 con grazie al Valgatara. Il Comunicato del Comitato Veneto invece non da alcuna indicazione sulla sospensione dei campionati dalla Promozione in giù nè sull’Eccellenza, Per gli allenamenti collettivi, gli stessi potranno essere effettuati solo quando l’iter di riconoscimento da parte del CONI del preminente interesse nazionale non sarà completato e saranno consentiti solo a chi deciderà di riprendere a giocare. Infine per il Consiglio non vi sono le condizioni per la ripresa delle attività in ambito regionale non di rilievo nazionale, risultando di competenza federale ogni decisione relativa all’attività giovanile.
  • Uno sguardo alla serie A, curiosità, statistiche,curiosità, commenti  di  Federico Formisano

B

 

Bollettino Covid: Attualmente positivi: 487.074 Deceduti: 100.811 (+332) Dimessi/Guariti: 2.535.483 (+13.752) Ricoverati: 25.709 (+560) di cui in Terapia Intensiva: 2.827 (+71) Tamponi: 43.234.541 (+361.040) Totale casi: 3.123.368 (+22.409)

Vaccini somministrati fino alle 17 di oggi in Italia: 5.782.615 Di cui prime dosi: 4.035.099 Di cui seconde dosi: 1.747.51 Dosi disponibili ma non ancora somministrate: 1.425.375 Variazione dosi di vaccino somministrate rispetto alle 17 di ieri: +114.242 Media settimanale delle somministrazioni giornaliere: 161.759

La percentuale dei positivi è del 6,2 casi ogni cento tamponi effettuati  (ieri era del 5,7)   Il Veneto   scende da 1608 a 1561 casi.  La Lombardia sempre in testa con 4422 casi

Dopo i 250.000 di lunedi si scende ai 114.000 di ieri, Ma rimane anche un dubbio sulla somministrazione: dopo le tante lamentele sulle consegne con il contagocce oggi dobbiamo rilevare che ci sono un milione e mezzo di dosi disponibili di dosi non ancora somministrate.

Arriverà nel fine settimana il piano vaccinale voluto da Mario Draghi, che dovrà dare una decisa accelerata all’immunizzazione anti-Covid nell’Italia in piena terza ondata. La nuova strategia di distribuzione e somministrazione prende forma, fanno sapere da Palazzo Chigi, e sarà comunicata nei prossimi giorni. Domani il presidente del Consiglio visiterà l’hub di Fiumicino, un gesto simbolico per il lancio della nuova fase di vaccinazione di massa.Dopo tante cattive notizie sulle consegne, una buona è che l’Ue ha acquistato altre 4 milioni di dosi – in particolare da Pfizer – oltre a quelle previste nel primo trimestre e che all’Italia ne toccheranno 532 mila in più. Entro fine marzo dovrebbero così arrivare circa 7 milioni di vaccini, mettendo in grado il Paese di somministrarne quasi 300 mila al giorno, il doppio del livello attuale. Da aprile a giugno l’Italia dovrebbe ricevere oltre 12 milioni di dosi al mese, con la possibilità di vaccinare almeno 400 mila persone al giorno.Il problema sarà farlo. Così decisiva diventa la logistica, con luoghi di riferimento e unità mobili. (Dal Giornale di Vicenza)

E

Eccellenza:  da notizie ancora non confermate sembra che il girone A di Eccellenza possa essere ricostituito a 8 squadre grazie al Valgatara che avrebbe accettato di partecipare alla ripresa della stagione.   Dopo la defezione dell’Opitergina e il consueguente probabile ritorno del Giorgione nel girone B le squadre del girone A dovrebbero essere Arcella, Bassano, Camisano, Montecchio, San Martino Speme, Valgatara, Vigasio, Villafranca.

Consigliamo la lettura di questo articolo di Omar Dal Maso: https://www.ecovicentino.it/veneto/calcio-dilettanti-nel-pallone-riparte-leccellenza-ma-in-20-squadre-su-36-dicono-no/ : Come torneranno in campo i calciatori “reduci” in Eccellenza e gli staff tecnici al loro seguito ai primi di aprile? – si chiede l’articolista –  Sottostando a dispendiosi e rigidi – sul il piano organizzativo – controlli preventivi attraverso i tamponi rapidi, prima di ogni gara. Con la promessa di un rimborso da parte della Figc, però non ancora quantificato. E poi, con chi? Con meno della metà delle squadre iscritte al campionato di Eccellenza che, regole alla mano, promuove ogni anni due società venete alla serie D tra i semiprofessionisti su un carnet di 36 iscritte, più che dimezzato.

Ancora più solida la presa di posizione nella versione indoor del pallone: il mondo del futsal si è rassegnato al “non si gioca” in serie C2 (regionale) e serie D (provinciale) oltre ai tornei giovanili, mentre in C1 10 squadre su 14 hanno espresso il proprio diniego al ritorno sul parquet, e addirittura in in 8 su 10 nella sfera del femminile, girone unico in Veneto dove ci si è trovati di fronte al paradosso della “promozione” a campionato di rilevanza nazionale pur trattandosi a tutti gli effetti del gradino più basso e di partenza. Con il pallone a rimbalzo controllato è quasi plebiscito, insomma, ma ancora manca la certezza ufficiale dell’annullamento dei due campionati la cui ripartenza era già stata fissata per il 10/11 aprile. Conclusione ipotizzata domenica 20 giugno, con un paio di turni infrasettimanali e garanzia di nessuna retrocessione al piano inferiore.

E sempre a riguardo dell’Eccellenza pubblichiamo l’articolo di www.notiziariodelcalcio.it che ha fatto il conto delle società che proseguiranno nell’attività: Delle 538 società chiamate ad esprimersi, sono 262 quelle che hanno aderito alla ripartenza del proprio campionato di Eccellenza. Quindi, sono 276 i club che hanno deciso di non proseguire la stagione al di là delle decisioni che verranno prese. Se è giusto che i 262 “sì” rivestano la loro importanza, è giusto anche che i 276 “no” abbiano il loro peso.

C.R. Abruzzo società votanti 20: favorevoli alla ripresa 7
C.R. Basilicata società votanti 16: favorevoli alla ripresa 4
C.R. Calabria società votanti 17: favorevoli alla ripresa 8
C.R. Campania società votanti 42: favorevoli alla ripresa 20
C.R. Emilia Romagna società votanti 43: favorevoli alla ripresa 10
C.R. Friuli Venezia Giulia società votanti 20: favorevoli alla ripresa 2
C.R. Lazio società votanti 48: favorevoli alla ripresa 33
C.R. Liguria società votanti 21: favorevoli alla ripresa 14
C.R. Lombardia società votanti 54: favorevoli alla ripresa 33
C.R. Marche società votanti 18: favorevoli alla ripresa 12
C.R. Molise società votanti 18: favorevoli alla ripresa 12
C.R. Piemonte e Valle d’Aosta società votanti 36: favorevoli alla ripresa 18
C.R. Sardegna società votanti 18: favorevoli alla ripresa 6
C.R. Sicilia società votanti 32: favorevoli alla ripresa 20
C.R. Toscana società votanti 36: favorevoli alla ripresa 21
C.R. Umbria società votanti 18: favorevoli alla ripresa 4
C.R. Veneto società votanti 36: favorevoli alla ripresa 16
C.P.A. Trento società votanti 18: favorevoli alla ripresa 8

 

L

 

Liste: A questo link potete trovare le schede aggiornate del Lakota  https://www.calciovicentino.it/list/lakota/ Come quella di Luca Dal Santo nel nostro sito ci sono oltre 4000 schede di giocatori con indicate le squadre dove hanno giocato, le presenze e le reti realizzate. Per visionarle è sufficiente indicare il cognome del giocatore nello spazio scrivi qui cosa cercare.

 

P

Pitton: Ripartire con l’Eccellenza è un passo importante verso la normalità – Ha dichiarato il vicepresidente del Comitato Regionale Veneto  Patrick Pitton, al Giornale di Vicenza –  ma è anche un banco di prova per tutti noi: dobbiamo dimostrare di potercela fare, per preparaci al meglio in vista della prossima stagione. Abbiamo a cuore il destino dei giovani, per questo abbiamo chiesto perlomeno lo sblocco del divieto di effettuare allenamenti collettivi: se la Figc deciderà di fermare i campionati giovanili, speriamo almeno che ci diano la possibilità di svolgere gli allenamenti. Siamo in debito con i nostri ragazzi, faremo di tutto per il loro bene.

 

Plamadeala:  l’attaccante del 1995, Grigore Plamadeala lascia il Montebello e si trasferisce al San Martino Speme che ha rinnovato la squadra in vista della ripartenza nel campionato di Eccellenza.  A San Martino c’è un nuovo allenatore Alessandro Matrullo e una rosa quasi interamente ricostituita che nelle aspettative societarie dovrebbe avere un rendimento completamente diverso di quello avuto nelle prime gare della stagione (dove la squadra era ancora a zero punti)

Presenze e reti: Queste le presenze e le reti dei giocatori del Lonigo (ha disputato solo 4 gare). Zanni 4, Maistrello 4, Muntar 4 (1), Bari 4 (1), Iselle 4, Todescato 4, Menini 4 (2), Veronese 4 (1), Carazzato 4, Negro 4, Gonta 4 (1), Danuso 4, Crestan 2, De Mori 2, Santolin 2, Avena 2.

Finora  abbiamo pubblicato Altavalle del Chiampo,  Altavilla, Alte, Alto Astico Cogollo,   Arcugnano, Arsenal, Arzignano,  Azzurra Maglio, Azzurra Sandrigo, Bassano, Berton Bolzano, Breganze, Brendola, Calidonense,  Camisano,  Carmenta, Cartigliano,  Cassola, Castelgomberto,  Chiampo, Due Monti, Dueville, Eurocalcio, Fides,  Grancona, Grantorto,  Grisignano,  Grumolo, Isola Castelnovo, Lakota, La Rocca, Lampo, Le Torri, Longare, Lonigo, Lugo, Maddalene, Malo, Marosticense, Molina, Montebello,  Montecchio, Montecchio Precalcino, Montecchio San Pietro,  Monteviale, Mottinello, Nova Gens, Nove, Novoledo, Orsiana, Pedemontana, Pedezzi, Poleo, Ponte dei Nori,  Quinto, Real Brogliano,   Real San Zeno, Real Stroppari, Rivereel, Rosà, San Lazzaro, San Pietro Rosà, Santa Croce  Bassano, Sant’Eusebio, Santomio,   San Vitale, San Vito Cà Trenta, Sarcedo, Schio, Silva, Solagna,  Sovizzo, Spes Poiana, Stella Azzurra,  Summania, Telemar, Tezze, Thiene, Transvector,  Trissino, Union Olmo Creazzo, Valbrenta, Valdagno, Valli, Vicenza, Virtus Cornedo, Virtus Romano (86)

Primavera:  Ieri abbiamo pubblicato il risultato e i marcatori di Vicenza – Monza, oggi riprendiamo quanto pubblicato sul sito del Vicenza:  Bella vittoria della Primavera biancorossa che torna così in vetta della classifica!

Al 9′ sblocca la gara Tronchin con un tiro di controbalzo da fuori. Poco dopo grande azione dei biancorossi con Issa che al 15′ trova a centro area Busatto, bella girata e conclusione di sinistro che si insacca nell’angolino. I biancorossi continuano a macinare gioco e al 23′ Tronchin sale di nuovo in cattedra con un lancio millimetrico di 25 metri che pesca Busatto, il quale entra in area e con un rasoterra supera Rubbi in uscita disperata. Al 66′ viene assegnato un calcio di rigore per un fallo di Amato su Cariolato, sul dischetto si presenta Issa che non sbaglia. Al 69′ espulsione diretta per Cattaneo per reiterate proteste, il Monza rimane così in 10. Accorciano però le distanze al 75′ i brianzoli: corner calciato dalla sinistra, sponda di testa di Robbiati che pesca De Paoli, al limite del fuorigioco, che ribatte di testa in rete. Sabato prossimo i biancorossi affronteranno il derby contro l’Hellas Verona, alle ore 14.30, allo stadio Ceroni di Grisignano.

 

S   

Scarpa d’oro e cannonieri:  Se riprende il campionato di Eccellenza potremmo procedere ad alcune delle premiazioni che abbiamo dovuto interrompere quando sono stati fermati i vari campionati. Finora abbiamo premiato:  Steven Sinaj  come scarpa d’oro e capocannoniere del girone B di Prima categoria, Battaglin della Pedemontana (Prima categoria C) e Gheno dell’Eurocalcio (Prima categoria F), Alberto Balbo del Grumolo (Seconda E), Venturin del Nove (seconda G), Bellotto (Motta ora alla Pedezzi) e El Mannoui (Breganze ) per la terza Categoria Vicenza e Seganfreddo (Longa) per la terza Bassano.

Gheno con il dg Serradura

Con la ripresa dell’Eccellenza potremo procedere alla premiazione di Guccione e Munarini (ora entrambi al Bassano): Guccione per l’Eccellenza e Munarini per la Promozione (era allo Schio lo scorso anno). Rimarranno poi da premiare:

Eccellenza: Viola (Camisano ora alla Villafranchese)
Promozione:  Miloradovic (Cornedo )
Seconda Categoria C: Pavan (Brendola) 17 reti
Seconda Categoria E: Nicolò Graziani del Bp 93 (oggi al Montecchio Precalcino)
Seconda Categoria F: Dalla Riva (Thiene)
Seconda Categoria M: Fongaro(Spes Poiana )

Contiamo di poter trovare un occasione per effettuare le premiazioni.

Serie D:  Nella gara di recupero di serie D il Campodarsego e Delta hanno pareggiato 1-1 con gol di Conti (Campodarsego) e M’Bpoup (Delta)

Domenica 14 giornata di recuperi
Arzignano-Campodarsego
Delta Porto Tolle-Cartigliano
Trento-Manzanese rinviata a mercoledì 24 per casi di Covid alla Manzanese
Caldiero-Union Clodiense  rinviata a data da destinarsi per casi di Covid alla Clodiense

Classifica: Trento 50 (23), Manzanese 45(23), Clodiense Chioggia 41 (22), Belluno 39 (23),  Luparense  38 (24), Mestre 36 (24),Caldiero 32 (23), Arzignano 30 (22),  Este 30 (22), Cartigliano 30 (23), Adriese 30(24), Cjarlins Muzane 29 (22), San Giorgio Sedico 29 (24), Montebelluna 28 (24) , Virtus Bolzano 26 (24), Delta Porto Tolle  24 (21), Union Feltre 23 (24),  Campodarsego 20 (23),   Ambrosiana 19 (22),   Chions 17 (23) 

 

Recapiti     del sito:info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

In calce all’edicola ogni giorno uno o più commenti:

Roberto Lucchese (dirigente Portomansuè): Veramente sconcertante si poteva ripartire prima , riconoscendo subito l’interesse nazionale in modo di dare la continuità con la serie D, in quanto avevamo i contagi bassi e quindi trovavamo più dirigenti e giocatori disponibili al proseguo ed invece no. Hanno deciso quando la pandemia si è alzata ,le zone sono diventate più scure, il vaccino è a rilento , la gente è più impaurita, i giocatori che hanno lavoro se riprendono in questa situazione, di zone stra colorate , possono mettere a rischio il futuro lavorativo avendo titolari che potrebbero non condividere la loro scelta . Morale : se pensi alla salute dei tuoi dirigenti, se pensi alla salute dei tuoi giocatori, se ti trovi gli stessi che non vogliono rischiare( leggi Opitergina) ,se ascolti gli organi sanitari sei punito dalla Federazione. Per due anni non entri nella graduatoria di eventuali ripescaggi. Io personalmente trovo la decisione della LND priva di sensibilità, di riconoscenza verso chi da tutto a questo sport ,dando il proprio contributo sociale gratis, altri sostenendolo economicamente senza un vantaggio se non quello del sociale. Questa è la moneta con la quale siamo ripagati.

Massimo Bernardi (allenatore Mestrino): Al di là di questa farsa che continua , pongo una domanda: il protocollo impone la quarantena in caso di una positività all’interno del gruppo ? Suppongo che un giocatore trovato positivo dovrà fare le opportune visite mediche e che quindi non riprenda più il campionato ! Il rinvio di una partita si può chiedere dopo quante positività ? Di queste domande e risposte non trovo menzione negli articoli dei media. Le società decidono di giocare a priori senza sapere a cosa vanno incontro?

Sull'Autore

Federico Formisano