“banner



Edicola EVIDENZA

L’edicola del sabato: il Vicenza nella parte sinistra…

Scritto da Federico Formisano

La classifica finalmente sorride e il Vicenza per la prima volta sta nella parte sinistra della classifica, nella zona nobile, a quattro punti dai play-off. Onore a Di Carlo, onore ai giocatori, onore alla società. Sognare non costa nulla, ma pensiamo sopratutto ad un futuro finalmente roseo

Le notizie pubblicate ieri

L’ edicola  del venerdì,  una richiesta alla Figc: chiarezza e programmazione.    Nell’intervista al Direttore Generale del Chiampo, Giandomenico Corato, pubblicata stamattina si legge sopratutto una richiesta impellente alla Federazione: vogliamo ripartire ma dateci i mezzi per farlo, ovvero metteteci nelle condizioni di poter operare con una seria programmazione dell’attività. Ma Corato non è solo in questa richiesta. Ieri abbiamo ricevuto la telefonato di Matteo Mastella responsabile del settore giovanile del Telemar, una società che ha molti tesserati e che attende a sua volta lumi dalla Federazione per capire come muoversi. Per Mastella capire quali saranno i limiti d’età nelle giovanili è fondamentale.  Per Corato la programmazione deve partire senza ulteriori ritardi. E noi siamo d’accordo. E’ il momento di scelte forti e chiare che non possono più essere rimandate. Chi deve decidere, decida assumendosi le responsabilità e lo faccia rapidamente.

Le news del pomeriggio: risultati di B  e non solo   Il Veneto va in arancione da martedì, I risultati della B con la classifica e il punto. Gli ultimi movimenti di calcio mercato.

https://www.calciovicentino.it/2021/04/02/vicenza-batte-il-cittadella-e-sogna-i-play-off/  Vicenza –Cittadella di Federico Formisano e  di Luciano Zanini inviato allo Stadio Menti

Corato (Chiampo): la programmazione impossibile.  Intevista al direttore generale del Chiampo

B

 

 Bollettino Covid: e i monoclonali funzionano….

Attualmente positivi: 565.295  Deceduti: 110.328 (+481) Dimessi/Guariti: 2.953.377 (+19.620) Ricoverati: 32.408 (-222) di cui in Terapia Intensiva: 3.704 (+23) Tamponi: 50.589.896 (+331.154) Totale casi: 3.629.000 (+21.932)

Vaccini somministrati fino alle 17 di oggi in Italia: 10.591.038 Di cui prime dosi: 7.272.055 Di cui seconde dosi: 3.318.983 Dosi disponibili ma non ancora somministrate: 1.692.762 Variazione dosi di vaccino somministrate rispetto alle 17 di ieri: +266.911 Media settimanale delle somministrazioni giornaliere: 260.850

La percentuale dei positivi è di 6,6 casi ogni cento tamponi effettuati  (esattamente la stessa di ieri)   La pressione su Ospedali si attenua e  calano anche le terapie intensive.  Il Veneto ha 1567  casi.  la Lombardia è sempre al comando con 3941 casi.

La terapia con gli anticorpi monoclonali di produzione industriale funziona. «Sì – dice il primario infettivologo Vinicio Manfrin -. I risultati sono confortanti. I primi sono già guariti». Fino a oggi 12 vicentini sono stati trattati al San Bortolo con questi anticorpi artificiali costruiti in laboratorio per bloccare il virus, gli stessi utilizzati nei mesi scorsi per curare l’ex presidente americano Trump, protagonista di una guarigione-lampo. E i primi malati, come detto, stanno bene, hanno risposto positivamente a questa terapia che ha lo scopo di bloccare l’ingresso del virus nella cellula ospite e di ridurre la carica virale. L’infezione è stata sconfitta. (Dal Giornale di Vicenza)

L

Liste: A questo link potete trovare le schede aggiornate dello Zanè https://www.calciovicentino.it/list/zane-1931/ Come quella di Nicolò Cavedon nel nostro sito ci sono oltre 4000 schede di giocatori con indicate le squadre dove hanno giocato, le presenze e le reti realizzate. Per visionarle è sufficiente indicare il cognome del giocatore nello spazio scrivi qui cosa cercare.

P

Pordenone: Il Pordenone Calcio comunica di aver sollevato Attilio Tesser dall’incarico di allenatore della Prima squadra. «La Società si deve prendere sempre le sue responsabilità – dichiara il presidente Mauro Lovisa -: nei momenti positivi come in quelli negativi. Dover cambiare allenatore è una sconfitta per tutti, in primis per la Società e chiaramente per me, ma siamo arrivati a questa scelta, certamente non facile, per dare una scossa forte dopo un periodo troppo lungo senza risultati. Ringraziamo e ringrazieremo sempre Attilio per lo spessore umano e la professionalità dimostrata in ogni occasione. Insieme abbiamo fatto un percorso bellissimo, conquistato la storica promozione in Serie B e Tesser è stato importante nella nostra crescita. Da oggi guardiamo avanti: non esistono scusanti o alibi per nessuno». Ufficiale la promozione di Maurizio Domizzi che guidava la Primavera.

Domizzi

Nel girone di ritorno il Pordenone ha ottenuto solo 6 punti in 10 partite con tre pareggi (Lecce, Pescara ed Ascoli), una sola vittoria con la Spal, sei sconfitte con Vicenza, cittadella, Reggina, Chievo, Empoli e Brescia.  Una media retrocessione tenuta dalla squadra dopo la partenza di Diaw per Monza.  Impietoso il confronto con il Vicenza che nel girone di ritorno ha ottenuto 20 punti (con una gara in più)

 

Primavera:  La Primavera del Vicenza gioca oggi alle 15 allo Stadio Grosso di Roncade (VE) contro il Venezia, terzultimo in classifica.  E’ la terza partita della settimana per la squadra di Simeoni che ha ottenuto due risultati opposti, una vittoria contro il Chievo e la sconfitta in casa del Brescia. La partita sarà  che trasmessa in diretta sulla pagina YouTube del Vicenza.

 .

S

Schio: Giocatore di qualità e con un passato importante alle spalle, il centrocampista Umberto Lovato, classe ’95, arriva dal Virtus Cornedo (Promozione) e ora scenderà in campo con i nostri colori nel Campionato d’Eccellenza in partenza domenica 18 Aprile.

Umberto, riviviamo insieme la Tua carriera. «Ho iniziato a giocare a calcio a 5 anni al Cornedo, la società del mio paese. A 10 anni sono passato al Montecchio dove, il primo anno, ho avuto la fortuna di essere allenato da Toto Rondon. Ho seguito qui tutto il settore giovanile, dai Giovanissimi agli Allievi per poi passare direttamente a 15 anni in Prima Squadra, con il mio esordio in serie D. Ringrazio sempre Romano Aleardi e il Mister Armando Farinello per la possibilità che mi hanno dato di esordire e fare quattro partite in D. L’anno seguente, a 16 anni, ho giocato la mia prima stagione in Eccellenza dove abbiamo quasi raggiunto i playoff. Sono passato al Real Vicenza, in serie D. Quella stagione il club aveva fatto richiesta di ripescaggio per la Lega Pro ed è stata accettata: di conseguenza mi sono ritrovato in Lega Pro a 17 anni. Ho visto che era un mondo troppo più grande di me e non ero ancora pronto. Ho preso quindi una scelta a livello calcistico e di vita: ero all’ultimo anno di scuola e dovevo sostenere gli esami di maturità. Non potevo prendere quell’impegno e soprattutto vedevo che a 17 anni dovevo giocare e non fare tribuna o panchina. Sono tornato perciò a Montecchio dove ho fatto la seconda e la terza stagione di Eccellenza. Successivamente sono andato a Caldiero: qui secondo me c’è stata la svolta della mia carriera. Sono subentrato in una società dove, come tutti sanno, si mastica calcio dalla mattina alla sera. La fortuna di essere entrato a far parte della famiglia del Presidente Berti, mi ha aiutato tanto a livello calcistico. Soprattutto il primo anno con una rosa di giocatori che avevano praticamente vinto tutto quello che c’era da vincere nei campionati dilettantistici e non solo. Con questi colori sono cresciuto molto. Ho avuto la fortuna poi di fare 3 anni di rappresentativa veneta: esperienza bellissima, peccato per l’ultimo anno che non siamo arrivati in finale. Ho svolto altri 3 anni a Caldiero e poi ho preso un’altra scelta di vita avendo un negozio di alimentari a Cornedo. Il Direttore Santagiuliana mi ha chiamato e ho deciso di tornare a Cornedo dove ho passato gli ultimi 3 anni in Promozione».

E ora il Tuo arrivo a Schio. «In questo anno particolare segnato dal Covid, grazie al Ds dello Schio Ennio Dalla Fina, al mio Direttore e al mio Presidente del Cornedo, mi è stata data la possibilità di affrontare per questi mesi questo campionato d’Eccellenza. Un mini torneo dove cercheremo di dare il tutto per tutto. Le mie aspettative sono quelle di scendere in campo e dare il massimo. Poi lo sappiamo che nel calcio raccogli quel che semini. Se noi ci alleniamo bene, alla fine la domenica ripaga. L’abbiamo sempre visto. Ho trovato un gruppo molto giovane, però sono stati fatti dei rinforzi di qualità a livello di esperienza. E i calciatori rimasti a Schio sono ottimi giocatori e ottime persone. Ho trovato un bel gruppo anche a livello di società».

Quali sono i Tuoi Sogni e i Tuoi Obiettivi? «Il sogno è quello di ricalcare i campi della serie D. È molto difficile, lo so. Però è un piccolo obiettivo che mi sono prefissato. Bisogna guardare la realtà. Nel mondo dilettantistico è difficile vivere di calcio, tanto più ora con la pandemia. L’obiettivo per il futuro è quello di riuscire a combaciare lavoro e calcio e tenere la categoria, che sia Promozione, Eccellenza o magari in futuro, se ci fosse la possibilità, la serie D. Sarebbe il mio obiettivo più grande».

 

Serie A: torna in campo oggi la serie A con queste gare
Milan –  Sampdoria (ore 12.30)
Sassuolo-Roma (ore 15.00)
Napoli-Crotone (ore 15.00)
Atalanta-Udinese (ore 15.00)
Genoa-Fiorentina (ore 15.00)
Benevento-Parma (ore 15.00)
Lazio-Spezia (ore 15.00)
Cagliari-Verona (ore 15.00)
Torino – Juventus (ore 18.00)
Bologna – Inter (ore 20.45)

 

Serie B:

Cosenza – Ascoli  2-1 Quaranta  (A) Tremolada (C) Kone (C)
Pescara – Pisa 3-1  Galano e Machin  (Pe)  Marconi (Pi)  Busellato (Pe)
Frosinone – Reggiana 0-0
Entella- Monza 1-1
Brunori (E) Scaglia (M)
Chievo – Spal 1-1 
Garritano (C) Valori (S)
Vicenza – Cittadella 1-0 Nalini
Venezia – Reggina 0-2 Di Chiara e Situm
Lecce – Salernitana 2-0  Pettinari e Maggio
Brescia – Pordenone 4-1  N’Doj (2), Cistana (B) Musiolik (P) Labojko (B)

Cremonese – Empoli (rinviata per i casi di Covid nell’Empoli)

Classifica: Empoli 59, Lecce 55,  Salernitana 51, Monza 51, Venezia  49, Spal 46, Cittadella 45,  Chievo 45, Brescia 42, Vicenza 41, Reggina 40, Pisa 40, Frosinone 39,  Cremonese 36, Pordenone 34, Cosenza 32, Reggiana 30,   Ascoli 28, Pescara 26, Entella 22

Il punto: Il Lecce vince lo scontro diretto sulla Salernitana e guadagna un buon vantaggio in ottica ritorno in A avvicinando anche l’Empoli che dovrà recuperare con la Cremonese. Dietro perdono Salernitana, Cittadella e Venezia, mentre Monza, Spal e Chievo non vanno oltre il pari . In rimonta verso i play-off il Brescia e il Vicenza che sembrano le squadre più in forma del momento. Il Cosenza guadagna posizioni in ottica play-out a scapito di un Pordenone che appare in caduta libera e anche il Frosinone non è più tranquillo. Guadagna spazio anche il Pescara che cercherà di agganciarsi ai play-out.

 

Serie D:  La classifica marcatori della Serie D: 14 reti Benedetti (Union Feltre) 13 reti Aliù (Trento) Moras (Manzanese) 12 reti Corbanese (Belluno) Farinazzo (Este) Marcolin (Union San Giorgio Sedico) 11 reti
Fyda (Manzanese),Kabine (Adriese) 10 reti Cardellino (Este) Di Gennaro (Cartigliano) Zerbato (Caldiero Terme)

Corbanese nelle prime posizioni

Mercoledì 7 aprile 2021 sono in programma queste gare di recupero:

Trento –Manzanese
Campodarsego-Este
Delta Porto Tolle–Chions
Calcio Caldiero -Union Clodiense Chioggia(anticipata a martedi’ 06/04)

U

Union Dese:  Siamo profondamente colpiti – scrivono sul sito facebook dell’Union Dese –  dalla notizia della morte del nostro Alessio  Bariamcanaj che militava nella Juniores. Ci stringiamo attorno ai suoi cari in questo momento di dolore.  Il ragazzo è deceduto stamattina a seguito delle conseguenze di un incidente in moto avvenuto ieri a Piombino Dese. Anche la nostra redazione si unisce al dolore dei familiari.

V

Vicenza Di Carlo dopo la vittoria di ieri con il Cittadella: “Si sono incontrate due squadre che volevano vincere. È stata una buona gara, il Cittadella sappiamo che è una formazione che non molla mai fino al ’95. Il successo viene impreziosito ancora di più perché non prendendo gol e difendendo l’1-0 fino al ’90, abbiamo rischiato di fare il 2-0 poi per due volte e questo è un Vicenza che continua a crescere. Il coraggio, la voglia, il gruppo, lo spirito di squadra che si sta alzando sempre di più e la fiducia intorno alla squadra è sempre più alta.

Prova di maturità? Sì, è una prova di maturità perché il gruppo si è allenato bene in questi 15 giorni, l’abbiamo dimostrato sul campo, non è facile battere un Cittadella che in questo periodo sta bene, quindi merito ai ragazzi. La vogliamo dedicare ai nostri tifosi, perché all’andata abbiamo perso 3-0 immeritatamente perché abbiamo fatto un gran primo tempo. Vedendo questa vittoria so che loro sognano e vedono qualcosa in più però occorre tenere i piedi per terra, bisogna raggiungere almeno 45 punti il prima possibile e poi vedremo che succederà.

Si è capitalizzato al massimo e concesso pochissimo? L’anno scorso eravamo così, nel girone di ritorno ora siamo cresciuti molto come è giusto che sia, il gruppo è più consapevole e vuole fare qualcosa di straordinario, ce lo diciamo nello spogliatoio perché tutti festeggeremo la salvezza quando arriverà. Quello che succederà dopo lo vedremo, però la concentrazione è su ogni singola partita, quindi andremo ad Ascoli dove purtroppo non avremo qualche giocatore ma ci sarà il resto della rosa e andremo a vendere cara la pelle cercando di mettere in campo la nostra mentalità e la nostra voglia.

Nalini superlativo? Sono contento per Andrea perché se lo merita, perché ha sofferto molto l’infortunio iniziale e la ricaduta, oggi finalmente sta ripagando. Però tutta la squadra ha giocato a ritmo alto ma soprattutto con quel coraggio che piace a noi e ai nostri tifosi. Quel coraggio dobbiamo metterlo in campo sempre e avere la voglia di vincere perché questa è la formula per arrivare alla salvezza.

Ad Ascoli mancheranno Meggiorini e Vandeputte? Per me la rosa è equilibrata, dopo il mercato di gennaio ci siamo rinforzati, abbiamo preso giocatori come Valentini e Agazzi che oggi hanno fatto una gran partita tutti e due, e allo stesso tempo Lanzafame che ci ha già dimostrato di essere un gran giocatore. La rosa che c’era prima è cresciuta molto, si va ad Ascoli per vincere, però sappiamo che sarà una battaglia, perché l’Ascoli contro di noi ha un solo risultato che è la vittoria e noi dobbiamo andarci recuperando le energie sia fisiche ma soprattutto mentali per fare la nostra gara. Sarà difficile però noi ci siamo e vogliamo essere ancora protagonisti”.

Vicenza calcio femminile: Le vacanze di Pasqua non fermano la Primavera. Le Biancorosse scendono in campo lunedì mattina a Brescia per recuperare la partita rinviata lo scorso 14 marzo a causa di positività tra le file avversarie; il recupero con l’Inter si giocherà invece domenica 11 aprile. Sfida interessante contro le Leonesse che hanno solo tre punti in più grazie alle vittorie contro Chievo Verona e San Marino, e sono reduci dalla sconfitta casalinga per 5-1 contro il Cittadella. Il Vicenza arriva invece dalla batosta nel derby contro l’Hellas, ma ha tutte le carte in regola per giocare una buona partita e portare a casa altri punti importanti per il morale. Appuntamento alle 11:00 al Centro Sportivo Ignazio Simoni di Paratico, gara a porte chiuse.

Recapiti del sito
Mail: info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

Sull'Autore

Federico Formisano