“banner



Edicola EVIDENZA

L’edicola del martedì: interviste a gogo: Rossi, Venitucci, Sacchetto, Giacomelli….

Scritto da Federico Formisano

Le notizie pubblicate ieri

L’ edicola  di Pasquetta: in Inghilterra riaprono gli stadi

Eccellenza. Le nove protagoniste (1): un riepilogo dei movimenti e delle rose di Arcella, Bassano, Camisano

Eccellenza. Le nove protagoniste (2): un riepilogo dei movimenti e delle rose di Montecchio, San Martino e Schio

I risultati del lunedì: le gare di serie B con la classifica e il punto; la Primavera del Vicenza cf perde a Brescia

Vicenza senza attacco perde ad Ascoli: addio play-off ? La cronaca di Ascoli- Vicenza

A

Almanacco:  Cambiano volto le squadre di Eccellenza in vista della ripresa del campionato. Ci sembra giusto aggiornare allora le pagine dell’Almanacco  dedicate al Camisano con l’inserimento dei nuovi acquisti (Anostini, Matterazzo, Volpato)   Nel nostro Almanacco, edizione 2020/21, potete trovare i dati sullo staff, sulla società; inoltre per ogni giocatore riportiamo la carriera con le presenze e le reti delle ultime due annate;

 

Finora abbiamo pubblicato la bozza in miniatura delle pagine di queste squadre: Vicenza (Serie B) , Vicenza calcio Femminile (Serie B femminile), Arzignano e  Cartigliano (Serie D), Bassano (ante e post ripresa), Camisano (ante e post ripresa), Montecchio,  Schio (Eccellenza), Calidonense, Chiampo, Marosticense, Eurocalcio, La Rocca, Longare, Monteviale,  Rivereel,  Sarcedo,  Trissino, Virtus Cornedo (Promozione) ,  Brendola, Montecchio San Pietro, Real San Zeno,   Sovizzo (Prima Categoria B),  Alto Astico Cogollo, Arcugnano,  Azzurra Sandrigo, Berton Bolzano, Due Monti, Dueville,  Grisignano,  Le Torri, Malo, Poleo, Summania, Valdagno (Prima Categoria C),  Carmenta, Galliera, Virtus Romano (Prima categoria F) Altavilla,   Alte,  Castelgomberto, Lonigo,  Sossano,  Union Olmo Creazzo(Seconda Categoria C),  Breganze, Grumolo, Lampo, Maddalene, Novoledo, Pedezzi, Quinto,  Telemar(Seconda Categoria E),  Azzurra Maglio, Colceresa, Lakota, Lugo,  Molina, Santomio,  Silva (Seconda Categoria F),  Arsenal,  Città di Asolo, Longa, Marchesane, Mottinello, Nove, Real Stroppari, San Pietro Rosà, Santa Croce, Transvector (Seconda Categoria G),  Spes Poiana, Nova Gens (Seconda Categoria M), Altair , Barbarano, Monte di Malo, 7 Mulini (Terza Categoria Vicenza),  Fellette e Lamonese (terza categoria Bassano)

Arzignano:  Lasciati alle spalle qualche giorno di “stacco” per godersi nel miglior modo possibile le festività pasquali, in casa FC Arzignano Valchiampo si torna al lavoro per preparare nel migliore dei modi il finale di stagione, che deve regalare tante soddisfazioni a tutto l’ambiente. Covid permettendo il primo impegno post pasquale dovrebbe vedere in campo i giallocelesti di Bianchini al “Fair Play” di Cartigliano, in un derby sempre molto sentito, contro un avversario che tra le mura amiche ha conquistato buona parte delle proprie fortune. Ne parliamo con l’ex di giornata, il terzino sinistro Enrico Rossi, che ci presenta le difficoltà cui la squadra si troverà di fronte.

Enrico Rossi, che valutazioni ti senti di fare della partita con la Virtus Bolzano prima della sosta pasquale?“La partita con la Virtus Bolzano è stata una partita tosta, intensa e dura come ci aspettavamo perché abbiamo giocato in un campo piccolo dove la palla corre veloce e loro sono abituati, noi siamo stati bravi ad adattarci subito. Portare a casa i tre punti è stato fondamentale per il nostro percorso di crescita”.

I numeri dicono che state recuperando tanti punti e posizioni in classifica. Come valuti il momento della squadra? “E’ evidente che noi siamo in un periodo positivo sia dal punto di vista fisico che mentale, ma non dobbiamo fermarci e proseguire su questa strada che abbiamo intrapreso”.

Domenica si torna in campo nel derby esterno sul campo del Cartigliano. Che partita ti aspetti?  “Mi aspetto una partita durissima perché loro in casa hanno creato un fortino avendo perso solo una partita e come punti in casa sono secondi solo al Trento, ma noi ora siamo consapevoli delle nostre qualità e andremo lì con la giusta mentalità, con umiltà e con la consapevolezza che abbiamo acquisito per dare il massimo”.

Che effetto ti farà giocare questa partita da ex nello stadio dove tanto bene hai fatto l’anno scorso? “Sarà una grande emozione ritrovare tutte le persone che mi hanno accolto e cresciuto l’anno scorso. L’unico rammarico è che non sia il pubblico però sarà una grande emozione lo stesso”.

Come valuti fino a questo momento la stagione? “Inizialmente siamo partiti peggio di come ci aspettavamo, poi con la forza del gruppo e con il lavoro quotidiano non abbiamo mollato e ci siamo ripresi, adesso abbiamo trovato la strada giusta e bisogna continuare su questa strada che ci sono ancora tante partite e si può ancora fare qualcosa di importante”.

 

B

 

Bollettino Covid:   Attualmente positivi: 570.096 Deceduti: 111.326 (+296) Dimessi/Guariti: 2.997.522 (+9.323) Ricoverati: 32.522 (+387) di cui in Terapia Intensiva: 3.737 (+34) Tamponi: 51.302.838 (+102.795) Totale casi: 3.678.944 (+10.680)

Vaccini somministrati fino alle 17 di oggi in Italia: 11.156.326 Di cui prime dosi: 7.693.031 Di cui seconde dosi: 3.463.295 Dosi disponibili ma non ancora somministrate: 2.980.154 Variazione dosi di vaccino somministrate rispetto alle 17 di ieri: +117.861 Media settimanale delle somministrazioni giornaliere: 236.719

La percentuale dei positivi è di 10,3 casi ogni cento tamponi effettuati  (ieri era del 7,1 ma è normale l’incremento nei giorni di festa in presenza di un numero molto basso di tamponi )   La pressione sugli Ospedali aumenta e aumentano le terapie intensive. Il Veneto ha 649 casi.  In testa c’è l’Emilia Romagna

L’Italia su due binari, con 11 regioni in arancione e 9 in rosso, ma senza escludere l’ipotesi di un allentamento delle misure in quei territori dove i dati dell’epidemia migliorano. La cabina di regia non è stata al momento convocata, ma è sulla base dei dati elaborati settimanalmente da Iss, Direzione generale Prevenzione e Regioni che verranno eventualmente valutati eventuali misure e i tempi necessari. Se le cifre saranno confortanti, per l’apertura graduale del Paese sarà imprescindibile una serie di passaggi e – se ci sarà – il provvedimento dovrebbe comunque essere contenuto in una delibera che dovrà poi avere l’ok definitivo dal Consiglio dei ministri. L’obiettivo è programmare date e stabilire se e chi potrà alzare le serrande dopo il 20 aprile..(Dal Giornale di Vicenza)

C

Calciatori positivi:   Sono diventati 6 i giocatori tornati positivi dagli impegni della Nazionale. Dopo i casi Bonucci, Florenzi, Grifo e Verratti, si aggiungono i portieri Cragno e Sirigu. Il Cagliari Calcio comunica la positività al Covid-19 di Alessio Cragno – si legge nella nota della società sarda -.  Monitorato con attenzione dal suo rientro dagli impegni con la Nazionale italiana, il calciatore ha eseguito un nuovo test diagnostico nella giornata di ieri, domenica 4 aprile, e si trova attualmente in isolamento.  Il Torino non ha ufficializzato la notizia di Sirigu.   Oltre ai giocatori ci sono otto membri dello staff fra cui Vialli e De Rossi.

L

Luparense: Alla scoperta dei Lupi». Dario Venitucci è il protagonista del terzo appuntamento della nuova rubrica rossoblù.

Il giocatore classe ’87, originario di Torino, dalla scorsa stagione indossa la maglia della Luparense FC. Centrocampista di alti livelli, Venitucci vanta una carriera importante cominciata nel settore giovanile della Juventus. Con i colori bianconeri fa il suo esordio in Prima Squadra, totalizzando 5 presenze nel campionato di serie B 2006-2007, stagione in cui il club vince il campionato. Prima del suo arrivo a San Martino di Lupari, gioca da professionista in serie B e Lega Pro indossando le maglie di Treviso, Mantova, Avellino, Arezzo, Bassano Virtus, Foggia, Carrarese, Barletta, Santarcangelo, Livorno e Renate.

Chi è Dario Venitucci? Ripercorriamo insieme la Tua storia calcistica. «La passione del calcio nasce fin da piccolino. Ho iniziato a giocare in una squadra della provincia di Torino e poi ho fatto tutto il Settore Giovanile nella Juventus, dai pulcini a 9 anni fino ad arrivare alla Prima Squadra. Ho avuto la fortuna di fare delle presenze in bianconero in serie B e togliermi la soddisfazione di giocare con Campioni del Mondo e di vincere il campionato. Da qui è partita la mia carriera. Ho cominciato a girare un po’ l’Italia: sono stato a Treviso in serie B, poi Mantova, Avellino. Per scendere poi in serie C, ho fatto Arezzo, Carrara, Livorno, Foggia e ho girato altre squadre. Ora, da due anni, sono qui alla Luparense. So di essere in una società ambiziosa che vuole fare bene».

Affrontiamo la Tua esperienza con la maglia della Juventus. Che anni sono stati? «Ho sempre detto che la Juventus è un po’ una scuola di vita: oltre ad insegnarti tantissimo a livello calcistico, insegna quali sono i valori, un senso di appartenenza, rispetto, educazione. Queste sono cose a cui la Juve tiene tantissimo, oltre che alle qualità tecniche. Per me è stata una bellissima esperienza durata dieci anni. Ho avuto l’opportunità di giocare con Campioni del Mondo e con giocatori veramente forti. Anche a livello giovanile sono stato fortunato. Insieme ai miei compagni di allora siamo stati fortunati e bravi: abbiamo vinto campionato Beretti, campionato Primavera, Supercoppa Italiana, Coppa Italia. Da qui è partito tutto. Fino all’età di 24 anni sono stato di proprietà della Juventus e sono stato dato in prestito un po’ di anni. Esperienza stupenda ed essendo tifoso juventino è stato il massimo».

S

Schio: Alessandro Sacchetto, originario di Caldogno,indossa ora la maglia giallorossa.Dopo le esperienze nelle giovanili del Vicenza e dopo aver rappresentato in Prima Squadra i colori del Caldiero, del Villafranca e del Pozzonovo, il difensore classe Duemila arriva al Calcio Schio.

Alessandro, da dove nasce la Tua passione per il calcio? Ripercorriamo insieme la Tua carriera: da ieri ad oggi. «Il calcio mi è piaciuto subito, fin da bambino. Logicamente,la frase fatta che dicono tutti, la prima cosa che si calcia da bambiniè il pallone. Ho giocato al San Paolo di Vicenza per quattro anni. Poi sono passato un anno a Montecchio e successivamente ho fatto cinque anni nel settore giovanile del Vicenza. Esperienze con la Prima Squadra sono state mezzo anno a Caldiero e mezzo anno a Villafranca. L’ultima avventura a Pozzonovo, prima dello stop del campionato a causa del Covid-19»

L’arrivo a Schio.Raccontaci.«È stato inaspettato. Pensavo, infatti, di restare fermo fino alla fine della stagione, in questi mesi finali. In realtà ho ricevuto la chiamata e ho accolto ben volentieri la proposta. Fin da subito ho trovato un gruppo disponibile, propenso a riiniziare con tanta voglia. Adesso sta a noi farci vedere e battagliare in campo».

Sogni e i Tuoi Obiettivi di Alessandro Sacchetto, con lo Schio e per il futuro?«Metterci e mettermi in mostra il più possibile, sia a livello individuale che come squadra. E poi fare il meglio e arrivare più in alto possibile con lo Schio per queste otto partite. Dopo si vedrà»

Scoutit:  Nel mese di aprile Scoutit  svolgerà un seminario di quattro serate a titolo “Dietro il calciomercato”. Quattro appuntamenti dove approfondiremo, insieme a un direttore sportivo, un procuratore sportivo e un avvocato che lavora nell’ambito delle procure, tutte le tematiche riguardanti il mondo del calciomercato. Come si svolge, quali sono gli attori coinvolti, i bisogni dei club e dei giocatori, i meccanismi che si celano dietro ciò che comunemente si conosce. I nostri ospiti spiegheranno anche come poter concretamente iniziare un percorso in questo mondo. Un appuntamento imperdibile per chi ama seguire il mercato e che penso sia ideale da proporre in un canale come il tuo, dove queste tematiche sono al centro dell’attenzione. Qui il link della pagina dell’evento: https://www.scoutit.co/dietro-il-calciomercato/ I relatori Danilo Pagni (Ds), Alessandro Orlandi (procuratore sportivo) Francesco De Santis (avvocato)

Usufruendo di questo codice: CALCIOVICENTINO-10  otterete uno sconto di 10 euro sul costo di partecipazione

Serie B: in serata la Salernitana batte il Frosinone.

Pordenone – Entella  3-0 Ciurria, Musiolik e Butic (P)
Ascoli- Vicenza  2-1 Dionisi, Sabiri (A) Gori (V)
Pisa- Lecce  0-1 Coda (L) su rigore
Cosenza – Cremonese 0-1 Strizzolo (Cr)
Monza – Pescara 1-1 Frattesi (M) Ceter (P)
Cittadella- Reggina 1-1 Berretta (C) Bianchi (R)
Reggiana – Brescia 2-2  Zamparo (R) Aye (B), Mateyu (B) Varone (R)
Spal – Venezia 1-1  Di Francesco (S) Ceccaroni (V)  (ore 19.00)
Salernitana- Frosinone 1-0 Cicerelli

Empoli – Chievo non disputata

Classifica: Empoli 59, Lecce 58,  Salernitana 54, Monza 52,  Venezia  50, Spal 47, Cittadella 46,  Chievo 45, Brescia 42, Vicenza 41, Reggina 41, Pisa 40, Frosinone 39,  Cremonese 39, Pordenone 37, Cosenza 32, Ascoli 31, Reggiana 31,   Pescara 27,  Entella 22

Il punto : Il Lecce batte il Pisa e avvicina l’Ascoli che ha due gare da recuperare. La Salernitana batte il Frosinone  e va al terzo posto.  Il Monza perde l’ennesima occasione pareggiando con il Pescara. La sconfitta del Vicenza è bruciante in ottica play-off ma  non preoccupa per la bassa classifica visto che rimangono 9 i punti di vantaggio sulla quintultima in classifica, il Cosenza. Entella ormai rassegnato dopo la secca sconfitta di Pordenone e Ascoli che crede ancora nella salvezza.

Serie D:  

Inizia una settimana calcistica importante per il girone C !!! Oggi ci sarà un solo recupero che riguarda la 14º giornata dove l’Union C.S. va a far visita al Caldiero ! Era il 28-02 quando i chioggiotti sbancavano Este con un secco 0-3,e da allora stop forzato per i ragazzi di Andreucci a causa del Covid !!! Con 5 gare da recuperare l’Union C.S. può ancora inserirsi nella lotta per il titolo,resta da capire quanto e come ha inciso il lungo stop !!! I gialloverdi di mister Soave però sono sempre un osso duro da giocarci contro. Gran bella partita che si giocherà allo stadio “Mario Berti” di Caldiero che non ha nulla da invidiare a tanti manti erbosi professionistici !!! Inizio gara alle ore 15.00 con la diretta che troverete sulla pagina Facebook del Caldiero (Dilettanti a Chi?)

Domani sono in programma queste gare di recupero:

Trento –Manzanese
Delta Porto Tolle–Chions

V

Vicenza  le dichiarazioni di Giacomelli dopo la gara di Ascoli: “Oggi potevamo fare molto meglio, abbiamo giocato poco, anche se comunque è stata una partita un po’ strana. Potevamo palleggiare molto di più, perché c’erano gli spazi tra le linee per metterli in difficoltà, purtroppo non ci siamo riusciti. Dobbiamo rimboccarci le maniche: domenica si torna a battagliare, ci mancano questi pochi punti per arrivare alla salvezza e l’unico obiettivo ora deve essere la prossima partita. Nel primo tempo abbiamo avuto qualche buona ripartenza con Lamin ma potevamo giocare molto di più, perché se giochiamo bene tecnicamente e stiamo vicini, abbiamo dimostrato in tante partite che la differenza la facciamo. Oggi non siamo riusciti a mettere in campo quello che avevamo provato e quello che dovevamo fare, quindi complimenti all’Ascoli, ma noi dovevamo fare di più e quando palleggiamo facciamo la differenza. Cosa è successo in occasione del mio cambio? Non lo so di preciso. Io ho visto il mio numero e sono uscito. Le assenze? Per noi sono giocatori importantissimi e lo hanno dimostrato in tante partite, però non può essere un alibi, perché abbiamo dimostrato durante l’arco di tutta la stagione, che con il cuore e la determinazione, possiamo superare qualsiasi assenza. Purtroppo siamo in tanti in diffida, quindi capiterà nelle prossime partite di avere assenze. Domenica ci sarà un’altra battaglia, rientreranno tutti quanti e vedrete che andremo a prenderci punti a Reggio Calabria. La mia condizione? Mi sento bene. Ho recuperato da un piccolo problema al polpaccio, a causa del quale ho fatto fatica ad allenarmi e sono rientrato solo per la rifinitura prima della gara contro il Cittadella. Sto riprendendo il ritmo e so che devo fare le ultime 6 partite al massimo, perché so di aver aiutato la squadra negli ultimi mesi. Ora occorre rimettere benzina e ricaricare le pile, affrontando queste ultime sei partite come se fossero sei finali, cercando di fare più punti possibile perché non si sa mai cosa possa succedere. Come deve arrivare il Vicenza a Reggio? Carico, cattivo, dobbiamo andare ad imporre il nostro gioco, cercando di portare via tre punti che per noi sono fondamentali.”

Giacomelli contro il Monza

Recapiti del sito
Mail: info@calciovicentino.it
Telefono e Whatsapp 335 7150047
Facebook / calcio vicentino

Sull'Autore

Federico Formisano