Coppa Veneto Prima Categoria

Oh Lissa: il gol del n°7 apre la strada al Dueville che si issa ai Quarti dopo la doppietta di Schiesaro: 3-1 all’Arcugnano

Scritto da Omar Dal Maso

Un paio di gol e azioni pregevoli confermano il momento di forma dei neroverdi in campionato e in coppa, nonostante le rotazioni. Un Arcugnano senza qualche freccia al suo arco non regge alla distanza e segna solo nel finale. 

DUEVILLE CALCIO: 1. Spiller, 2. Passuello, 3. Nuvoli, 4. Fait, 5. Maculan, 6. Carretta, 7. Lissa Dal Prà, 8. Peruzzo, 9. Schiesaro, 10. Boschiero, 11. Di Maggio. All. Davide Morselli (a disposizione Pavan, Bortoli, Pesavento, Pianezzola, Boscato, Girotto, Meda, Ristic, Bigarella).
ARCUGNANO: 1. Zardo, 2. Beggiato, 3. De Tomasi, 4. Pavan, 5. Marin, 6. Ghirardelli, 7. Rampazzo, 8. Corvi, 9. Mantoan, 10. Maran, 11. Salano. All. Alessandro Cogno (a disposizione Pamato, Zaimi, Zampieri, Bajo, Valente, Stasik, Gisaldi, Cisco)
RETI: nel primo tempo 32′ (D); nel secondo tempo 5′ e 31′ Schiesaro (D), 42′ Rampazzo (A).
NOTE: Spettatori 70 circa. Ammoniti Passuello, Maculan, Carretta e Peruzzo (D), Ghirardelli (A).
SOSTITUZIONI: Dueville entra al 1′ st Bigarella (Di Maggio) e Meda (Boschiero), 16′ Pianezzola (Caretta), 31′ Girotto (Schiesaro) e 36′ Pesavento (Fait). Arcugnano entra al 9′ Gisaldi (Mantoan), 11′ Stasik (De Tommasi), 14′ Valente (Corvi).

Stadio “Renato Cogo” (Dueville). Un team che avanza, Dueville che vince, tris di reti e quarto di finale in tasca. E alla fine si danno il cinque i calciatori neroverdi di casa, confermati in sei dal 1′ tra quelli in campo domenica contro lo Junior Monticello (vittoria per 2-0 in campionato), tutti meritevoli di un sette in pagella che vale il pass per riservato alle migliori otto squadre del Veneto nel Trofeo di Prima Categoria e una prova del nove superata con… lode. Il confronto si conclude con un 3-1 ben più brillante del punteggio finale, a conferma del magic moment dell’undici guidato dal giovane mister Davide Morselli.  Nell’ottavo di finale tutto vicentino andato in scena in serale la squadra di casa sferra una prima picconata nel primo tempo dopo una ventina di minuti di nulla di fatto, per poi collezionare palle gol nella ripresa e cacciarne in porta due con la doppietta di Schiesaro, salvo poi rilassarsi nel finale contro un Arcugnano poco incisivo, e attivo solo nel finale ormai scritto.

Squadre in campo con defezioni obbligate e anche con chance di coppa per qualche seconda linea. La cronaca dei primi 45′ vede al 20′ la prima vera palla gol del duello tra la squadra di casa in tenuta gialloverde per l’occasione e quella ospite in biancoblu. A gridare al gol è Di Maggio, che si ritrova su azione palla sui piedi praticamente dal dischetto del rigore, calcia piazzandola di sinistro trovando però la paratone in tuffo di Zardo in corner. Dalla banderuola Passuello si arrampica in aria e incorna ma la soluzione è imperfetta e la sfera sorvola la porta. L’Arcugnano risponde al 25′ facendo tremare la difesa del Dueville dopo che un rimpallo favorisce Rampazzo, il migliore dei suoi al pari del portiere già menzionato, tiro sottomisura deviato ma ci pensa Nuvoli a scaricare fuori paese la palla avvelenata che si era impennata in area piccola. E’ tempo di gol e la sveglia suona per il Dueville, sfruttando gli sviluppi di un nuovo corner con Lissa Dal Prà che aggancia in area sul filo dell’off side e al 32′ sferra il tiro mancino lentino ma precisino nell’angolino su cui nulla può il pur bravo n°1 dei Colli Berici. Si tratta di un gol rompiscatole per gli ospiti ma soprattutto apriscatole per un match prima in equilibro: da qui all’intervallo – e anche alla ripresa – il Dueville domina in mediana e crea così azioni da leccarsi le dita e godere doppiamente a metà per le punte di casa. Al 37′ assist in profondità delizioso di Schiesaro per Boschiero che stoppa sbilanciando il difensore dirimpettaio e tira a effetto mancino, con sfera fuori di poco. Al 42′ altra azione da Playstation che smarca Peruzzo pronto alla bordata, sparata però in contemporanea al fischio per offside del direttore di gara. Si va in pausa sull’1-0, con sentenza tutt’altro che passata in giudicato ma l’impressione che alla crescita casalinga corrisponda il calo degli ospiti.

Si riparte con Morselli che ridisegna per due terzi la linea avanzata e un Bigarella in versione “prendimi-se-ci-riesci” che ben servito dai mattacchioni con la sua stessa maglia fa ammattire la difesa dell’Arcugnano pur senza siglare il punto. CI penserà Schiesaro, in un tandem che ha funzionato a puntino per mezzora. Al 4′ galoppata del neoentrato con il n°20 sulla schiena, si fa quasi 50 metri in progressione prima di venire bloccato in extremis in red zone. Al 5′ arriva il raddoppio, con mezza squadra a metterci il piede: gli ultimi due tocchi decisivi sono si Passuello che defilato in area tira di prima, sulla traiettoria c’è Schiesaro che addolcisce la gittata e gira in porta il diagonale del 2-0. Al 10′ il tris sembra servito, con Bigarella scatenato quando parte al galoppo, ne salta uno e sembra seminarne altri due ma il suo tocco sul portiere Zarso in uscita sfiorisce a pelo d’erba non lontano dal palo. Poco Arcugnano dalle parti di Spillare: mezza lamentela di Rampazzo che assaggia l’erba dopo una sportellata masculina in area con un difensore al 15′, poi la miglior palla gol capita sui piedi del neoentrato Gisaldi al 18′, su bel servizio in profondità di Maran. Peccato per il destro rasoerba stiracchiato sul fondo da posizione ottimale. Al 21′ ancora “Biga” fa sfracelli in area arrivando a mettere una palla in mezzo che ballerà un metro davanti la linea di porta senza trovare amici a capitalizzarla, e si arriva così al 3-0 parziale che di fatto fa decollare l’ascensore del Dueville verso i quarti. Da un cross da banda sinistra calibrato di Bigarella super assist al volo di Lissa Dal Prà per Schiesaro che non si fa pregare e la mette a fil di palo. L’azione corale è di prima categoria, e stavolta non si parla di categoria d’appartenenza delle due squadre di fronte. La squadra ormai battuta ha il merito di rendere godibile l’ultimo quarto d’ora, provandoci di testa con Marin (alto) e dalla distanza con Zampieri (tiro centrale), e soprattutto con l’azione personale di Rampazzo che al 42′ dalla linea destra di fondo si beve mezza difesa fino quasi a trovarsi il naso sul primo palo, riuscendo a trovare il jackpot nella mischia davanti la linea di porta. Difficile attribuire la paternità ufficiale del gol dalla tribuna tra lui, i compagni Maran e Gisaldi e qualche zampa dei difensori, ma il merito principale è sicuramente suo. Appena meno indigesto così il punteggio finale per gli sconfitti, con l’Arcugnano che dopo il 3-1 saluta la competizione, lancia il Dueville nella volata a otto per la corsa al Trofeo Veneto. Per i padroni di casa unico neo della serata i quattro cartellini gialli, pesanti in funzione futura viste le diffide pendenti…

Sull'Autore

Omar Dal Maso