Serie D

Una prova di squadra: l’Arzignano batte Spinea e guadagna in classifica!

Scritto da Federico Formisano

FC ARZIGNANO VALCHIAMPO – FC SPINEA 1966 3-1

ARZIGNANO VALCHIAMPO: Bacchin, Cariolato,  Vessella (31′ st Gning), Bigolin, Molnar;  Casini,  Beltrame (41′ st Cescon), Antoniazzi (31′ st Bonetto), Pellielo; Fyda, Gnago (19′ st Calì).  All. Bianchini.


SPINEA: Urban, Rocco (48′ st De Poli), Ferrazzo (27′ st Zanchin), Chin, Dal Compare, Vecchiato, Numi, Brugnolo, Menato, Strechie (41′ st Benjamin), Pasha (44′ pt Barbon). All. D’Este.
ARBITRO: Santarossa di Pordenone
MARCATORI: 16′ pt Casini (A), 5′ st Gnago (A), 43′ st Menato (S), 46′ st Fyda (A su rigore)

La Decima Giornata di Serie D si conclude con la bella vittoria dei Giallocelesti. Al Dal Molin, 3 a 1 il risultato al triplice fischio di Arzignano Valchiampo – Spinea. In una prova di squadra, sono tre le reti messe a segno dagli uomini di Mister Bianchini che portano la firma di Casini, vicecapitano del match, Gnago e Fyda su rigore. Per i gialloblù veneziani è l’attaccante Menato ad accorciare le distanze al 43′ del secondo tempo.

Dopo i primi quindici minuti di gioco, il direttore di gara fischia un rigore a favore dell’Arzignano Valchiampo. Il cross di Vessella per Fyda in area trova il fallo di Dal Compare che concede così penalty. Dal dischetto il tiro è affidato a Gnago, Urban para. Casini, però, con capacità e velocità insacca preciso di testa sulla ribattuta.

Poco dopo riparte in corsa Gnago alla ricerca di Beltrame, ma recupera lo Spinea. La seconda occasione dei Giallocelesti arriva con la giocata di Pellielo che mette in area una palla pericolosa trovando l’inserimento perfetto di Antoniazzi che colpisce di testa. Urban para e concede il corner. Il club veneziano gioca e ci prova con Strechie: Molnar intercetta e devia.

Prima del duplice fischio si fanno ancora pericolosi gli uomini di Mister Bianchini: prima con il colpo di testa di Gnago sul tiro battuto in angolo da Antoniazzi e poi al 40′ di nuovo con il numero 20 Gialloceleste che va in scivolata sull’assist di Beltrame cercando la porta.

Il secondo tempo si apre con la seconda rete dell’Arzignano firmata da Gnago al 5′ della ripresa.

Al 13′ lo Spinea conquista punizione: sul pallone Strechie. Scorrono i minuti e capitan Bigolin ferma Barbon. Calì, subentrato a Gnago, fa subito coppia d’attacco con Fyda. Il numero 7 gioca palla e cerca in area il compagno. Poco dopo è il numero 9 a creare il passaggio giusto per Fyda che va al tiro. Urban para, Fyda recupera e indirizza a Calì. Interviene Antoniazzi.

A creare un buon gioco partendo dalla difesa è il giovane Cariolato, in partita dal primo minuto, che crea l’azione da far sviluppare ai compagni di centrocampo o in attacco.

Al 43′ lo Spinea accorcia le distanze con Menato che con prontezza recupera palla in area e oltrepassa Bacchin, suo ex compagno di squadra con la maglia della Luparense nella stagione 20-21. L’Arzignano Valchiampo, però, al 46′ sigla la terza rete con il rigore procurato e segnato da Szymon Fyda (trattenuto in area da Vecchiato). La gara termina dopo 4 minuti di recupero.

Sull'Autore

Federico Formisano