Serie D

A Gomes De Pina risponde Beccaro. Pari e patta tra Montecchio e Luparense al Cosaro

Scritto da Marco Marra

Si accende nel finale la sfida tra Montecchio Maggiore e Luparense con due reti negli ultimi 10’ di gioco. Primo tempo povero di emozioni, si segnalano un paio di occasioni per parte e poco altro. Nel finale passano i castellani con il colpo di testa di Gomes de Pina; tre minuti più tardi rimette le cose a posto la Luparense con il rigore di Marco Beccaro. Secondo pareggio consecutivo per la squadra rossoblù, primo punto stagionale per il Montecchio.

MONTECCHIO MAGGIORE – LUPARENSE 1-1 (Primo tempo 0-0)

 

MONTECCHIO MAGGIORE (5-3-2): Portinari; Zanazzi (64′ Munoz), Dal Cortivo, Zanella ( C ) (42′ Meggiolaro), Seno, Rocco; Djuric, Burato, Ferchichi (58′ Pegoraro); Visinoni (71′ Strada), Ngissah (71′ Gomes De Pina)   All. Vittadello

LUPARENSE (3-4-1-2): Milan; Maset, Solerio, Mariutto; Beltrame (85′ Russo), De Leo (75′ Bia), Rubbo ( C ) (62′ Boscolo), Casarotto; Beccaro; Bussi (62′ Gnago), Persano All. Zironelli

MARCATORI: Gomes De Pina (M) 81′, Beccaro (rig.) (L) 84′

AMMONITI: Rubbo (L) 59′, Strada (M) 93′

CONCLUSIONI (NELLO SPECCHIO): 4 (2) – 5 (4) FALLI: 9 – 10 CALCI D’ANGOLO: 4 – 4

DIRETTORI DI GARA: Maresca (Napoli), Giuseppe (Novara), Cocomero (Nichelino)

LA CRONACA

Vara una modifica tattica Mister Zironelli, considerata la necessità di sfruttare maggiormente gli spazi sull fasce e conferire dinamicità al possesso palla dei suoi. Si parte dunque con una coppia di mediani innovativa composta da De Leo e Rubbo, sulle laterali Beltrame e Casarotto, con Bussi e Beccaro a spalleggiare Persano. Una Luparense che in tutta risposta punta su un fraseggio ragionato in attesa di un sotterfugio con cui scalfire il baluardo avversario, ma di fatto, a parte una conclusione velleitaria da parte di Beccaro a ridosso del quarto d’ora, fa fatica a sfondare. Sul fronte opposto il Montecchio Maggiore si fa minaccioso dalle parti di Milan con una doppia conclusione di Visinoni, rimpalla la difesa rossoblù e sventa la minaccia. Poco altro da segnalare, le due squadre prediligono l’attenzione e l’ordine nella manovra del pallone e tutto ciò fa sì che la prima frazione di gioco si concluda con un nulla di fatto. Occorrerà una scossa per sbloccare il match, potendo anche contare sui giocatori pronti a subentrare dalla panchina.

Nel secondo tempo a partire forte sono i padroni di casa: sugli sviluppi di un corner battuto da capitan Burato, svetta di testa Seno e costringe ad un ottimo intervento Milan; sul fronte opposto si fa pericoloso per due volte Marco Beccaro: prima su assist di Rubbo, poi servito da Casarotto, con Portinari abile in ogni caso a neutralizzare le minacce. Un Montecchio in grado di resistere quando necessario e poi anche di presenziare in massa nella metà campo avversaria. Di concreto però c’è poco da descrivere, se non una serie di contrasti fortuiti a centrocampo utili alle due squadre solo per annullarsi a vicenda. Per il Montecchio l’occasione più succulenta nasce sugli sviluppi di un corner, ma Djuric non riesce a svettare nitidamente anche a causa di uno scontro involontario con Ngissah.

Preme il piede sull’acceleratore la formazione allenata da Vittadello e, sfruttando al meglio una palla inattiva, passa a comandare grazie al colpo di testa del neoentrato Gomes De Pina, su assist pennellato di Burato dagli sviluppi del corner. A coronamento di una buona resilienza messa in mostra sul terreno di gioco, i castellani passano a comandare costringendo i Lupi ad una pronta reazione. I ragazzi di Zironelli assorbono il colpo e passano al contrattacco, guadagnandosi un penalty per fallo ai danni di Gnago in piena area di rigore. Dal dischetto Marco Beccaro, appena appropriatosi della fascia da capitano, centra l’incrocio dei pali riportando i rossoblù sul livello del mare, timbrando il cartellino per la seconda volta in stagione.

 

In chiusura gli uomini di Zironelli tentano un timido forcing conclusivo, andando ad insidiare almeno in due occasioni il baluardo dei castellani ma non riuscendo a capitalizzare le occasioni prodotte: la più succulenta capita in pieno recupero a Mattia Persano, la cui incursione in area di rigore viene ostacolata ottimamente da Dal Tardivo, veemente e puntuale in chiusura. Il match del Gino Cosaro ha poco altro da narrare e va dunque agli archivi sul punteggio di 1-1. Un punto a testa che occorre poco ad entrambe, il Montecchio Maggiore smuove la classifica e conquista il primo punto in campionato dopo la disputa di tre turni, mentre invece la Luparense è costretta al secondo pareggio consecutivo col medesimo risultato maturato la settimana scorsa con il Cjarlins Muzane. Con il pareggio del Campodarsego i Lupi mantengono il distacco di soli due punti rispetto alla vetta della classifica, rimanendo in scia ma consapevoli al tempo stesso che occorrerà ricorrere al duro lavoro per preparare le prossime delicate sfide. Mentre invece il Montecchio Maggiore dimostra buon carattere e determinazione, nonostante le ultime vicissitudini relative al recente cambio di guida tecnica: un punto guadagnato sul campo contro una delle formazioni più quotate del torneo, dimostrando sicuramente grande forza di volontà.

Nel prossimo turno il Montecchio Maggiore sarà impegnato sul campo della Clodiense, la Luparense andrà a far visita alla Prodeco Montebelluna

Marco Marra

Sull'Autore

Marco Marra