Editoriali

Campi in sintetico: noi proseguiamo nella nostra battaglia

Scritto da Federico Formisano

Oggi si gioca solo sul campo di San PIo X in sintetico che ospita due gare del Vicenza: Giovanissimi Nazionali alle 12.30 e gli Under 17 Nazionali alle 15.00

Le immagini che abbiamo pubblicato che vi riproponiamo nuovamente dell’allenamento disputato dal Vicenza sono inequivocabili sulle condizioni dell’impianto: praticamente perfetto e certamente praticabile.

Ma la Federazione sui campi in sintetico mette continuamente paletti ed ostacoli e la cosa lascia perplessi.  Nel 2014 fu una trasmissione di Report della giornalista Stefania Rimini ad aprire inquietanti interrogativi sulle motivazioni del costo assurdo della omologazione degli impianti. http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-55281c9e-c58b-49ef-9a87-837558596871.html

In quella trasmissione emerse che la prima omologazione costa 20.000 euro, e ogni 5 anni sono necessari altri 5000 euro per l’ulteriore visita del tecnico omologatore.
Ma l’altra questione inquietante e che potrebbe aprire presto una problematica senza soluzioni è quella della scadenza decennale dell’omologazione. A Monteviale e a Lerino i dieci anni sono trascorsi e la Federazione ha già avvertito quelle società: per il prossimo campionato dovrete affrontare la spesa del rifacimento completo dell’impianto. L’alternativa è quella di emigrare in altri impianti.. Il Sindaco di Monteviale Elisa Santucci ha però detto chiaramente che il Comune non potrà assumersi un onere di 400.000 euro circa per il rifacimento.  Tornando a Report uno dei costruttori intervistati lo ha detto chiaramente: i campi in sintetico, con i giusti interventi, sono garantiti per 30 anni. E allora perchè rifarli dopo un solo decennio ?

Certo le domande da porsi sono molte. E spesso senza risposte.

Facciamo un altro esempio: la settimana scorsa il Malo che gioca con il proprio settore giovanile sui due  campi in erba e in sintetico si è visto rinviare le gare disputate al Comunale (in erba) mentre quelle sul sintetico di Via Deledda hanno avuto luogo regolarmente. Ma che costo ha per la Federazione e per la società una gara rinviata ?

Sembra che il problema non si ponga.

Certo il rovescio della medaglia esiste: basta pensare al fatto che alcuni campi in sintetico realizzati con vecchie tecniche o con materiali non adatti, o poco manutenzionati, possono dimostrare di essere inadatti e non rispondenti alle esigenze. Ma quanti casi ci sono di questo tipo ? Noi riteniamo che siano pochi.

Campo in sintetico di Monteviale sotto la neve ma in perfette condizioni

Insomma riapriamo il dibattito sul problema e chiediamoci se un maggior utilizzo di questa tipologia di impianti non possa produrre risparmi per tutti, sopratutto per le società.

Federico Formisano

 

 


Sull'Autore

Federico Formisano