Terza Categoria

Tresché Conca – Monte di Malo sospesa a metà della ripresa. Si va al terzo atto

Scritto da Matteo Parma

Questa partita non s’ha da fare, o meglio terminare. Rinviata, non senza polemiche, lo scorso 22 dicembre per impraticabilità del campo di Monte di Malo, la partita tra Tresché Conca e i blues è stata sospesa al 66’ per infortunio del direttore di gara. A sette giorni dall’inizio del girone di ritorno, se si dovessero rispettare gli obblighi federali il match dovrebbe essere portato a termine entro giovedì 16; alle squadre non resta altro che aspettare la decisione di Vicenza.

TRESCHE’ CONCA [2]: Costenaro,  Marini, Tosetto, Zuccollo, Rivetta, Basso, Comparin, Gheller, Benetti ©, Panozzo, Pettinà (46’ Gregori). All. Frigo.

MONTE DI MALO [1]: Forlin, Corato, Dalle Fusine, Eberle, Sella (11’ De Gerone), Marchioro, Gecchelin, Aballo, Anzolin, Meneguzzo ©, Munari. All. Sella (in panchina Dal Prà)

Arbitro: Simone Ferraro di Bassano del Grappa.

Marcatori: 29’ Anzolin (M), 52’ Gheller (TC), 54’ Panozzo (TC).

Ammoniti: Rivetta (TC), 6 (TC), Meneguzzo (M), Comparin (TC)

Espulsi: Dalle Fusine (M)

Note: gara sospesa al 66’ per infortunio al direttore di gara; calci d’angolo 7-0 Tresché Conca.

Centrale di Zugliano

Inizio di gara in salita per gli ospiti che al minuto 8 si ritrovano già sotto di un uomo: Dalle Fusine atterra Panozzo lanciato a rete al limite dell’area di rigore, fallo da ultimo uomo e rosso inevitabile per il difensore. Sulla conseguente punizione nulla di fatto, con la conclusione di Gheller murata dalla barriera.

Mister Sella per mantenere l’assetto a tre dietro toglie il trequarti, al suo posto De Gerone che va a fare il terzo di sinistra.

Al quarto d’ora chance per il Treschè con il giovane Comparin che sfonda a sinistra, mette poi al centro rasoterra per l’accorrente Panozzo che chiude di prima intenzione, Forlin è attento e chiude lo specchio.

Con il passare dei minuti però è il Monte di Malo a prendere metri e fiducia; arrivano così le prime conclusioni di capitan Meneguzzo ed Eberle, entrambe imprecise.

Al 27′ break di Eberle sulla trequarti, il quattro avanza e tocca per Anzolin che in area vince un rimpallo, ma si attarda a concludere e il suo destro viene respinto dal portiere.

Passano 2′ e il Monte di Malo trova il vantaggio, in maniera alquanto rocambolesca: lancio di Marchioro qualche passo indietro il cerchio di centrocampo, palla che spiove in area con il portiere locale che calcola male il rimbalzo e si fa superare dal pallone, Anzolin ne approfitta e spinge in rete eludendo il tentativo di recupero dell’estremo difensore. Un “tiro a voragine” di Pericoliana memoria che premia il coraggio degli ospiti, decisamente più in gara dei propri avversari nonostante l’inferiorità numerica.

La risposta locale arriva al 31′ con una doppia chance firmata Benetti-Comparin: l’attaccante anticipa il portiere in uscita, il tocco è morbido con De Gerone che arriva sulla palla ma rinvia proprio sui piedi di Comparin che di destro trova solo l’esterno della rete.

Nel frattempo il match si innervosisce, con gli ospiti che chiedono prima un rosso per il sei di casa che ha una reazione ai danni di Corato, poi per il secondo giallo a Rivetta che interviene in ritardo su Anzolin. In entrambe le circostanze il direttore di gara non è dello stesso avviso.

Si va al riposo sul parziale di 1-0 Monte di Malo. All’intervallo doppio cambio operato da mister Frigo che prova a dare uno scossone ai suoi.

Avvio di ripresa veemente dei locali che al 52′ trovano il pari: gran destro dalla distanza del nuovo acquisto Gheller che sorprende Forlin con la palla che si infila sotto la traversa.

Passano due giri di lancette e il Tresché ribalta il risultato: rimessa sulla sinistra all’altezza del vertice dell’area, Comparin mette forte al centro, male la retroguardia ospite che lascia rimbalzare la sfera, Forlin calcola male i tempi e all’altezza dell’area piccola Panozzo di testa lo scavalca e fa 2-1.

Al 57′ il direttore di gara accusa i primi fastidi muscolari ed è costretto a farsi medicare dalla panchina locale.

Partita che riprende all’ora esatta di gioco ma, tempo di assistere a due conclusioni di Zuccollo e Gheller, al 66′ l’arbitro questa volta crolla proprio a terra. Nonostante un’abbondante quarto d’ora di medicazione, con vistose fasciature applicate all’altezza delle ginocchia, il giovane fischietto non è nelle condizioni di poter portare a termine la gara, che viene sospesa dallo stesso sul parziale di 2-1 Tresché.

Sull'Autore

Matteo Parma