Prima Categoria

Pedemontana ok contro la Stanga: Apolloni e Chemello firmano il 2-0

Scritto da Marco Marra

I bianconeri di Mister Bizzotto battono in casa lo Stanga con un gol per tempo: nel primo tempo sblocca Apolloni, dopo il rigore fallito da Battaglin. La Pedemontana controlla con calma nella ripresa e raddoppia nel finale con Battaglin. 2-0 e terzo posto consolidato.

PEDEMONTANA – STANGA VI EST 2-0 (Primo tempo 1-0)

PEDEMONTANA: Cavedon; Bigolin, Sartore, Genero, Ballardin; Polga (85’ Dal Sasso), Moro (78’ Busellato), Apolloni (81’ Popovic), Frigo; Santini (70’ Chemello), Battaglin   All. Bizzotto

STANGA VI EST: Berno; Pettenuzzo, Pavan, Pianezzola, Liotto; Stefani (78’ Laftah), Piazza (60’ M’Baye), Sacchetto (88′ Rankovic); Secco, Guarino (46’ Doda), Sparelli   All. Di Stefano

MARCATORI: 39’ Apolloni (P), 86’ Battaglin (P)

AMMONIZIONI: 15’ Piazza (S), 68’ M’Baye (S), 75’ Apolloni (P),

Servizio e foto di Marco Marra. Nei prossimi giorni il Video su Facebook (CalcioVicentino)

Allo stadio comunale di Chiuppano si sfidano Pedemontana e Stanga Vi Est in un match valido per la 25° giornata del girone C di Prima Categoria. Pedemontana reduce da tre roboanti vittorie consecutive contro Grisignano, Alte Ceccato e Silva Marano. Oggi i ragazzi di Mister Bizzotto andranno alla ricerca di tre punti che li aiuterebbero a tener vive le speranze di primo posto, attualmente distante quattro punti seppur la capolista Tezze abbia una partita in meno. La Stanga è reduce da due pareggi consecutivi con Le Torri e Poleo Aste; Biancorossi bisognosi di punti per l’obiettivo salvezza diretta, attualmente distante un solo punto.

Giornata di tempo non particolarmente gradevole, con gelide folate di vento e qualche sporadica precipitazione a dar fastidio a spettatori ed atleti. Pedemontana in completo nero, Stanga in completo rosso. Dirige l’incontro il sig. Michele Franchini della sezione di Verona.

LA CRONACA

Schieramento iniziale della Pedemontana che vede Bigolin e Ballardin laterali difensivi, Sartore e Genero centrali, centrocampo a quattro con Polga e Frigo sulle fasce, Moro e Apolloni al centro, tandem d’attacco formato da Santini e Battaglin. Rispondono gli ospiti schierando Pettenuzzo e Liotto laterali difensivi, Pavan e Pianezzola al centro; centrocampo a tre formato da Stefani, Piazza e Sacchetto, tridente d’attacco composto da Secco, Guarino e Sparelli.

Avvio di gara senza squilli rilevanti, due squadre che provano a studiarsi senza provare l’affondo. La Pedemontana crea il primo pericolo al 13’ su calcio d’angolo: Frigo crossa al centro e Polga devia di testa in piena area, bravo Berno a dir di no in tuffo. Poco dopo pericoloso anche Frigo che controlla bene un lancio in area e calcia al volo di sinistro tra le mani di Berno.

Molti scontri duri in questa fase di gioco. La Pedemontana insiste con la sua manovra offensiva e la Stanga prova a difendersi come può. Al 22’ stacco di testa di Santini sul corner di Frigo: palla di poco alta. Grande occasione per i bianconeri al 26’ con un calcio di rigore guadagnato da Battaglin. Dal dischetto però lo stesso Battaglin non riesce a far centro con il destro, cogliendo il palo alla destra di Berno. Prova a rifarsi il bomber bianconero 5 minuti dopo sfruttando la sponda volante di Santini per sfoderare il destro dal limite, respinge un difensore ospite.

Frigo si scambia di fascia con Polga, andando ad occupare la corsia sinistra: ciò porterà ad un nuovo pericolo per la porta ospite con il cross dalla sinistra dell’esterno in maglia 3 che trova Berno impreparato nell’uscita, prova ad approfittarne Apolloni ma col destro spara alto da buona posizione. Un minuto dopo, al 39’, grande chance ancora per Battaglin, che liberato bene in area piazza il destro ma trova Berno attento.

Al terzo tentativo, i bianconeri vanno finalmente a segno, sfruttando al meglio un calcio d’angolo: cross di Frigo e colpo di testa in mischia di Apolloni che non dà scampo all’incolpevole Berno. È bastata una fiammata alla Pedemontana per sbloccare questa partita piuttosto serrata. Va in vantaggio la squadra che fin qui ha avuto quasi interamente il pallino del gioco in mano.

Il primo tempo si chiude sull’ 1-0 per i bianconeri, fino a qui si è visto poco spettacolo in campo.

Nella ripresa la musica però non cambia in termini di occasioni: seppur la Stanga appaia più propositiva ed organizzata rispetto al primo tempo, le chances per il pareggio stentano ad arrivare e la Pedemontana può dunque controllare senza affanni. Al 58’ Polga va anche vicino al raddoppio con un sinistro potente sul lancio di Genero, devia un difensore in corner. Al 74’ altra occasione per la squadra di casa con il destro a giro da fuori area del solito Battaglin, bloccato però agevolmente dal portiere ospite.

Le due compagini provano con vari cambi a trovare la svolta, specie la Stanga costretta ancora ad inseguire: l’unica occasione buona per gli ospiti si presenta al 84’ quando Laftah raccoglie un pallone volante in area e scarica un sinistro al volo che sfiora la traversa con Cavedon battuto.

Nemmeno il tempo di crederci che la Pedemontana sfrutta un contropiede e trova il raddoppio, chiudendo di fatto il match: Genero lancia in verticale il neo entrato Chemello, che scatta dalla propria metà campo e dunque in posizione regolarissima punta il portiere avversario e lo batte di destro. 2-0 e partita in ghiaccio per gli uomini di Bizzotto; undicesimo gol in campionato per Nadir Chemello.

Dopo 4 minuti di recupero il direttore di gara manda tutti sotto la doccia e sancisce la vittoria della squadra di casa. 2-0 per una Pedemontana non spettacolare, ma incisiva e cinica al punto giusto. In campionato del resto serve saper vincere pur senza incantare al fine di gestire le forze al meglio. La Stanga ha peccato senz’altro di incisività in fase offensiva e nelle poche occasioni avute non ha saputo concretizzare.

LA CLASSIFICA E I PROSSIMI IMPEGNI

La Pedemontana sale a 50 punti, al terzo posto a pari punti col Monteviale che però ha una partita in meno. Sono solo due le lunghezze che separano i bianconeri dalla capolista Tezze, anch’essa con una partita in meno. La Stanga invece rimane a quota 20, in zona play out, ma sotto di soli due punti rispetto alla zona salvezza.

A seguire sulla pagina Facebook “Calciovicentino.it” troverete il video highlights della partita.

Marco Marra

Sull'Autore

Marco Marra