Prima Categoria

Pedemontana più cinica. Real San Zeno frenato.

REAL S. ZENO ARZIGNANO: Dalla Gassa, Chemello (36′ st Belluzzi F,), Dal Lago, Castegnaro, Mosele (29′ st Zamperetti), Dal Maso (38′ pt Miste), Crestani (1′ st Bergozza), Callegaro, Met Hasami, Belluzzi G., Vallarsa (26′ st Ferraro). All. Vinoli.

PEDEMONTANA: Anzolin, Ballardin (29′ st Sartore), Moro, Zordan (38′ st Busellato), Campese, Genero, Polga (44′ st Zavagnin), Zanella, Chemello
(11′ st Cavedon), Battaglin, Frigo (22′ st Tretto). All. Fabris.

Foto di repertorio di Chiara Diletta Rizzato (Alto Astico Cogollo – Pedemontana) Azione di Frigo

Arbitro: Zanoni di Verona
Reti. Pt: 8′ e 19′ Chemello (P), 36′ Battaglin (P), 39′ Crestani (R) su rigore; st: 12′ Miste (R) su rigore, 40′ Miste (R), 47′ Battaglin (P).
Espulsi: 10′ st Anzolin (P)

Match pirotecnico con finale al cardiopalma quello che si consuma allo stadio comunale di Tezze; i padroni di casa del Real San Zeno, neopromossi in prima categoria e reduci da un risultato positivo domenica scorsa e dalla vittoria in coppa di mercoledì con relativo passaggio del turno, ospitano la Pedemontana, squadra ben attrezzata che ha avuto però un inizio altalenante.
Nel corso del primo tempo il pallino del gioco è in mano agli ospiti, che dopo appena 10 minuti passano; il numero 11 Frigo fa partire un cross lungo
dalla sinistra sul quale si avventa di testa Chemello che fa 1-0; pochi minuti dopo azione fotocopia cross da sinistra e Polga di testa non inquadra lo specchio.
La reazione dei padroni di casa non c’è e Chemello in campo aperto sfruttando un errore difensivo buca Dalla Gassa e fa 2-0 siglando la doppietta personale.
Ospiti a questo punto sul velluto che contuinuano a spingere, Zordan lancia lungo a tagliare il campo per Polga che ubriaca di finte capitan Dal lago e
serve un cioccolatino in area a Battaglin che sempre di testa appoggia in rete. 3-0 e partita che sembra già chiusa dopo poco più di mezz’ora di
gioco. Ma si sa che il calcio è strano e questa partita ne sarà l’emblematica dimostrazione. Prima del riposo contatto in area della Pedemontana, Zordan si aggrappa alla maglietta di un avversario e l’arbitro concede il penalty tra le proteste degli ospiti. Batte il numero 7 locale
Crestani, Anzolin intuisce ma è gol, 3-1;
Prima del riposo altra chance enorme per gli ospiti che sembrano poter sfondare sulla corsia destra: bella combinazione sullo stretto
Polga-Ballardin con quest ultimo che si trova a tu per tu con Dalla Gassa in posizione leggermente defilata e prima si vede respingere il tiro
dall’estremo difensore poi sulla ribattuta spara incredibilmente alto da pochi passi. Chance sprecata, si va negli spogliatoi con i padroni di casa
rinfrancati dalla rete quasi insperata, e gli ospiti col rammarico di non averla chiusa definitivamente.

Foto di repertorio di Antonio Martinello (Monteviale – Real San Zeno)

Si riparte con lo stesso copione con cui era finita la prima frazione Frigo calcia due punizioni da posizione favorevole, la prima impatta sulla
barriera la seconda sfiora il palo di poco. Ma è proprio a questo punto che accade l’imprevedibile fatto che stravolge il match; poco prima del quarto d’ora di gioco Campese e Anzolin pasticciano sugli sviluppi di un retropassaggio, l’estremo difensore ospite è costretto ad atterrare Belluzzi in area di rigore e per il direttore di gara non ci sono dubbi: secondo penalty ed espulsione; Pedemontana in 10, mister Fabris toglie Chemello entra il secondo Cavedon che però nulla può sul rigore calciato da Miste: 3-2 e partita definitivamente riaperta.
Sulle ali dell entusiasmo i padroni di casa ora ci credono fortemente e inziano a riversarsi in avanti anche se in modo confusionario, ma è la
Pedemontana che malgrado l’uomo in meno prova comunque a reagire con bomber Battaglin, prima con un destro a giro da posizione molto defilata
che si perde alto, poi propiziando un cross sul quale si avventa in scivolata il numero 7 Polga, autentico motorino della fascia destra, che da
posizione quasi impossibile impegna non poco Dalla Gassa che si salva con l’aiuto del palo. A tratti anche sfortunata la Pedemontana.
Ma al 40 esimo arriva quella che sembra la beffa definitiva per gli ospiti: cross da sinistra di Miste, palla che rimbalza in area senza essere toccata
da nessuno e si infila lemme lemme alla sinistra di Cavedon. 3-3 e rimonta completata; davvero incredibile quello che si è visto fino ad ora, con la
squadra di casa che sembrava condannata sul 3-0 e che invece complice anche la disattenzione degli ospiti riesce incredibilmente ad annullare lo
svantaggio.
Ora il Real sembra addirittura poter rischiare il colpaccio con la Pedemontana alle corde anche psicologicamente ma invece, in pieno recupero,
il numero 9 bianconero Battaglin raccoglie un cross da sinistra del nuovo entrato Busellato che aveva ben evitato la marcatura del Chemello di casa e
al volo deposita in rete il definitivo 4-3 e la doppietta personale.
Esplodono di gioia gli ospiti ed i tifosi chiuppanesi che portano a casa una vittoria più sofferta del previsto e ad un certo punto anche insperata.
La settimana prossima Pedemontana impegnata in casa conteo la rivelazione di questo inizio di campionato Junior Monticello, Real San Zeno che farà
visita al Sovizzo.

 

Sull'Autore

Redazione1