EVIDENZA

Un pacchetto di proposte al CRV delle società unite! Le altre news della notte!

Scritto da Federico Formisano

Le società dilettantistiche unite hanno scritto  al Crv della Figc illustrando il loro protocollo.  L’inizitiva è partita dal Bassanese con il coinvolgimento di Bassano, Virtus Romano, Calcio Rosà,  San Vito Bassano, Marosticense, Eurocalcio,  Eagles Pedemontana, Calcio Schio, Football Valbrenta, Cassola, Nove Stefani Consulting.  A questo primo zoccolo duro di 11 squadre si sono aggiunte via via quasi tutte le squadre di Eccellenza (Abano, Albignasego, Arcella, Borgoricco, Pozzonovo,San Giorgio in Bosco,  Valgatara, ecc. )

Le società esordiscono innanzitutto con l’analisi del momento:  nel Comunicato del 04/11/2020 avete definito questo “un momento di grosse difficoltà per il nostro Paese”. Lo è anche e soprattutto per tantissime Associazione Sportive che hanno il compito morale di essere “agenzia educativa” per tanti giovani, desiderosi di vedere compiuto il diritto alla pratica sportiva.
Nei mesi di giugno e luglio scorsi, le Società hanno profuso sforzi importanti, soprattutto di carattere economico, per garantire una ripartenza del calcio dilettantistico. In questo avvio di stagione tante sono state le attenzioni, le precauzioni, la capacità di adeguarsi a tutte le misure richieste dai Protocolli, pur di fare calcio in sicurezza.
I sodalizi sportivi hanno agito con senso di responsabilità e con quella passione che, nonostante tutto, è rimasta immutata. Questa partecipazione emotiva, tuttavia, non può coprire tanti disagi, tante problematiche che sono state messe sulle spalle delle Società e che avremmo gradito fossero gestite con maggior piglio da parte del Comitato Regionale Veneto.

Dopo l’introduzione che non è esente anche da critiche al Comitato Regionale, le società presentano le loro richieste.
È illusorio, in un clima precario, pensare di poter andare avanti con una stagione sportiva, se il nostro “governo” sportivo territoriale non si fa carico di alcune richieste che, a nostro avviso, rappresentano dei capisaldi per il prosieguo e la sopravvivenza del calcio dilettantistico e giovanile.
Il nostro sport è animato da persone comuni (studenti, lavoratori) che, dal pomeriggio sino a tarda sera, impegnano il loro tempo libero per un fine nobile, sociale. Questa forma di volontariato deve ricevere una tutela forte perché possa continuare il “sogno” dello sport di base, della base della piramide.

Per questo, le Scriventi Società avanzano queste proposte:
QUARANTENA SOLO IL SOGGETTO POSITIVO AL COVID-19: nel caso di positività di un calciatore, allenatore, dirigente.
Sinora, nella stragrande maggioranza dei casi, in caso di positività di uno dei suddetti soggetti le ASL hanno sottoposto a quarantena l’intero “Gruppo Squadra”.
Ciò sta generando grandi preoccupazioni tra i membri del calcio dilettantistico, che sono costretti ad abbandonare la pratica sportiva, a causa delle possibili conseguenze che un periodo di isolamento
comporterebbe in ambito lavorativo (pressioni da parte del datore di lavoro, minacce di licenziamento).
SCREENING PER I COMPONENTI DEL “GRUPPO SQUADRA” CON TEST RAPIDO: in caso di esito negativo, i componenti del “Gruppo Squadra” possono riprendere regolarmente l’attività sportiva ed evitare ingiustificate restrizioni sulle libertà personali (ogni caso andrà valutato singolarmente).

Dopo le due richieste di carattere normativa si passa alle ulteriori richieste specifiche:
– Qualora fosse riconosciuta la precedente norma di “buon senso” (isolamento individuale), le Società appartenenti alla F.I.G.C. – L.N.D. chiederebbero alla Federazione di ampliare il panel delle prestazioni offerte dall’attuale polizza assicurativa, che copre ciascun tesserato (calciatore, allenatore o dirigente), al fine di ricomprendervi il rimborso delle spese sostenute per effettuare i seguenti accertamenti:
a) tampone naso-faringeo, molecolare o antigenico, per COVID-19;
b) test sierologico per COVID- 19.

Infine le società chiedono anche un ristoro di carattere economico:
in previsione di una ripartenza dei campionati a febbraio 2021, le Società ritengono ingiustificata una trattenuta, da parte della F.I.G.C. – L.N.D., delle quote versate ad inizio stagione sportiva, in relazione ai mesi non fruiti di attività calcistica (pratica che comprende allenamenti e partite). Si chiede alla Federazione di restituirci quanto non beneficiato, in conseguenza della sospensione delle attività causa emergenza COVID-19, nell’esatta percentuale del periodo di inattività rispetto al totale.

Riteniamo che queste costituiscano le condizioni minime, in primis di tutela da parte di un organismo sovraordinato – quale è la S.V. – verso le proprie subordinate. Gli inevitabili sacrifici fatti dovranno trovare necessariamente un ristoro, a fronte di spese sostenute per attività non godute.
Infine, il sistema va avanti grazie alle persone che devono ricevere rassicurazioni sulla possibilità di fare una vita senza indebite restrizioni, nel caso in cui lo stato di salute lo garantisca.
Confidiamo che Vi facciate portavoce nelle sedi appropriate di questo nostro “grido d’allarme”, crudo ma quanto mai appassionato.

B

Bollettino Covid: Attualmente positivi: 712.490 Deceduti: 45.229 (+546) Dimessi/Guariti: 420.810 (+9.376) Ricoverati: 35.469 (+765) di cui in Terapia Intensiva: 3.422 (+116) Tamponi: 18.878.386 (+195.275) Totale casi: 1.178.529 (+33.979)

I casi diminuiscono ma in presenza di un sensibile calo di tamponi; Ancora molti morti (546) molti ricoverati mentre si mantiene sotto controllo il numero di terapie intensive.

F

Friuli: sospendente gli allenamenti! : Alla luce dell’attuale situazione sanitaria, che richiede ora più che mai la massima attenzione da parte di tutti, invitiamo tutte le società, ad eccezione naturalmente di quelle che stanno disputando i campionati di vertice, ad interrompere ogni forma di attività, allenamenti compresi, sia in palestra che in impianti sportivi in genere”. Lo scrive il Presidente del Comitato Regionale del Friuli Ermes Canciani.

L

Lega Pro: rinviata Imolese – Sud Tirol

Rinviata a data da destinarsi Imolese-Sudtirol. In un primo momento i problemi a un faro dell’illuminazione aveva fatto posticipare il calcio d’inizio, dopo il sopralluogo in campo dell’arbitro con capitani e team manager. Trascorsi i canonici 45′ minuti d’attesa, e constata l’impossibilità di ripristinare l’illuminazione sul campo del  “Romeo Galli”, la gara è stata rinviata a data da destinarsi. Rinviate anche Fano – Legnago e Fermana – Arezzo  (per Covid)

Gli altri risultati

Carpi – Perugia 0-0
Gubbio  Virtus Verona 1-1
Cesena – Ravenna 4-0
Feralpi – Triestina 2-1
Padova – Matelica 3-0
Sambenedettese- Vis Pesaro 2-0

Turno favorevole al Padova che torna al comando della classifica in solitudine staccando il Perugia fermato sul pari dal Carpi. Il Sud Tirol potrebbe vincere a tavolino per il mancato funzionamento dei fari allo Stadio di Imola. La Feralpi batte la Triestina:  frena la rincorsa della squadra di Gautieri e va ad un solo punto dal Perugia.  Il Modena che gioca domani sera a Mantova potrebbe in caso di vittoria andare al secondo posto.

L’Imolese ha scritto un comunicato in cui attacca l’Amministrazione Comunale rea di non avere permesso la disputa della gara: La beffa è servita e siamo ancora increduli, esterefatti, delusi e umiliati. Chi dovrebbe soltanto garantire all’unica squadra professionistica della città di poter giocare nello stadio cittadino, con le proprie datate negligenze ci ha costretto a due mesi di esilio forzato a Verona, a ingenti oneri economici negli ultimi tre anni e come ultima beffa, nel giorno del nostro ritorno al Romeo Galli, qualcosa non funziona.

la torre faro spenta di Imola: impianto appena inagurato.

W

We team App: Per poter affrontare questa nuova sosta dei campionati con un po’ di sorriso, WeTeamApp ha pensato di dare la possibilità ad ogni utente di votare i giocatori/staff tecnico e dirigenti presenti nel sito per formare ogni settimana “Lo squadrone della settimana”  Vieni a vedere se fai parte del primo squadrone su questo link

https://weteamapp.com/squadrone

Ed eventualmente registrati al sito www.WeTeamApp.com per poter votare anche tu gli atleti iscritti

Sull'Autore

Federico Formisano